Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Elezioni 2018 Italia,Euro ,Germania,Borse Asiatiche

UnknownElezioni 2018 Italia,Euro ,Germania,Borse Asiatiche

Centro Destra 37,5%

M5 stelle 31,5%

Centro sinistra 23,5%

SPREAD A 150/52 nelle prime battute

L’equity europeo e’ atteso sulla parita’, mentre piazza Affari, dalle primissime indicazioni molto preliminari, dovrebbe essere negativa. Possibile sofferenza dei bancari.

Dal risultato delle “urne”,come da aspettative  non emerge immediatamente una maggioranza chiara dalle elezioni, quello che si prospetta è l’avvio di una lunga trattativa tra i partiti per la formazione di una coalizione più ampia che possa esprimere il nuovo governo.Secondo Megan Green, economista di Manulife intervistata da Market Watch, la situazione è confusa ma attesa, ampiamente scontata dai mercati, per cui non c’è da aspettarsi seri aumenti della volatilità.”Dalle elezioni escono vincenti M5S e Lega, mentre il Pd e’ sconfitto e Berlusconi ridimensionato”, nota un trader, che evidenzia come, non essendoci una maggioranza, ci si trovi davanti a un “Parlamento appeso”. Questo e’ uno “scenario negativo per gli asset italiani” e cio’ potrebbe portare a una “penalizzazione dell’azionario italiano”, aggiunge l’esperto

In base ai dati ancora non definitivi diffusi dal Viminale sull’attribuzione dei seggi, il voto premia la colazione di centrodestra con circa il 38%  con la Lega che sopravanza Forza Italia  e il M5s, che sale  oltre il 31%; nettamente sconfitto è invece il centrosinistra, che non arriva nel suo insieme al 24%. Il Pd è sotto il 20%.

RISULTATO PARLAMENTARE

Stamattina, secondo la seconda proiezione del Consorzio Opinio Italia per la Rai (campione del 46%) sui seggi alla Camera, la coalizione di centrodestra avrebbe 247-257 seggi mentre al M5s ne andrebbero tra 230-240, al centro sinistra 110-120, Leu 11-19, ad altri 0-2.In particolare, alla Lega andrebbero 115-123 seggi, a Fi 99-105, al Pd 104-110, a Fdi 24-32, a Leu 11-19, a Svp 3-5, a Noi con l’Italia 2-4, a Civica Lorenzin 1-3, a +Europa Bonino e Italia Europa insieme entrambi al 0-2. Altri 0-
Secondo la seconda proiezione del Consorzio Opinio Italia per la Rai (campione del 56%) sui seggi al Senato, la coalizione di centrodestra guadagnerebbe tra i 128 e i 140 seggi mentre al M5s ne andrebbero tra 109 e 119 e alla coalizione di centrosinistra tra 47 e 55. A LeU tra 7 e 11 agli altri tra 0 e 2.
I primi sono già fissati con certezza: nelle tre settimane successive al voto si svolgeranno le operazioni di scrutinio e di proclamazione degli eletti ed il 23 marzo le nuove Camere celebreranno la loro prima riunione.Con i dati provenienti da 7.345 Comuni su 7.958, l’affluenza al voto per le politiche è stata del 73,14%, contro il 75,04% del 2013.

Lo dice il sito web del ministero dell’Interno.
GERMANIA E EURO

Germania. Tranquillizzante invece il via libera dei delegati della SPD alla Groko, l’ampia coalizione con la CDU. Il sì apre le porte ad un nuovo mandato ad Angela Merkel.

L’euro è stato sostenuto ieri dall’esito del referendum in Germania: il partito social democratico tedesco ha votato chiaramente a favore di una coalizione con il partito conservatoredella cancelliera Angela Merkel, spianando la strada a un nuovo governo e mettendo fine a mesi di incertezza politica.

BORSE ASIA

La settimana inizia in Asia con un ribasso azionario ampio ma non pesante: i timori di una guerra commerciale, ma anche la minaccia di un aumento del rischio politico in Europa, dopo l’esito delle elezioni politiche in Italia, zavorrano i mercati.
La Borsa del Giappone – 0,7% . Lo yen, considerato un bene rifugio, si rafforza per il quarto giorno consecutivo nei confronti del dollaro, il cross è 105,5: siamo sui massimi degli ultimi 16 mesi.
Arretrano i mercati azionari della Cina. Hong Kong -1%. Csi 300 dei listini di Shanghai e Shenzen -0,2%. In vista dell’avvio dei lavori del Congresso del Partito Popolare, il premier ha diffuso le previsioni sulla crescita economica del 2018. Quest’anno il Pil dovrebbe segnare un incremento del 6,5%, l’anno scorso il governo si aspettava +6,5% o qualcosa in più.

La Borsa della Corea perde l’1%, quella dell‘India lo 0,8%.

I venti di guerra commerciali continuano a soffiare. Nel fine settimana il presidente Donald Trump ha scritto in un tweet che “la guerra commerciale è una buona cosa, facile da vincere”.

Comments are closed.