Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

La Spagna ci lascia nell'attesa,mercato Usa ok

borse6Nonostante la Grecia sia stata lodata per gli sforzi finora fatti dai politici europei, la strada delle riforme economiche è ancora lunga, mentre il paese dovrebbe esaurire i fondi disponibili il prossimo mese. Gli ispettori invitano ad un’estensione dei target del deficit anche con i bond PSI che sono scambiati ai massimi livelli dall’ultimo taglio. Nel frattempo, il Primo Ministro spagnolo Rajoy sta giocando ad un gioco pericoloso, cercando di ottenere termini e condizioni migliori dalla BCE prima di richiedere formalmente il salvataggio.
Mercato statunitense
I dati positivi emersi dalle vendite al dettaglio hanno spinto i mercati al rialzo, dopo che i miglioramenti della spesa dei consumatori hanno compensato il significativo calo dell’indice manifatturiero Empire State di New York. Le vendite delle auto e del settore dell’elettronica stanno guidando la ripresa nella spesa dei consumatori, con il periodo festivo che sta avvicinandosi rapidamente. Il petrolio WTI è scambiato leggermente al rialzo dopo la pubblicazione del rapporto di ieri, in aumento a $91.66, con lo spread nei confronti del greggio Brent che aumenta e la produzione statunitense che si è portata ad un massimo di 17 1/2 anni. L’oro ha continuato a cedere terreno, in calo sotto al livello di 1740 a $1738.50/oncia troy. I principali indici sono stati scambiati al rialzo a livello globale, con lo S&P 500 che ha sovraperformato rispetto agli altri indici americani, in guadagno del +0.81%. Anche il Dow Jones e il Nasdaq hanno riportato interessanti guadagni, apprezzandosi rispettivamente dello 0.72% e dello 0.66%. L’indice del dollaro ha fatto registrare una leggera flessione, portandosi a quota 79.696, con gli investitori che tornano a prediligere asset ad più alto rendimento.

Comments are closed.