Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Mercato brillante 16800 perforato

considerazioiMercato brillante trend inarrestabile superata la quota 16800 con disinvoltura ora il prossimo step è indicato a 17200.IL Governo era ciò che volevano e si aspettavano i mercati che venisse realizzato dall’Italia.Nonostante la crisi sia pesante e profonda il nostro indice ha performato molto bene sull’aspettativa ed a seguire sull’ufficializzazione del Governo Letta.Da oggi in poi bisognerà vedere cosa riuscirà ad ottenere il nostro Presidente del Consiglio dalla Unione Europea.Il primo appuntamento è per oggi con la Merkel,vedremo i risvolti.Giovedi avremo la Bce e tutti sono molto ansiosi di sapere se i tassi verranno abbassati di 0,25 punti , oppure si continuerà a mantenere la  vecchia linea-.Di rilievo per oggi pomeriggio inizia la riunione del Fomc che si concluderà domani ,quindi anche oltreoceano avremo indicazioni più chiare sulla politica monetaria che adotterà il Presidente Bernanke .Per quanto riguarda il nostro mercato azionario ., da segnalare la trimestrale di Fiat Industrial che per il nostro sito riveste una discreta importanza vista la partecipazione che deteniamo nel portafoglio.Tra i titoli guida sono tutti sulle resistenze importanti, Enel deve superare l’ostacolo dei 3 eu, Unicredit quello dei 4 eu e per finire Intesa il livello 1,4 eu.Gli analisti nei loro giudizi di ieri (per quello che possono contare , visti i disastri che hanno combinato in questi mesi) hanno tenuto molto bassi i livelli di target delle nostre banche con massimi di 1,4 eu per Intesa e sell su Unicredit.Per quanto riguarda invece Eni,dopo la trimestrale non brillante, sembra che ci sia un nuovo movimento alle porte dopo la rottura della media mobile a 6 mesi posta a 18,06 eu,quindi si riapre la possibilità di chiudere il gap lasciato aperto a 19,19 eu.La tendenza  del mercato dopo i 16200 è ancora seriamente bullish e consigliamo di acquistare sugli storni.Dobbiamo segnalare per onore di cronaca , che c’è comunque in agguato un gap a 15830 che andrà prima o poi ricoperto.

Comments are closed.