Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Bce,Dombrovskis su Italia, Wally attenua il calo,bilancio Telecom

bce Bce,Dombrovskis su Italia, Wally attenua il calo,bilancio Telecom

Oggi i Mercati ,in questi giorni in ansia per “Il Protezionismo” di Trump,guardano alla Riunione della Bce .Ieri Wally ha attenuato le perdite ,per merito del Beige Book.A ridurre i cali della borsa di New York è intervenuta la diffusione del Beige book della Fed, da cui è emerso che i prezzi e i salari sono in rialzo nella gran parte dei 12 distretti, ma in modo «moderato» e anche l’economia cresce tra il «moderato e il modesto».
Ieri Wall Street, inizialmente in forte calo, ha recuperato buona parte del ribasso nell’ultima parte della seduta. Il Nasdaq +0,3%, sulla parità l’S&P500,  il Dow Jones-0,3%, zavorrato dalle società petrolifere.

La borsa giapponese ha chiuso in rialzo oggi, dopo il netto calo di ieri, sulle speranze che la mossa del presidente Usa Donald Trump di introdurre dazi protezionistici sia stemperata dalla possibilità di un trattamentodi favore per i partner commerciali più importanti.
L’indice Nikkei ha chiuso con un aumento dello 0,54% a 21.368,07 punti, mentre il più ampio Topix ha guadagnato lo 0,35% a 1.709,95 punti.Sale di più il mercato azionario di Hong Kong (+1,4%), sul dato dell’export cinese, in febbraio c’è stato un incremento del 36%, molto più del previsto. Indice CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen +0,6%.
Borsa della Corea del Sud +04%, India +0,5%.

 

BOFA :SCENARI SU BCE

L’attenzione sarà rivolta a decifrare le parole del presidente della Bce Mario Draghi e gli economisti di Bank of America Merrill Lynch a questo proposito hanno tratteggiato tre possibili scenari e le potenziali reazioni dei mercati.

1. Il primo scenario, che è anche quello base per gli economisti di BofA, in occasione della riunione di domani del board direttivo della Banca centrale europea dovrebbe rimuovere i riferimenti a un possibile aumento della mole o della durata degli acquisti mensili di titoli nell’ambito del programma di allentamento quantitativo. Gli economisti sottolineano che questo rappresenterebbe il primo passo per un cambiamento “graduale” della retorica della Bce. Secondo gli esperti, anche una revisione al rialzo delle previsioni economiche potrebbe giustificare una modifica al linguaggio dell’autorità monetaria europea. In questo scenario BofA si aspetta che dopo le parole di Draghi ci sia un sell off dei Bund, mentre per i titoli della periferia potrebbe esserci un temporaneo allargamento degli spread, che è destinato a rientrare non appena saranno pubblicati ulteriori dati positivi in termini di crescita economica.

2. Uno scenario alternativo è rappresentato da una Bce che non dà ulteriori informazioni sulla fine del piano di acquisti e da un discorso più da falco da parte di Draghi che sottolinei le attese di una crescita più forte del pil europeo e una fiducia crescente sulla ripresa europea e sul fatto che si è sulla giusta strada anche dal punto di vista dell’inflazione. In questo caso ci potrà essere un sell off più sostenuto sui bond perché sarebbe il segno che la narrativa del qe è vicina al termine. Ma dall’altra parte la conferma che la Bce agirebbe sul fronte del qe qualora si verificasse un peggioramento dell’outlook porterebbe a una contrazione degli spread per i bond della periferia.

3. Un terzo scenario (il meno probabile per gli esperti) è quello in cui i timori legati a una possibile guerra commerciale e l’incertezza legata all’esisto delle elezioni italiane facciano sì che la Bce, temendo un peggioramento delle condizioni del credito, opti per una posizione particolarmente da colomba. Secondo gli esperti questo è lo scenario meno probabile visto che l’esito delle elezioni italiane non ha creato alcuno shock sui mercati finanziari.

 

Valdis Dombrovskis

Un governo ad interim italiano non avrebbe il pieno mandato per attuare cambiamenti di politica di bilancio.Un governo ad interim italiano non avrebbe il pieno mandato per attuare cambiamenti di politica di bilancio.A dirlo è il vice-presidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis.La Commissione Ue  ha indicato in Italia, Croazia e Cipro i paesi Ue che ancora hanno squilibri economici eccessivi”Alto debito pubblico e bassa produttività implicano rischi che hanno rilevanza cross-border”, scrive la Ue nell’aggiornamento del monitoraggio deiPaesi Ue, aggiungendo di vedere in Italia un rallentamento del processo di riforme.Altri otto Paesi, tra cui Francia e Germania, hanno squilibri economici, comunica Bruxelles.Lo scorso 22 febbraio la Ue aveva inserito sei Paesi nel gruppo di quello con squilibri eccessivi (anche Francia, Portogallo e Bulgaria) .

TELECOM

Dalla conference call che si e’ tenuta con gli analisti nel pomeriggio un esperto di una primaria casa d’affari interpellato da MF-Dowjones dichiara che non ci sono state novita’ particolari rispetto a quanto gia’ emerso da questa mattina.Il gruppo di tlc ha chiuso il 2017 con ricavi pari a 19,8 miliardi (+4,2%).

L’Ebitda di 7,79 miliardi (-2,6%) “sconta l’impatto negativo di oneri non ricorrenti per complessivi 883 milioni di euro principalmente connessi a processi di ristrutturazione”.
L’Ebit è sceso dell’11,6% a 3,2 miliardi.L’utile si è attestato a 1,12 miliardi (-38%) scontando anche l’impatto positivo della valutazione al fair value dell’opzione implicita inclusa nel prestito obbligazionario a conversione obbligatoria.
Telecom Italia si propone entro il 2020 un miglioramento della generazione di cassa fino a 4,5 miliardi. Il rapporto debito/Ebitda scenderà a fine anno a 2,7 volte e poi si ridurrà ancora
I ricavi in Italia da servizi sono previsto stabili mentre cresceranno nel periodo 2017 2020 con un tasso medio annuo ‘low single digital. Cresceranno inoltre i ricavi e i margini di tim Brasil e Inwit.
Il Cda di ieri di Telecom Italia ha approvato il Piano Strategico 2018-2020 presentato dal ceo, Amos Genish, che, “in un contesto industriale e sociale in veloce evoluzione, prevede con il progetto DigiTIM forti discontinuità rispetto al passato, puntando sull’innovazione digitale quale elemento chiave per affermarsi nella Gigabit Society”. “Il Piano – indica la nota – prevede la digitalizzazione di tutti i processi e punta a rinnovare il rapporto con il cliente coinvolgendolo in un vero e proprio viaggio digitale”.
Il piano di Telecom Italia al 2020 prevede investimenti per 9 miliardi di euro in Italia e per 12 miliardi di reais in Brasile. La società si propone il miglioramento del rapporto da Capex/ sales inferiore al 20% cento a fine 2019 in Italia e pari al 20% nel 2020 in Brasile.
Il cda di Telecom Italia proporrà in assemblea la distribuzione di una cedola solamente per le azioni di risparmio, in ragione di 2,75 centesimi per azione (“in coerenza con la dividend policy già annunciata”, recita la nota del gruppo).
Il cda ha convocato l’assemblea degli azionisti per il giorno 24 aprile 2018. Gli azionisti, oltre ad approvare i conti del 2017, saranno chiamati a confermare la carica di consigliere all’ad, Amos Genish, già cooptato in data 28 settembre 2017.

MPS

Il Tribunale di Siena ha stabilito il “non luogo a procedere” per prescrizione nei confronti di Gian Luca Baldassarri, ex capo dell’area finanza di Mps , accusato di associazione a delinquere.Lo dicono fonti legali spiegando che è caduta l’aggravante della transnazionalità determinando così la prescrizione del reato.Per lo stesso motivo sono stati prosciolti per prescrizione anche altri due imputati, mentre il processo prosegue per 10 persone.I fatti contestati risalgono a un periodo compreso tra il 2005 e il 2009 e si riferiscono alla cosiddetta ‘banda del 5%’ che avrebbe progettato ed effettuato operazioni finanziarie mirate a truffare l’istituto di credito.Baldassarri era già stato assolto in appello nel dicembre scorso nel processo Mps-Alexandria.

L’ex capo dell’area dei finanza di Rocca Salimbeni resta imputato per la vicenda Enigma, con lo stesso capo di imputazione di associazione a delinquere aggravata dalla transnazionalità.L’accusa riguarda le operazioni di investimento finanziario effettuate attraverso la società Enigma e ritenute dalla Procura in danno della banca.

Comments are closed.