Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Wally trascina le Borse Asiatiche,Cripto (Ripple)verso regolamentazione,allarme su Bitcoin

wall street 2Wally trascina le Borse Asiatiche,Cripto (Ripple)verso regolamentazione,allarme su Bitcoin

La performance di Wally di venerdi’ a trascinato stamattina a rialzo tutte le Borse Asiatiche .Tokyo +1,6%.- La borsa giapponese apre la settimana portandosi sul livello più alto da circa una settimana e mezzo, aiutata dai titoli tecnologici.A frenare lo slancio dell’azionario contribuisce tuttavia il presunto scandalo legato alla vendita sotto costo di un terreno al gestore di un asilo legato alla moglie del premier Shinzo Abe. L’indice Nikkei ha guadagnato l’1,7% a 21.824,03 punti, il massimo dal 28 febbraio. Tra i titoli in evidenza, Tokyo Electron è balzata del 3,1%, Sumco del 2,5% e Shin-Etsu Chemical del 2,3%.

Hong Kong +1,73%. CSI300 dei listini di Shanghai e Shenzen +0,6%. Seoul +1,2%. Mumbai +1%.Sicuramente avremo la stessa reazione anche in Europa.

L’economia degli Stati Uniti ha creato 313.000 posti di lavoro nei settori non agricoli a febbraio, battendo nettamente il consenso fissato a +200.000. I nuovi posti di lavoro creati dal settore privato sono invece risultati pari a 287.000 unitá.Il tasso di disoccupazione è rimasto invariato al 4,1%, deludendo leggermente le attese degli economisti, che si attendevano un calo al 4%.

Poco dopo la pubblicazione dei dati, sono giunti i commenti del presidente della Federal Reserve di Chicago, Charles Evans, il quale ha affermato che l’autoritá monetaria statunitense farebbe meglio ad “aspettare un pò piú a lungo” prima di alzare i tassi d’interesse. Il banchiere si è infatti detto preoccupato dalla persistente debolezza dell’inflazione, ancora al di sotto del target del 2%.

FCA,La minaccia di Trump sui dazi, Italia e Germania le più colpite. A rischio 80mila vetture importate negli States dal gruppo torinese

Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq+’1,8%.

Criptovalute

BITCOIN

Chi guarda con positività alle prospettive della moneta virtuale ritiene che la quotazione BTC possa salire fino a 100mila dollari nei prossimi 10 anni, Harward ritiene che il prezzo del Bitcoin tra 10 anni sia destinato a crollare a 100 dollari!. Secondo Kenneth Rogoff, docente ed economista all’ateneo di Boston ed ex capo economista del Fondo monetario internazionale “tra dieci anni il bitcoin varrà una piccola parte di ciò che vale ora… vedrei 100 dollari come molto più probabile di 100mila”. L’analista ha spiegato in una intervista alla CNCB che “se vengono eliminate le possibilità di riciclaggio di denaro e di evasione fiscale” l’utilizzo del Bitcoin “come veicolo di transazione è molto ridotto”.Agustin Carstensè, direttore generale della Bank for International Settlements, la prestigiosa e importante Banca dei regolamenti internazionali che ha appunto sede in Svizzera, ha affermato che il Bitcoin oggi è sorta di “combinazione di una bolla, uno schema Ponzi ed un disastro ambientale”. Secondo Carstensè è necessario che le “banche centrali intervengano per arginare i rischi”. Dall’allert, quindi, il direttore della Banca dei Regolamenti internazionali è passato al suggerimento su cosa fare per sconfiare il Bitcoin.

Ripple

Nuovi passi in avanti verso una regolamentazione del settore delle criptovalute. Il CEO di Ripple, uno dei progetti criptovalutari più seguiti del mondo, ha infatti invitato gli operatori nel proprio settore a collaborare con le autorità di regolamentazione.“È incredibilmente importante che l’intero settore riconosca che dobbiamo lavorare con le autorità di regolamentazione, dobbiamo lavorare con il sistema”, ha detto il CEO di Ripple Brad Garlinghouse in un’intervista trasmessa mercoledì su Fast Money della CNBC. “La rivoluzione blockchain è in corso di realizzazione all’interno del sistema, e non al di fuori dello stesso”.In tal senso, le dichiarazioni di Garlinghouse, che ha un patrimonio netto stimato di 3,7 miliardi di dollari ed è posizionato al numero 210 su Forbes tra gli americani più ricchi, potrebbero essere lette anche come “difensive” per il futuro di Ripple, dimostrando così che la criptovaluta e il suo sistema non temono discipline di comparto.Ripple, con sede a San Francisco, sta sviluppando una rete per pagamenti finanziari globali rapidi, e XRP è il nome del token digitale che le istituzioni finanziarie sulla rete possono utilizzare per effettuare transazioni rapidamente.

GERMANIA

In Germania, nel fine settimana, è stato annunciata una maxi operazione nel settore della pubblica utilità. E.On ha rilevato da RWE il 67% di Innogy pagando con carta corrispondente al 16,7% del suo patrimonio. Il campione tedesco dell’energia verde viene valutato 43 miliardi di euro, compreso il debito.

BORSA ITALIA

BAMI,pubblicazione delle linee guida dell’Autorità bancaria europea (EBA) in materia di gestione delle esposizioni deteriorate e riviste per favorire il rientro (forborne).Nel documento di consultazione, l’EBA sollecita le banche con un’esposizione ai crediti in sofferenza sopra il 5% a mettersi al lavoro su questo tema, presentando al più presto una strategia che punti alla discesa dell’esposizione.
Visto che tutte le banche italiane sono sopra quota 5%, le indicazione del regolatore, potrebbero aver contribuito alla debolezza del settore. Ma in questo stesso documento, l’Eba usa toni soft, precisando che c’è spazio per una discesa graduale, non ci sono tappe prefissate.
In effetti, tutte le banche italiane hanno presentato nel corso del 2017 dei piani di riduzione dell’esposizione agli NPL, seri ed ambiziosi, in linea con le richieste arrivate dalla Vigilanza della BCE.

IREN,Equita Sim ha confermato sul titolo la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 3,1 euro spiegando che dalla conference call relativa ai conti sono emerse “indicazioni interessanti”. Gli analisti confermano quindi la propria visione positiva sull’azione: gli esperti ritengono che il consenso sia “troppo conservativo” e che “salira’ nelle prossime settimane, allineandosi maggiormente alle nostre stime”.

 

Comments are closed.