Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

AUDIZIONE DELLA YELLEN ,CONFERIRA’ LA TENDENZA AI MERCATI

yellen

AUDIZIONE DELLA YELLEN ,CONFERIRA’ LA TENDENZA AI MERCATI
OGGI DA SEGNALARE DI RILEVANTE IMPORTANZA L’AUDIZIONE DEL NUOVO NUMERO 1 DELLA FED JANET YELLEN ,CHE CI ESPLETERA’ LA SUA POLITICA SU TASSI E TAPERING,NEL FRATTEMPO ABBIAMO IN AGENDA PER LE 14,3 I SUSSIDI ALLA DISOCCUPAZIONE,ERGO CI SARA’ FORTE VOLATILITA’,NOI ASPETTEREMO E SAREMO SPETTATORI PRONTI AD INTERVENIRE.LA TENDENZA E’ NEUTRALE ED ASPETTA UN LA’ PER SPINGERE I CORSI IN UN PULL BACK O PER INFRANGERE “THE WALL “20500
Borse asiatiche

NIKKEI IN LEGGERISSIMA FLESSIONE -0,32%,MA OTTIMA RISPOSTA DELL’HANG SENG +1,3%
PADOAN

Nel monitoraggio della lotta all’evasione “gli effetti dell’efficienza richiedono una permanenza di strumenti che evitino l’addormentarsi su risultati, che devono invece essere confermati”. Lo ha detto nell’Aula della Camera il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan. Secondo il ministro inoltre ”il sistema tributario può e deve essere modificato favorendo la crescita”. ”Spero – aggiunge – che la delega fiscale possa produrre risultati anche economici e di crescita”.
M5S

(“Esco dal gruppo M5S alla Camera e con me ci sono altri 5 deputati”. Così Alessio Tacconi a La Zanzara su Raio 24. “Con questo voto si è dimostrato che non è possibile andare contro il parere di Casaleggio e Grillo. Il sistema di voto è in mano alla Casaleggio Associati e ci dobbiamo fidare. Se fosse affidato a terzi sarebbe più trasparente”

RENZI E DEBITI CON PA

Il governo presenterà in un paio di settimane due emendamenti in grado di sbloccare il pagamento di circa 60 miliardi di debiti commerciali dovuti dalla PA alle imprese fornitrici attraverso un diverso utilizzo della Cassa depositi e prestiti (Cdp).

“La Cdp può aiutarci a sbloccare cifre che immaginiamo attorno ai 60 miliardi […] attraverso un meccanismo già utilizzabile con due emendamenti già pronti […] mi dia 15 giorni”, ha detto ieri sera Matteo Renzi.

“Vogliamo fare quanto fatto dalla Spagna, dove c’era una situazione simile, mettendo immediatamente in circolo 60 miliardi con un effetto shock benefico e immediato”sulla crescita.

Nelle ultime stime della Commissione Ue il Pil spagnolo è indicato all’1,0% nel 2014 e all’1,7% nel 2015 contro rispettivamente lo 0,6% e l’1,2% dell’Italia.

Da inizio 2012 il governo spagnolo ha trasferito 42 miliardi alleregioni perché queste a loro volta liquidassero i fornitori. Ad oggi sono state pagate 8 milioni di fatture e Madrid sostiene di aver salvato 400.000 posti di lavoro.

L’operazione è stata effettuata attraverso il Fondo para la Financiacion de losPagos a Proveedores (Ffpp), finanziato per 6 miliardi dallo Stato e per il resto da un prestito sindacato di quasi tutte le banche spagnole con la garanzia dello Stato.

BORSA USA

Il Dow Jones e il Nasdaq Composite hanno guadagnato lo 0,1%, l’S&P 500 è rimasto stabile.

Wall Street si è indebolita nel finale di seduta. Alcuni investitori hanno realizzato i loro benefici prima degli importanti appuntamenti macroeconomici .
BITCOIN
bitcoin in caduta libera?: prima il grosso problema di una delle principali piattaforme al mondo per lo scambio di bitcoin, mt. gox, poi le parole di alex daley, responsabile tecnologico e capo degli investimenti della casey research. quest’ultimo, commentando il momento che sta vivendo la più celebre moneta virtuale, ha detto: “is having it’s lindsay lohan moment”. tradotto vuol dire che, dopo un iniziale e clamoroso successo, i bitcoin stanno affrontando ora un momento difficile. e il loro futuro appare incerto
ORO

Seduta con il segno meno per il metallo giallo. Rosso di oltre un punto percentuale per il future con consegna aprile sull’oro, che dopo i massimi da fine ottobre fa segnare un calo a 1.328 dollari l’oncia. Nell’ultimo mese i prezzi sono cresciuti di cinque punti percentuali mentre il saldo da inizio anno evidenzia un incremento di oltre il 10%, una delle migliori performance all’interno del comparto delle materie prime.

“Il peggio potrebbe esser passato e nel 2014 potrebbero emergere importanti opportunità di ingresso”, ha rilevato ieri in un report Bank of America Merrill Lynch. Questo perché c’è stato un cambio nelle preferenze degli investitori, evidente “dalle posizioni nette lunghe al Cme e dal calo dei deflussi dagli Etf”. BofA stima che nell’anno corrente il prezzo medio si attesterà a 1.150 dollari mentre l’anno prossimo dovremmo assistere a una risalita a 1.256 dollari l’oncia.

RASSEGNA TITOLI

UNICREDIT
unicredit lancia unicredit startlab: unicredit lancerà unicredit start lab, una piattaforma di formazione, coaching, servizi di incubazione, risorse finanziarie e spazi fisici messi a punto per supportare le startup altamente innovative e le nuove tecnologie. la piattaforma selezionerà le nuove aziende considerate innovative e si prevede anche una possibilità di investimento fino a 250mila euro.
La stampa sostiene che la banca presentera’ il nuovo piano al 2018 in occasione della pubblicazione dei conti 2013 (11 marzo). L’approvazione di un nuovo business plan “non rappresenta una sorpresa”, notano gli analisti di Banca Imi, che ricordano come la stampa ne avesse gia’ parlato in precedenza, circa un mese fa. “Siamo piu’ sorpresi dall’orizzonte temporale superiore rispetto alle attese, 2018 con stime fino al 2020, che crediamo potrebbe implicare alcune difficolta’ nel raggiungere una redditivita’ in linea con il costo dell’equity nel piu’ breve termine. Nelle nostre stime includiamo un Rote al 7,4% nel 2016″. Banca Imi conferma la raccomandazione add e il prezzo obiettivo a 6 euro su Unicredit.

JUVENTUS

ANCORA UNA GIORNATA DI DENARO PER IL TITOLO CHE SCOMMETTE SU PASSAGGIO DEL TURNO IN EUROPA LEAGUE ,DOPODICHE’ AVREMO VENERDI IL BILANCIO AZIENDALE
TERNI ENERGIA

IL SETTORE STA COMINCIANDO A SCOMMETTERE SULLE RINNOVABILI ED E ‘ IN FERMENTO,IL TITOLO HA SOLTANTO BISOGNO DI SUPERARE LA BARRIERA POSTA A 2,2 EU E POI SALIRE CON VEEMENZA

TREVI FINANZIARIA

COPERTI I SUOI GAP NON ULTIMO A 6,85 EU E ‘ TORNATA A VOLARE E GOLDMAN QUANDO LA INSERITA NELLA CONVINCTION LIST PUBBLICAMENTE HA FATTO ENNESIMO CENTRO,CON TARGET 10,5 EU

ENI

NEWS IN CONTINUAZIONE CHE FANNO BENE AL TITOLO,COME IERI
E’ stata perfezionata l’acquisizione da parte di Eni del 51% delle azioni di Acam Clienti, in esito alla procedura di gara indetta da Acam e a valle del via libera da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. E’ quanto si legge in una nota diramata dal Cane a sei zampe. La società, che opera principalmente nella provincia di La Spezia, conta circa 98.000 clienti residenziali gas e circa 12.000 clienti luce (piccole e medie imprese). Eni, che deteneva già il 49% del capitale della Acam Clienti, controlla ora interamente la società.
A QUESTO AGGIUNGIAMO LA ROTTURA DELLA MEDIA MOBILE A 120 GG POSTA A 17,42 EU
MPS

DA IERI SI DISCUTE SU DELIBERA AUMENTO
Il Comitato parti correlate della Banca Mps (BMPS.MI) ha chiesto un parere a un legale per verificare, come gli aveva chiesto il cda della Banca lo scorso 14 gennaio, se ci siano stati danni per lo slittamento dell’aumento di capitale da 3 miliardi inizialmente previsto per gennaio e ora posticipato a dopo il 12 maggio.

Lo precisa in una nota la Banca

“Con riferimento all’articolo de “Il Messaggero” la Banca precisa che, a fronte di una specifica richiesta inviata da parte di Consob – che ha richiesto l’avvio di taluni approfondimenti legali in merito agli eventuali effetti dannosi derivanti dall’assunzione della delibera assembleare dello scorso 28 dicembre – ha ritenuto opportuno investire della questione il Comitato Parti Correlate”, si legge nella nota.

“Tale organo, nella sua autonomia, ha pertanto avviato gli approfondimenti richiesti, come nella migliore prassi, richiedendo un parere legale esterno, in merito alle tematiche di cui sopra”.BUY SPECULATIVE
BENI STABILI
IERI ALTRO AUTOREVOLE UPGRADE DI BARCLAYS,CON TARGET AMBIZIOSO A 0,89 EU ,CHE VA AD AGGIUNGERSI AGLI ALTRI AUTOREVOLI UPGRADE CHE PERO’ SI SONO FERMATI COME TARGET A 0,7 EU

ANSALDO

TRATTATIVE ANCORA IN CORSO CON GENERAL ELECTRIC E CON FERROVIE CINESI , MA ENTRAMBE LE POSSIBILITA’ PRESCINDONO DA UN ALTOLA’ ALL’ACQUISTO DELLA QUOTA DA PARTE DELLA CDP .BUY SUL TITOLO A CHIUSURA GAP

 

Comments are closed.