Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

BORSA USA SCENDE DELL’1,1%,CAMPANELLO D’ALLARME?

BORSA USA

BORSA USA SCENDE DELL’1,1%,CAMPANELLO D’ALLARME?

UN CALO CHE SEMBRA QUASI FISIOLOGICO,NOI ABBIAMO SEMPRE SOSTENUTO CHE IL 2014 L’INDICE AMERICANO NON SAREBBE STATO L’INVESTIMENTO MIGLIORE ,ANZI DI INIZIARE A SHORTARLO,MENTRE CREDIAMO FORTEMENTE NELL’EUROPA E SOPRATTUTTO NEI PAESI COME ITALIA E SPAGNA;CHE SUBIRANNO DI RIFLESSO UN PO DI DEBOLEZZA PER EVENTUALE DISCESA AMERICANA MA NON AVRANNO CROLLI O VIVRANNO SITUAZIONI DI PARTICOLARE PERICOLO.IL TAPERING ENTRO GIUGNO AVRA’ IL SUO EPILOGO,SALVO SORPRESE DELL’ULTIMA ORA.

la risposta dell’indice nikkei e’ stata immediata -3,1%

BORSA USA

I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi in netto ribasso. Il Dow Jones ha perso l’1,1%, il Nasdaq Composite l’1,5% e l’S&P 500 l’1,3%.

Dennis Lockhart, il presidente della Fed di Atlanta, ha dichiarato che la Banca Centrale degli USA ridurrà ulteriormente i suoi acquisti di asset se la ripresa dell’economia continuerà come da attese. David Kostin, il capo stratega di Goldman Sachs per il mercato statunitense, ha inoltre avvertito che le azioni stanno iniziando ad essere sopravvalutate.

In questo contesto molti investitori non hanno voluto correre rischi prima degli importanti appuntamenti macroeconomici e societari dei prossimi giorni.

FTSEMIB
ASPETTAVAMO UNO STORNO FISIOLOGICO PER EFFETTUARE UN CONCRETO PULL BACK VERSO CHIUSURA GAP A 18700 (ALMENO) E GLI USA CI HANNO DATO UN PRIMO AIUTO.LA REAZIONE DEL NOSTRO INDICE VEDREMO COME SARA’ SE STILE VECCHI, TEMPI DI IMMEDIATA DEBOLEZZA ,OPPURE DIMOSTRERA’ CHE LE COSE SONO CAMBIATE.PRIMO STEP ROTTURA A RIBASSO DEL LIVELLO CHIAVE 19500 PER POI TESTARE 19200 ED A SEGUIRE 19000 PUNTI.QUELLA DI OGGI SARA’ UNA PRIMA PROVA PER CAPIRE LA NOSTRA SOLIDITA’ NELLE SITUAZIONI DIFFICILI DEL MERCATO INTERNAZIONALE.

Corte costituzionale
La Corte Costituzionale ha depositato le motivazioni della sentenza con la quale il 4 dicembre dello scorso ha bocciato il Porcellum.Il premio di maggioranza previsto dal Porcellum “è foriero si una eccessiva sovra-rappresentazione” e può produrre “una distorsione”, perchè non impone “il raggiungimento di una soglia minima di voti alla lista” si legge nelle motivazioni.

Renzi
“Parlare di rimpasto è roba da prima repubblica”. Lo scrive su twitter il segretario Pd Matteo Renzi.
Tra il presidente Napolitano e il segretario del Pd Renzi c’è stato “uno scambio di idee su prospettive, confronto e iter per la riforma della legge elettorale e per le riforme istituzionali, in attesa della sentenza della Consulta sulla legge elettorale”. Lo si è appreso dall’ufficio stampa della presidenza della Repubblica.

 

RASSEGNA TITOLI

UNICREDIT

Per Ubs il gruppo “e’ una storia di ristrutturazione che potrebbe sorprendere positivamente in termini di gestione dei costi e miglioramento della qualita’ degli attivi”. Gli esperti evidenziano che Unicredit ha un Core Tier 1 ratio di circa il 10% a fine anno e questo rende il gruppo uno dei piu’ capitalizzati in Europa. Ubs ha confermato sul titolo il rating neutral e il target price a 5,4 euro, ipotizzando comunque altri due scenari. In un caso rialzista, in cui c’e’ una forte crescita dei prestiti e un recupero in tutta Europa in termini di fatturato e qualita’ degli attivi, l’Eps di Unicredit potrebbe essere del 37% piu’ alto e portare quindi ad un fair value di 6,53 euro. In un caso ribassista, invece, in cui si sconta un recupero dell’economia europea piu’ lento del previsto, l’Eps potrebbe essere del 37% piu’ basso e portare quindi ad un fair value di 4,27 euro

FINMECCANICA

L’amministratore delegato di Finmeccanica (FNC.MI) Alessandro Pansa è in questi giorni in Messico, al seguito del presidente del Consiglio Enrico Letta in visita di Stato, per sviluppare una serie di accordi industriali già esistenti con il Paese centramericano.

E’ quanto si legge in una nota dell’azienda italiana.

In particolare sono interessate al Messico tre aziende del gruppo: Alenia Aermacchi, AgustaWestland e Selex Se.

Per quel che riguarda Alenia Aermacchi, dopo la fornitira nel 2011 alla Forza aerea messicana di 4 velivoli da trasporto tattico C-27J, la Defensa Nacional ha manifestato l’interesse ad acquisire ulteriori velivoli per la Fuerza Aerea e le Forze di Polizia locale.

AgustaWestland ha contatti con la Secretaría de la Defensa Nacional per la possibile fornitura di elicotteri a uso civile.

ENEL
Exane Bnp Paribas hanno promosso il titolo a Outperform da Underperform con un prezzo obiettivo che sale a 3,85 euro da 2,85 euro.

Il gruppo energetico, settimana scorsa, ha lanciato un’emissione multi-tranche di prestiti obbligazionari non convertibili destinati a investitori istituzionali sotto forma di titoli subordinati ibridi con una durata media di circa 61 anni, denominati in euro e sterline inglesi per un controvalore complessivo pari a poco più di 1,6 miliardi di euro.

La proposta ha ricevuto un boom di richieste, pari a circa 12 miliardi di euro.

MPS

Consum.it ha venduto, a fine 2013, il suo intero portafoglio di cessione del quinto e delegazioni di pagamento – 551 milioni di crediti – originato dalle filiali del Gruppo Montepaschi (BMPS.MI) e da società mandatarie specializzate nel prodotto Ad Anacap Financial Partners, fondo inglese che ha in gestione oltre 1,7 miliardi di assets.

E’ quanto si legge in un comunicato di Mps.

“La cessione rientra nell’ambito delle linee guida di ristrutturazione del Gruppo Montepaschi previste dal Piano Industriale 2013-2017, con benefici in termini di liquidità e di assorbimenti patrimoniali”, si legge nella nota

INTESA
ha bisogno di un pull back per ripartire con più forza e poter sostenere meglio le quotazioni raggiunte

FIAT

Marchionnne è molto fiducioso sul medio periodo per un assestamento dei conti e soprattutto per quotazione Chrysler che rendera’ piu’ tonica tutta la galassia del lingotto

TERNI ENERGIA
sempre alle prese con un gap aperto che per poter rendere interessante il nostro titolo ha bisogno di una sua ricopertura

SAES GETTERS

attenzione al livello 7,03/4 dove transita la media mobile a 120 gg,una sua rottura renderebbe il titolo nuovamente debole e pericoloso

TELECOM

ipercomprato ,non ci sono dubbi,ergo un suo storno fisiologico ,soprattutto dopo una seduta cosi pesante di Wall Street non sarebbe un evento impossibile.

 

Comments are closed.