Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

DECADENZA BERLUSCONI NON INCIDE SUL FTSEMIB CHE SALE A 18900 PUNTI

BERLUSCONIDECADENZA BERLUSCONI NON INCIDE SUL FTSEMIB CHE SALE A 18900 PUNTI

AD OGNI MODO LA CHIUSURA ,OVVIAMENTE POSITIVA A 18924 PUNTI E ‘ SOTTO IL 1^ LIVELLO INTERMEDIO POSTO A 18950 ,QUINDI PER IL MOMENTO IL TREND BULLISH NON HA ANCORA PRESO IL VIA GRAFICAMENTE.

LEGGE STABILITA’
Dopo che il governo ha ottenuto questa notte il voto di fiducia sul maxi emendamento alla legge di stabilità, con 171 sì e 135 no e l’uscita definitiva di Forza Italia dalla maggioranza, l’aula ha approvato questa mattina il disegno di legge sul bilancio. La manovra passa ora alla Camera in seconda lettura, dove già si annunciano nuove modifiche.

Per il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che ieriha incontrato il premier Enrico Letta, il voto di fiducia certifica “la sussistenza di una maggioranza a sostegno dell’attuale governo”, e dunque non occorrono altre verifiche.

Ma per i capigruppo della rinata Forza Italia al Senato e alla Camera, Paolo Romani e Renato Brunetta, serve invece un nuovo passaggio parlamentare per il governo, di cui resta parte integrante il Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano, dopo la rottura con il partito dell’ex premier Silvio Berlusconi.

“Il governo hameno numeri ma sono numeri certi”, ha commentato il senatore Roberto Formigoni, ex governatore della Lombardia e tra i più importanti esponenti del Nuovo centrodestra.

Bankitalia
– In attesa di perfezionare il nuovo assetto proprietario sul modello di una public company, Bankitalia potrà acquistare temporaneamente le proprie quote dalle banche azioniste.

Lo riferisce una fonte vicina allasituazione illustrando i contenuti del decreto oggi sul tavolo del Consiglio dei ministri.

Secondo quanto è emerso nei giorni scorsi, il governo introdurrà un tetto al 5% per le quote di partecipazione e un limite ai dividendi pari al 6% delcapitale.

BORSA USA
l Dipartimento del Commercio ha comunicato oggi che lo scorso mese gli ordini di beni durevoli (Durable Goods Orders) sono calati negli USA del 2%. Gli economisti avevano atteso un calo del 2,2%.

Il dato di settembre è stato rivisto al rialzo, da +3,8% a +4,1%.

Escluso il settore dei trasporti gli ordini di beni durevoli sono scesi ad ottobre dello 0,1%. Gli esperti avevano previsto una crescita dello 0,2%.
Il Dipartimento del Lavoro ha comunicato oggi che la scorsa settimana le nuove richieste di sussidi alla disoccupazione (Jobless Claims) sono calate negli USA di 10.000 unità a 316.000 unità. Si tratta del più basso livello da due mesi. Gli economisti avevano previsto un aumento a 330.000 unità.

Il dato della settimana precedente è stato rivisto al rialzo, da 323.000 a 326.000 unità.
Chicago PMI è sceso a novembre, rispetto ad ottobre, da 65,9 a 63 punti. Gli economisti avevano atteso un calo a 58 punti.

RASSEGNA TITOLI AZIONARI

FIAT
Secondo quanto riportato da Bloomberg, la posticipazione dell’Ipo di Chrysler sarebbe imputabile a questioni di natura fiscale. L’azienda non avrebbe ottenuto il via libera da parte della US Internal Revenue Service.

JUVENTUS

LA NOSTRA SMALL CUP OTTIMA PERFORMANCE PRIMA DELLA PARTITA DI CHAMPIONS CON +2 ,5%

ENI
Il Quotidiano Energia riporta che Eni (ENI.MI) ha concluso nei giorni scorsi un accordo con Bhp Billiton per l’acquisto del 46% di Liverpool Bay, complesso di giacimenti offshore nel Mare d’Irlanda e relative infrastrutture di trasporto, trattamento e stoccaggio in terraferma.

Eni ha già il rimanente 54% e salirà così al 100%. Il complesso di Liverpool Bay, avviato una ventina di anni fa, ha attualmente una produzione di olio e gas pari a circa 25mila baridi di petrolio equivalenti al giorno

FINMECCANICA
NEWS POSITIVA
ha emesso un bond da 700 Mn Eu, con un buon successo (domanda di 4 volte l’offerta). Il coupon fissato al 4,5% ed il prezzo di emissione a 98,505. La scadenza del bond è il 2021.

TELECOM
Secondo Il Sole 24 Ore, si sarebbe conclusa l’istruttoria dell’antitrust brasiliano (CADE ) sugli accordi tra i soci Telco, la finanziaria che controlla Telecom Italia (TIT.MI). Il regolatore avrebbe intenzione di chiedere l’alienazione delle azioni C sottoscritte da Telefonica (TEF.MC), si tratta di titoli senza diritto di voto ma convertibili in azioni con voto dal 1/1/2014, subordinato all’approvazione della stessa autorità.
Se non ci fosse il via libera, scrive il quotidiano, potrebbe riprendere quota l’ipotesi di un’offerta per TIM Brasil, una mossa che eliminerebbe il conflitto di Telefonica in Brasile. La quota di Telecom Italia in Tim
Brasil potrebbe valere 7 miliardi di euro.
Separatamente, l’amministratore delegato di TIM Brasil ha detto che le 7000 torri di trasmissione situate in Brasile saranno vendute o collocate in una joint venture.

INTESA
CREDIT SUISSE TAGLIA A NEUTRAL
Credit Suisse spiega in una nota la sua decisione con il fatto che dopo i forti guadagni dall’inizio dell’anno il titolo ha raggiunto il suo target price a €1,80.

Credit Suisse è diventata inoltre più prudente sugli utili di Intesa Sanpaolo. Le previsioni per gli anni 2013-2015 sono state tagliate in media del 20% all’anno.

Nonostante il downgrade Intesa Sanpaolo resta uno dei titoli bancari preferiti da Credit Suisse all’interno dei mercati periferici europei.
Carlo Messina ha dichiarato che in un quadro di miglioramento dell’economia italiana, Intesa Sanpaolo potrebbe diventare una possibile “preda” per istituti esteri che vorranno entrare nel nostro Paese, vista la modesta capitalizzazione di borsa del gruppo (oggi 28 miliardi di euro circa).
MPS
Kepler Cheuvreux ha confermato la raccomandazione reduce su B.Mps e il prezzo obiettivo a 0,12 euro. “E’ necessario che la banca effettui l’aumento di capitale entro la fine del 2014 in modo da evitare la nazionalizzazione, ovvero la conversione di 4,07 mld euro di Monti bond in azioni ordinarie basata su un 30% di sconto sul prezzo teorico”, spiegano gli esperti. Questo per gli analisti e’ il motivo per il quale il management ha lanciato cosi’ presto la ricapitalizzazione, dopo la quale la societa’ “diverra’ una public company; infatti la quota pari al 33,5% detenuta dalla Fondazione Mps potrebbe scendere all’11% o persino al 5,4%, ipotizzando che riesca a ripagare il debito di 350 mln euro tramite la vendita di una quota del 16% all’attuale prezzo di mercato”, spiega Kepler Cheuvreux. “Ipotizzando che l’istituto riesca a rimborsare 3 mld euro di Monti bond, l’attuale Core Tier 1 del 6,3% sarebbe pari al 9,8% e B.Mps risparmierebbe circa 285 mln euro” in termini di interessi, portando cosi’ il risultato netto vicino al pareggio nel 2014 contro stime degli analisti di una perdita netta pari a 163 mln euro. “Ipotizzando un prezzo di emissione” dell’aumento “di 12 euro per azione, con uno sconto del 35%, la banca emettera’ 250 mln di nuove azioni”, conclude la casa d’affari, che comunque sottolinea come lo sconto potrebbe essere molto piu’ alto.

NEWS LA UE HA DATO OK AL PIANO DI RISTRUTTURAZIONE

UNICREDIT
LA BANCA E’ TRA LE MIGLIORI D’EUROPA COME POSIZIONE STRATEGICA , MA HA RICEVUTO OGGI UN DOWNGRADE DA CREDIT SUISSE A 4,8 EU TARGET NEUTRAL PER PROBLEMI LEGATI AGLI ACCANTONAMENTI DI CREDITI PERICOLOSI.
PER NOI E’ UN BUY

 

Comments are closed.