Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

FTSEMIB ALLA PROVA DELLA TENUTA SU QUESTIONE CANCELLIERI

cancellieriIl range per ora resta 18500/19100,ma con la seduta odierna  potremmo avere delle indicazioni più precise di dove il mercato vuole andare;situazione CANCELLIERI delicatissima potrebbe innescare negatività e spingere i corsi verso il famoso 18000 ,come dare serenità e ripartire per infrangere i 19500.Siamo legati alle sorti del ministro,ma la cosa che ci conforta è lo SPREAD che sembra noncurante della situazione e viaggia sui 234 punti(molto positivo)

LEGGE STABILITA’

Governo e Parlamento chiedono alla Banca d’Italia di adeguarsi, “nel pieno rispetto della sua autonomia”, alla stretta sul pubblico impiego contenuta nella legge di Stabilità.

È questo, secondo quanto riferisce una fonte governativa, il contenuto di un emendamento alla manovra che dovrebbe portare la firma dei relatori: Antonio D’Alì (Nuovo centrodestra) e Giorgio Santini (Pd).

L’indipendenza della Banca d’Italia è garantita dai trattati europei ed ha rango costituzionale. Per questo l’emendamento, che dovrebbe essere depositato domani, si limita a sollecitare un adeguamento, senza imporlo formalmente.

La stretta sul pubblico impiego si articola principalmente in quattro interventi. Innanzitutto, il governo ha rafforzato il blocco del turn over introducendo una percentuale di assunzioni pari al 40% dei ritiri nel 2015, al 60% nel 2016, all’80% nel 2017 e al 100% nel 2018.

Inoltre, anche nel 2014 l’ammontare complessivo delle risorse destinate al trattamento accessorio del personale non potrà superare l’importo del 2010.

CANCELLIERI

Il fascicolo inviato dalla procura di Torino sulle telefonate del ministro della Giustiazia Anna Maria Cancellieri è giunto alla procura di Roma, secondo fonti giudiziarie.

“Il fascicolo è giunto sul tavolo del procuratore della Repubblica Giuseppe Pignatone che non l’ha ancora aperto. 

La procura di Torino, che indaga sulla vicenda del buco da 300 milioni di Fonsai e ha ordinato gli arresti di alcuni componenti della famiglia Ligresti, ha aperto un fascicolo senza ipotesi di reato né indagati riguardo alle telefonate intrattenute dal guardasigilli con esponenti della famiglia Ligresti e ha annunciato ieri di avere inviato gli atti alla procura di Roma.

LETTA SU CANCELLIERI

Enrico Letta decide di blindare il Guardasigilli: ”Sarò molto breve, il voto di sfiducia di domani è una sfiducia al governo”, è l’appello al senso di responsabilità che il premier fa all’assemblea del Pd, alla quale partecipa per scongiurare una conta tra i dem nata tra spinte congressuali e malumori verso la condotta del ministro.

La decisione di Letta di ”metterci la faccia” soddisfa Matteo Renzi, in ogni caso convinto che Cancellieri dovrebbe dimettersi prima del voto di domani anche ”senza un avviso di garanzia” perchè ormai prima di ”autorevolezza” e quindi causa di un indebolimento del governo. Dura poco più di un’ora l’assemblea con cui il premier, insieme al ministro Dario Franceschini, scongiura un cortocircuito dentro il Pd che poteva essere letale per il governo. Senza giri di parole”, Letta mette sul piatto la responsabilità verso il governo. ”So che la pensiamo diversamente – riconosce – ma vi chiedo un atto di responsabilità come comunità, l’unità del Pd è l’unico punto di tenuta del sistema politico italiano”.

Rassegna 10 titoli

INTESA

Oltre allo studio per conferire una cedola dignitosa e ufficializzare la sua soilidita’, Intesa Sanpaolo ha lanciato un’emissione obbligazionaria senior non garantita benchmark sull’euromercato per 1 miliardo destinata ai mercati internazionali.

Si tratta di un bond a tasso fisso a 5 anni emesso a valere sul Programma Euro Medium Term Notes di Intesa Sanpaolo.

La cedola del 3% pagabile in via posticipata il 28 gennaio di ogni anno.

Il prezzo di riofferta stato fissato in 99,714%.

Tenuto conto del prezzo di riofferta, il rendimento a scadenza 3,062% annuo. Lo spread totale per l’investitore pari al tasso mid swap + 195 punti base.

sempre ottimo titolo,buy

 

FINMECCANICA

Dichiarazione Finmeccanica 

Con riferimento a notizie di stampa relative alla possibile cancellazione del contratto per la fornitura di 12 elicotteri AW101 VVIP all’India, Finmeccanica conferma che la societ controllata AgustaWestland non ha ricevuto alcuna comunicazione dal Ministero della Difesa indiano a tal riguardo.

Finmeccanica confida nell’imparziale e trasparente rispetto delle procedure e del principio di legalità per il quale l’India vanta una consolidata reputazione. I rappresentanti di AgustaWestland confermano l’incontro con il Ministero della Difesa indiano previsto per oggi

AgustaWestland, rigettando tutte le accuse di violazione del patto d’integrit precontrattuale e del contratto stesso, consegner la prossima settimana la risposta scritta alle eccezioni sollevate dal Ministero della Difesa indiano.

Se tutto restasse come prima il titolo ne avrebbe grossi benefici ma nell dubbio neutral

MPS

Le indiscrezioni parlano di probabile aumento di capitale gia da gennaio,ma l’attenzione è rivolta all’ok della UE in merito al piano di ristrutturazione,aspettare un livello interessante sui 0,208 /21 ed acquistare con buy speculative

UNICREDIT

anomalia di SPREAD sempre molto positivo a 233 punti e titoli bancari in sofferenza ergo per ora continuiamo a credere che sia solo una questione tecnica per questo comprare su ripiegamenti

JUVENTUS

ieri giornata esaltante che ha portato il titolo da 0,22 eu fino a 0,252 ,con inevitabile prese di beneficio noi continuiamo a crederci e tenere.

TERNI ENERGIA

sempre nel range strettissimo 2,13/18 ma li news sul settore fotovoltaico mondiale sono positive ergo tenere ed acquistare su ripiegamenti.

ENEL

Le news uscite sul titolo sono confortanti e lo SPREAD aiuta molto,ma non essere riuscita l’azione ha tenere i 3,3 eu potrebbe portare a prese di beneficio sul breve con target 3/3,05 eu ,solo un superamento dei 3,3 eu con decisione cambierebbe questo scenario di breve.

ENI

in LIBIA situazione risolta e nuovi upgrade arrivati,per noi titolo solido e va acquistato.

ANSALDO

la sua corsa sta considerevolmente rallentando,per questo motivo ,come dicevamo,siamo a ridosso del target 8,5 eu e di benzina non  ce n’è molta ,ergo siamo usciti dal progetto ma su eventuale ripiegamento sui 7,6 eu ,rientreremo decisamente.

 

TELECOM

ieri abbiamo ricevuto 3 corposi e autorevoli buy sul titolo ,da BERNSTEIN TARGET 1 EU,A DEUTSCHE BANK TARGET 0,9 EU ,PER FINIRE CON MAQUAIRE TARGET 0,9 EU ,CREDERCI E TENERE SAREBBE DOVEROSO,PER NOI BUY SPECULATIVE FINO AL 20 DICEMBRE (ASSEMBLEA)

Comments are closed.