Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

FTSEMIB CHIUDE SOPRA RESISTENZE IMPORTANTI IL BUY E’ SERVITO

BORSAITALIAFTSEMIB CHIUDE SOPRA RESISTENZE IMPORTANTI IL BUY E’ SERVITO

LA ROTTURA DI 18950 HA AVUTO UN SEGUITO ANCORA PIU’ DECISO CON PERFORAZIONE DEL LIVELLO 19100 ,ANCHE SE CHIUSURA 19099 SEMBRA QUASI FATTA APPOSTA , IL MERCATO E’ BUY E CONFERMA L’AVREMO SULLA CHIUSURA DI DOMANI

IMU
Comuni e banche si mostrano critici sul decreto del governo che ha abolito la seconda rata Imu.
I sindaci chiedono all’esecutivo di rimborsare l’intero gettito del 2013, evitando quindi che i contribuenti siano chiamati a versare una parte del tributo a gennaio.
Le banche storcono il naso per i maxi acconti Ires e Irap e per l’addizionale Ires che hanno garantito la copertura del decreto.

“Il governo faccia rapidamente chiarezza sulla seconda rata e onori gli impegni assunti con i contribuenti e i Comuni italiani”, dice il presidente dell’Anci, l’associazione dei sindaci italiani, Piero Fassino.

Il decreto ha un valore di 2,15 miliardi ed elimina il saldo dell’Imu per abitazioni principali, fabbricati rurali e terreni agricoli per la parte coltivata.

La manovra fiscale non copre tutto il gettito ulteriore atteso da quei comuni — ad esempio Milano tra le grandi città — che hanno aumentato le aliquote rispetto ai livelli del 2012.
ALFANO
“Abbiamo parlamentari sufficienti per tenere in vita il governo ma anche viceversa”. Lo dice il vicepremier Angelino Alfano in conferenza stampa al Senato.

“Vedremo chi sarà il segretario e se come primo gesto vorrà far cadere il governo presieduto da un esponente democratico. Spero la vicenda del partito democratico non ricada sull’Italia e che il conto non lo paghino gli italiani”. Lo dice il vicepremier Angelino Alfano rispondendo a chi gli chiede di commentare le mosse di Renzi.

“Subito dopo il congresso del Pd, su cui non vogliamo interferire, e subito dopo l’approvazione definitiva della legge di stabilità vogliamo fare un patto, un contratto di programma per l’Italia del 2014”.

RENZI CRITICO
”Il Pd in questi mesi, in queste settimane – osserva – è stato molto prudente, paziente, responsabile. Ok, siamo stati dei ‘good guys’, dei bravi ragazzi. Però adesso è il momento di chiedere che le cose si facciano, e quindi ci faremo sentire’. E la nuova maggioranza potrà avere la forza per fare le riforme ‘perché il Pd che è il partito più importante della coalizione ha queste idee in testa, e quindi se noi le abbiamo in testa le tireremo fuori’. Altrimenti ‘finish’ ripete Renzi, spiegando che per creare nuovi posti di lavoro bisogna ‘rimuovere gli ostacoli alle imprese’, bisogna, ‘togliere burocrazia, oppressione fiscale e sistema della giustizia’ ma ‘la legge di stabilità non va in questa direzione, è un semplice intervento di tenuta dei conti’.

BORSA USA CHIUSA PER Thanksgiving Day
MA PETER CARDILLO
-“I dati macro economici sono in continuo miglioramento. La settimana prossima e’ atteso il dato del lavoro che e’ molto significativo: se dovesse uscire un dato forte, infatti, la Fed potrebbe valutare di iniziare il taglio al QE”. Lo ha affermato Peter Cardillo, capo economista di Rockwell Global Capital, ai microfoni di Class-Cnbc aggiungendo che “la stabilizzazione della curva del mercato governativo verso i massimi del trading range potrebbe rappresentare un altro segnale importante. Molti operatori sospettano che la banca centrale americana abbia gia’ iniziato il rallentamento agli stimoli monetari”, ma l’esperto si attende “l’annuncio del tapering da parte della Fed gia’ durante il prossimo meeting del Fomc a dicembre”
RASSEGNA TITOLI
ENI
ha annunciato ieri la firma di un accordo PSA con il governo ucraino per l’esplorazione e lo sviluppo di 4 licenze nel Mar Nero.

L’area esplorativa si estende per circa 1,400 kmq nelle acque convenzionali al largo della Crimea orientale e include le licenze di Subbotina, dove è stata fatta una rilevante scoperta.

FINMECCANICA
ha siglato un memorandum con il ministero della difesa libico per la ripresa degli accordi commerciali in essere prima del conflitto civile. Dovrebbe ripartire l’attività della joint venture Liatec ed un contratto da 300 milioni per Selex ES. Nel frattempo, Finmeccanica starebbe cercando un
partner per l’acquisizione di Avio Spazio dal fondo Cinven. Secondo i quotidiani le società maggiormente interessate sarebbero Eads e Thales

TELECOM
Secondo l’agenzia Bloomberg, Telecom Italia (TIT.MI) avrebbe avviato le trattative per la cessione delle 7.000 torri di trasmissione che possiede in Brasile per una valorizzazione di 700 milioni di euro. L’a.d. di Tim Brasil, Rodrigo Abreu, ha parlato di potenziale cessione, oppure anche di una possibile joint venture.

Telecom Italia intende vendere anche le 12.000 torri che possiede in Italia: per queste si parla di un introito tra 500 milioni e 1 miliardo di euro. Interessati sarebbero Ei Towers (EIT.MI), Abertis, American Tower e F2i.

FIAT

MOLTO INTERESSANTE ACCUMULARE SU STORNI,PER NOI SARA’ UN GRAN SUCCESSO L’IPO CHRYSLER

UNICREDIT
COPERTO IL GAP A 5,445 EU ADESSO DEVE MOSTRARE I MUSCOLI VERSO 5,7 EU GROSSISSIMA RESISTENZA E LI SI FARA’ LA STORIA DEL TITOLO,NEL FRATTEMPO UNICREDIT BANK AUSTRIA ASSERISCE :taglierà fino a 850 posti di lavoro in Austria nell’ambito del piano di riduzione dei costi ammininistrativi per 130 milioni di euro.

INTESA
REGGE BENISSIMO E DEVE OLTREPASSARE IL MURO DEGLI 1,8 A QUEL PUNTO TORNA AD ESSERE UN BUY ACCLARATO

ETF LEVMIB
VE NE HO PARLATO IERI ED OGGI E’ ESPLOSO,IL NOSTRO SITO HA CONSIGLIATO E FATTO ACQUISTARE UNA QUOTA AI SUOI SOCI DA TENERE FINO A 21000 PUNTI.

MPS
LA FONDAZIONE HA DATO SEGNALI CONFORTANTI MA IL TITOLO CON RUMORS DI EVENTUALE AUMENTO CAPITALE TRA 0,05 E 0,07 CENTESIMI NON HA VOGLIA DI RIPARTIRE.

STS
ADESSO CON MERCATO CHE PRENDERA’ QUOTA SARA’ IL FANALINO DI CODA PER LA SUA STRUTTURA DIFENSIVA.

 

Comments are closed.