Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

FTSEMIB CHIUSURA IN LINEA ASPETTANDO LA PROSSIMA SETTIMANA

borsa8FTSEMIB CHIUSURA IN LINEA ASPETTANDO LA PROSSIMA SETTIMANA

CHIUSURA 18822 PUNTI

L’INDICE ANCORA IN LATERALITA’,ASPETTIAMO LA PROSSIMA SETTIMANA PER AVERE LA TENDENZA UFFICIALE ,SOPRATTUTTO SE CI SARANNO I PRESUPPOSTI PER RIALZO A 21000 PUNTI PER FINE ANNO.

TAJANI
L’euro è troppo forte in questo momento e ciò non aiuta l’economia europea.

Lo ha detto oggi il vicepresidente della Commissione Ue, con delega all’Industria, Antonio Tajani, auspicando anche nuove regole checonsentano alla Banca centrale europea di incidere maggiormente sull’economia reale.

“Oggi l’euro è troppo forte per la nostra economia (europea) e questo non aiuta”, ha detto Tajani entrando all’asseblea di Federcasse a Roma.

“[il presidente della Bce Mario]Draghi sta lavorando benissimo, sta sostenendo l’economia reale nel modo migliore ma servono regole affinché la Bce lavori non solo per la stabilitá ma anche per l’economia reale come la Fed o la Banca del Giappone”, ha aggiunto. Tajani ha anche auspicato che “l’Unione bancaria venga realizzata rapidamente”.

LETTA
L’Italia resterà un Paese vulnerabile dal punto di vista finanziario fino a quando il rendimento sul Btp benchmark resterà superiore al 3%, secondo il presidente del Consiglio Enrico Letta.

“Finché l’Italia nonsarà arrivata almeno al 3% sul bond decennale e questo non sarà diventato un punto di riferimento, noi continueremo a vivere una condizione di vulnerabilità”, ha detto Letta a una conferenza bancaria.

GERMANIA
L’indice Ifo è salito questo mese, rispetto ad ottobre, da 107,4 a 109,3 punti. Gli economisti avevano atteso 107,9 punti.

Il sottoindice sulle aspettative è salito a novembre, rispetto ad ottobre, da 103,6 a 106,3 punti e quello sulle condizioni attuali da 111,3 a 112,2 punti.

DRAGHI
Mario Draghi ha detto che, prima che siano completati i test dell’istituto centrale, andrebbero creati dei paracaduti congiunti a livello nazionale ed europeo.Draghi ha poi comunicato che i parametri chiave per gli stress test verranno annunciati entro la fine di gennaio.

Redditometro
Il garante sulla privacy ha dato il via libera all’utilizzo del redditometro, ma ha fissato i paletti che il fisco dovrà seguire. in particolare, il reddito dei contribuenti potrà essere ricostruito utilizzato solo spese certe e non presunte. il fitto figurativo (attribuito al contribuente in assenza di un’abitazione di proprietà o di una locazione nel comune di residenza) non potrà essere utilizzato per selezionare i contribuenti da sottoporre ad accertamento. si dovrà fare particolare attenzione alla qualità e all’esattezza dei dati e il contribuente dovrà essere informato che i suoi dati saranno utilizzati anche ai fini del redditometro

TAPERING
Il dibattito sulla riduzione del ritmo del programma di acquisto di bond della Federal Reserve Usa, il cosidetto ‘tapering’, sarà sul tavolo della prossima riunione di politica della banca centrale a dicembre. Lo ha detto il presidente della Fed di Kansas City, Esther George, a margine di un evento a Parigi.

Alla domanda se si aspetta che la Fed possa discutere del ‘tapering’ già a dicembre George ha risposto: “Sono discussioni che abbiamo a ogniriunione e quindi mi aspetterei che continueremo a discutere ancora”

RASSEGNA 9 TITOLI
ENI

Enrico Letta, Primo Ministro italiano, ha presentato un piano privatizzazioni per complessivi 10-12 miliardi di euro. Il piano prevede anche il collocamento di un 3% di Eni (ENI.MI), per un controvalore pari a circa 2 miliardi.

Come anticipato da MF due giorni fa, la privatizzazione sarebbe accompagnata dal buy-back (acquisto di azioni proprie) da parte di Eni, al fine di limitare la diluizione della quota pubblica.

FIAT
TITOLO IN PORTAFOGLIO DA IERI
Equita Sim ha alzato la raccomandazione su Fiat (+1,87% a 5,985 euro) da hold a buy, con target price che sale da 6 a 7,1 euro. Secondo la stampa le banche del collocamento avrebbero valutato Chrysler tra 9 e 16 mld usd, con intenzione di proporre l`Ipo nel range 10-11 mld usd. “Se confermata, implicherebbe una valutazione del 41,5% di Veba di 3,1-3,4 mld euro, inferiore alla nostra valutazione di 3,9 mld euro”, spiega Equita. Il rating passa a buy

ANSALDO
Il Mondo oggi ritorna a parlare della creazione di una holding nei trasporti, partecipata dal Fondo Strategico Italiano (FSI), Finmeccanica e da altri soggetti, dove confluirebbero oltre ad Ansaldo Energia, Ansaldo STS (STS.MI), Ansaldo Breda e le Ferrovie. La quota in Ansaldo STS (40%) verrebbe ceduta al FSI o in alternativa sarebbe ceduta da Finmeccanica una quota superiore al 30% con una put sulla quota rimanente.

TERNI ENERGIA
NEWS SUL NOSTRO PROGETTO 2014
Secondo Il Mondo, sarebbe stato raggiunto il target di raccolta di 50 milioni di euro di euro del fondo immobiliare RA “Renewable Asset” di cui TerniEnergia sarà partner tecnico e che dovrebbe mettere in campo investimenti per 150 milioni. Una seconda tranche di raccolta per 50 milioni sarà completata nel 2014 portando il potenziale di investimenti a 300 milioni
BUY TARGET 2,7/8 EU

INTESA ED UNICREDIT
Il governo ha spostato al prossimo martedì l’approvazione del decreto per la rivalutazione delle quote in Banca d’Italia, in attesa dell’esito del parere richiesto alla Bce su tale manovra.
SU UNICREDIT:l’a.d. Federico Ghizzoni, nel corso di un incontro con gli analisti, ha annunciato che il piano di provvista per il 2013 e’ stato completato al 90%”. Secondo quanto riportato dalla banca in occasione dei conti trimestrali il dato a inizio novembre era pari all’84%. “Nel complesso”, prosegue l’esperto, “i messaggi emersi sono stati rassicuranti per quanto concerne l’implementazione della riorganizzazione interna e la semplificazione, volta al risparmio di costi e al miglioramento di ricavi e redditivita’”.
QUINDI ACCUMULARE SU STORNI

TELECOM
NUOVE NEWS BUONE PER IL TITOLO
Secondo La Repubblica, ritornerebbe in vigore l’ipotesi di una fusione tra Tre e Wind con Li ka Shing (Tre) disposto valutare Wind mobile 6,7 miliardi mentre Vodafone potrebbe rilevare Infostrada (2 miliardi di euro).
Equita Sim conferma il rating su Telecom I. a hold e il target price a 0,75 euro. In merito alle ipotesi di un’eventuale fusione tra Wind e H3g, gli esperti spiegano che “il mercato mobile italiano necessita di consolidamento”, aggiungendo che “in passato avremmo visto con grande favore una combinazione Telecom-Hutchison, ma oggi e’ diventato un deal non piu’ percorribile”. La casa d’affari fa tuttavia notare che una fusione tra Wind-H3g potrebbe portare “il beneficio di offrire un grande miglioramento dell’area competitiva, soprattutto perche’ si combinerebbero i due operatori piu’ aggressivi nelle politiche di prezzo”
L’UNIONE WIND/TRE PORTEREBBE TELECOM AD AVERE MENO COMPETITOR BUY TARGET 0,85 EU

MPS

Secondo quanto riferito da un operatore, “nel corso di un incontro con gli analisti il Cfo” Bernardo Mingrone “e’ stato molto convincente sul lavoro fatto in termini di de-leverage e riduzione del rischio e anche sul potenziale di ripresa della redditivita’. La ricapitalizzazione sara’ cruciale e la banca vorrebbe procedere il prima possibile”

INTERESSANTE SUI 0,208 EU

JUVENTUS
emendamento stadi, ancora consumo del suolo?: l’emendamento inserito dal governo a favore della costruzione degli stadi sta già causando una bufera. a finire sotto accusa è in particolare la parte della norma che contiene la dicitura “anche non contigui” e che potrebbe secondo alcune interpretazioni lasciare il passo alla costruzione di strutture lontane dagli stadi e di tutt’altra natura come negozi e cinema. si tratterebbe, in parole parole, di un’ulteriore cementificazione selvaggia del territorio. secondo legambiente e gli architetti di green italia sarebbe un ulteriore attacco alla tutela del territorio nel nostro paese .

Comments are closed.