Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Ftsemib fase laterale propedeutica ad uno storno?

BORSAITALIA

Ftsemib fase laterale propedeutica ad uno storno?

CHIUSURA 20391 PUNTI

LA DIFFICOLTA’ NEL DOVER SUPERARE LO SCOGLIO POSTO A 20500 ,RICEVE OGNI SEDUTA CONTINUE CONFERME,OGGI SI E’ EFFETTUATA UNA SORTA DI ROTAZIONE DALLE BANCHE VERSO TITOLI PIU’ DIFENSIVI,ANCHE PERCHE’ ,OLTRE AD AVER CORSO MOLTO,LO SPAURACCHIO DEI PAESI EMERGENTI ED IN SECONDO LUOGO DELL’AMERICA E’ SEMPRE PRESENTE,ERGO IMPORTANTE E’ NON PRENDERLE.

NEL FRATTEMPO LA NUOVA SQUADRA DI RENZI
Un governo snello, con 16 ministri di cui la metà donne. Sarebbe composta la nuova squadra del premier incaricato, Matteo Renzi, che è arrivato al Quirinale per sciogliere la riserva e presentare al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano la lista dei ministri. All’Economia sembra ormai certo Pier Carlo Padoan, che è ripartito dal G20 di Sidney, alla volta di Roma.

Lo schema della squadra potrebbe anche subire qualche modifica nelle trattative dell’ultima ora, e il numero dei ministri potrebbe arrivare anche a diciotto, numero oltre il quale il premier incaricato non vuole andare. Ncd avrebbe confermato i suoi tre ministri: Alfano all’Interno, ma non più vicepremier, Lorenzin e Lupi.

“Il mio unico obiettivo, insieme a Ncd, è fare un lavoro utile per l’Italia. Sono abbastanza soddisfatto. Ci sono le condizioni per fare una buona squadra” ha detto Angelino Alfano in mattinata, limitandosi a rispondere a chi gli chiedeva se manterrà entrambe le cariche anche nel governo Renzi: “Non si è posto questo problema. Non le ho mai chieste entrambe”.
ALITALIA
alitalia, l’ue frena sull’ingresso di etihad: la commissione europea frena sul dossier alitalia. secondo il commissario per la concorrenza Joaquin Almunia ci sarebbe ancora molto da approfondire sulla questione, perché le discussioni sono ancora lunghe e difficili e si concentreranno sul piano di ristrutturazione e sulle condizioni per gli investimenti. Almunia ha comunque assicurato di voler attendere il governo renzi prima di proseguire la discussione (corriere.it)
ITALIA E RIFORME
I tempi di realizzazione delle riforme annunciate dal primo ministro incaricato Matteo Renzi sono piuttosto stretti ma se venissero rispettati, avrebbe un impatto positivo sul rating italiano.

Lo dice a Reuters Giacomo Barisone, analista dell’agenzia di rating Dbrs, che si pronuncerà l’11 aprile sul merito di credito italiano.

“Sottolineiamo che i tempi previsti per l’approvazione delle riforme sono piuttosto ravvicinati. L’annunciato cambio di passo sarebbe positivo per il rating dell’Italia, nella misura in cui l’ambiziosa tempistica delle riforme venisse effettivamente rispettata”, spiega Barisone.

“Qualora questo processo dovesse essere rinviato sine die, le prospettive sul rating ne risentirebbero”, avverte.

Dbrs potrebbe rivedere l’outlook a stabile qualora vi fosse “un effettivo rafforzamento delle prospettive di crescita dell’economia innescato dalla riuscita attuazione delle riforme istituzionali, economiche, fiscali edel mercato del lavoro”, aggiunge Barisone.

Il rating ‘A low’ di Dbrs, che ha un outlook negativo, preserva i titoli di Stato italiani da una peggiore valutazione per l’utilizzo come collaterale nelle operazioni di rifinanziamento presso la Banca centrale europea.

“Sul fronte istituzionale Dbrs ritiene che una riforma elettorale mirata a migliorare la governabilità sarebbe un fattore positivo se tradotto in un quadro politico più stabile”, sottolinea l’analista.
BORSA USA

La National Association of Realtors (l’Associazione Agenti Immobiliari degli USA) ha comunicato oggi che le vendite di case esistenti (Existing Home Sales) sono calate a gennaio del 5,1% a 4,62 milioni di unità. Si tratta del più basso livello dal luglio del 2012. Gli economisti avevano atteso 4,7 milioni di unità.

Il dato di dicembre è stato confermato a 4,87 milioni di unità.

Il prezzo medio di vendita è aumentato lo scorso mese da anno ad anno del 10,7% a $188.900.

GROUPON
ha registrato lo scorso trimestre una buona performance, il suo outlook ha deluso però le attese degli investitori. Il titolo crolla al momento nel pre-borsa del 12,5%.

Groupon ha chiuso il quarto trimestre in rosso del 2013 di $81,2 milioni, pari a $0,12 per azione. Escluse le voci straordinarie avrebbe generato un utile di $0,04 per azione. I ricavi sono aumentati di più del 20% a $768,4 milioni. Gli analisti avevano previsto un utile di $0,02 per azione e ricavi di $720,6 milioni.

Groupon aumenterà ancora le spese di marketing per spingere la sua crescita. Il sito specializzato nell’offerta di sconti e promozioni si attende di conseguenza per il corrente trimestre una perdita operativa di $0,02 – $0,04 per azione. Il consensus era di un utile di $0,05 per azione. I ricavi dovrebbero ammontare a $710 – $760 milioni contro $688 milioni attesi da Wall Street.

RASSEGNA TITOLI

UNICREDIT

I PROBLEMI SULLA LIRA TURCA E NELL’EUROPA DELL’EST HANNO MOMENTANEAMENTE FERMATO L’AZIONE ,MA QUANDO FINIRANNO ,E SI PREVEDE ENTRO QUALCHE MESE TORNERA’ PIU’ FORTE DI PRIMA,PER ORA QUALCHE DOWNGRADE
MainFirst ha ridotto la raccomandazione su Unicredit da outperform ad underperform, con prezzo obiettivo che sale da 6 a 6,2 euro.

SAIPEM ED ENI
Il titolo è alla quarta seduta consecutiva positiva, ma resta ancora al di sotto del massimo del 2014, segnato il 20 gennaio a 17,94 euro.
Il titolo continua a beneficiare delle indiscrezioni secondo cui la norvegese Subsea 7 sarebbe interessata ad acquistare una quota della società italiana dei servizi petroliferi.

L’11 febbraio scorso Saipem ha annunciato i risultati del quarto trimestre 2013, chiuso con un utile netto di 70 milioni e un Ebit di 161 milioni di euro.

Delusi gli analisti: le attese erano per un utile netto di 123 milioni e un Ebit di 237 milioni.

Per quanto riguarda le proiezioni, Saipem prevede per l’intero 2014 un Ebit tra 600 e 750 milioni di euro su ricavi tra 12,5 miliardi e 13,6 miliardi. L’utile netto è stimato tra 280 e 380 milioni. Le previsioni del consensus degli analisti erano posizionate più in alto. ENI NE DOVREBBE BENEFICIARE A CASCATA,MA PER ORA IL 17,4 EU TIENE E NON CONSENTE ALLUNGHI

INTESA
BlacRock ha comunicato di possedere il 5,004% del capitale a titolo di gestione del risparmio. Lo si evince dal sito web di Intesa Sanpaolo.

Il fondo americano diventa così il secondo azionista dietro Compagnia Sanpaolo (9,7%) e davanti a Fondazione Cariplo (4,95%), Fondazione C.R. Padova e Rovigo (4,51%), Ente C.R. Firenze (3,32%), Generali (2,63%), Fondazione C.R. Bologna (2%).MA INEVITABILMENTE DOPO AVER CORSO MOLTO…

 

TELECOM
. La stampa ritiene possibile una fusione tra Tim Brasil e l’operatore di telefonia fissa Gvt, controllato da Vivendi. Sempre secondo le indiscrezioni, al governo brasiliano non piacerebbe invece l’ipotesi di spezzatino di Tim Brasil che provocherebbe una riduzione da 4 a 3 degli operatori telefonici locali. Gli abbonati di Tim Brasil appartengono alla fascia piu’ povera della popolazione e nell’ipotesi di spezzatino verrebbero penalizzati. Il governo sarebbe quindi favorevole ad una fusione tra Tim Brasil e Gvt, che porterebbe alla creazione di un forte operatore integrato tra fisso e mobile. Mediobanca Securities evidenzia che rumors su “un possibile deal tra Tim Brasil e Gvt sono gia’ stati riportati” piu’ volte dalla stampa. Comunque, gli analisti vedono “questa opzione strategica interessante dal punto di vista industriale, dal momento che questo deal potrebbe portare alla formazione di un leader nel mercato delle tlc brasiliano. Tim Brasil e’ infatti uno dei leader del mercato mobile domestico, mentre Gvt opera con la telefonia fissa, la pay-tv e internet”. Di contro, la potenziale cessione di Tim Brasil “potrebbe essere un modo semplice per ridurre velocemente l’indebitamento”, spiegano gli analisti, aggiungendo di continuare “a vedere un possibile consolidamento dei mercati dell’America Latina”

Beni stabili

IERI HA EFFETTUATO U MINIMO A 0,587 EU MOLTO VICINO ALLA COPERTURA DELL’ULTIMO GAP APERTO E LA REAZIONE C’E ‘ STATA LO STESSO A DIMOSTRAZIONE DELLA VALIDITA’ DEL TITOLO
JUVENTUS

L’EUROPA LEAGUE ERA SCONTATA (VITTORIA ) GIA NEI PREZZI E QUEST’OGGI IL TITOLO NON HA AVUTO SCOSSONI ,ASPETTIAMO PAZIENTI ALLORA IL,CAMPIONATO,CREDIAMO NELL’AZIONE
TERNI ENERGIA

LA NOSTRA SMALL CUP 2014 ,COME PROGETTO ALLE PRESE CON LA RESISTENZA POSTA A 2,15 EU,UN SUO SUPERAMENTO CORREDATO DAL SUPERAMENTO DELL’ALTRA RESISTENZA A 2,2 EU ,APRIREBBE SCENARI RIALZISTI CORPOSI.
ANSALDO

SI ACCENDONO I MOTORI,TRATTATIVA SERRATA CON GENERAL ELECTRIC,IL PROBLEMA E’ SEMPRE LA QUOTA IN MANO AD EVENTUALE CDP…

 

Comments are closed.