Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

FTSEMIB IL PIU’ AMATO DAI BROKER AMERICANI

borsa italia

FTSEMIB IL PIU’ AMATO DAI BROKER AMERICANI

CHIUSURA 19692 PUNTI

MOLTO BENE CI STIAMO LASCIANDO ALLE SPALLE IL LIVELLO 19500 ,ANCHE SE TUTT’ORA NON MOLTO LONTANO.OGGI ,COME ACCADUTO QUALCHE SETTIMANA FA CON GOLDMAN SACHS,ABBIAMO RICEVUTO UN SOLIDO ED AUTOREVOLE UPGRADE SU BANCHE E AZIONARIO IN GENERE ,DEL NOSTRO PAESE ,DA PARTE DI CITIGROUP .LE GRANDI POTENZE AMERICANE ,INTESO COME BANCHE D’AFFARI E CASE DI BROKERAGGIO,SONO ORIENTATE VERSO L’EUROPA E SOPRATTUTTO SUI PAESI PERIFERICI,CON SPAGNA ED ITALIA IN TESTA.LA POSSIBILITA’ DI POTER SALIRE CORPOSAMENTE PER FINE ANNO E’ SEMPRE PIU’ CONCRETA.SEDUTA IN POMPA MAGNA PER UNICREDIT,DOVEVA RECUPERARE UN PO’ DI MARGINE LASCIATO IN QUESTE SETTIMANE A SCAPITO D’INTESA.

 

LETTA PIANO 2014
nel piano letta 250 milioni per ricerca e innovazione: nel piano per l’anno 2014 su ricerca e innovazione nell’impresa, finanziato da fondi comunitari e nazionali, varato dal consiglio dei ministri è previsto un movimento di “complessivamente 250 milioni di euro”. il presidente del consiglio enrico letta ha spiegato che l’obiettivo del piano è “dare un input molto forte a ciò che porta più ricerca e innovazione nell’attivita di impresa” incentivando l’assunzione di laureati (repubblica.it)

GRAN BRETAGNA

tassare i ricchi minaccia le casse dello stato: studio choc da parte dell’institute for fiscal studies del regno unito, secondo cui tassare troppo i ricchi metterebbe in pericolo l’economia. secondo il rapporto, l’1% più ricco della popolazione britannica paga il 27,5% del totale delle tasse dirette incamerate dallo stato. tassare eccessivamente chi guadagna molto potrebbe spingere loro a emigrare in un altro paese con migliori condizioni fiscali o trovare metodi per evadere le tasse (agenzia)

Renzi
A Matteo Renzi converrebbe andare al voto, ma al Paese no. Lo ha detto stamani lo stesso segretario del Pd in un tweet.
“A me conviene votare, ma all’Italia no”, ha detto Renzi in uno scambio con il giornalista Giovanni Valentini, come confermato dall’entourage del sindaco di Firenze.
“Siamo a un passo da una riforma storica – Senato, province, legge elettorale, titolo V”, ha detto ancora Renzi.
Due giorni fa il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha stoppato il rincorrersi di voci sulla possibile staffetta Letta-Renzi a Palazzo Chigi.

Letta /Renzi
Il segretario del Pd Matteo Renzi, che ieri ha concluso una riunione della direzione del suo partito promettendo una discussione a tutto campo sul governo il 20 febbraio, cioè dopo la prevista votazione alla Camera della riforma elettorale concordata con Silvio Berlusconi, sta cercando di capire quanto consenso avrebbe il tentativo di succedere a Enrico Letta a Palazzo Chigi senza nuove elezioni.

Lo riferiscono a Reuters alcune fonti del Pd.

Ma il premier Letta non ha alcuna intenzione di farsi da parte, dicono altre fonti. Dunque tra i due potrebbe aprirsi un nuovo scontro.

GERMANIA
La produzione industriale è scesa a dicembre in Germania, la prima economia della zona euro, dello 0,6%. Gli economisti avevano previsto un aumento dello 0,5%.

Il dato di novembre è stato rivisto al rialzo, da +1,9% a +2,4%.

Moavero
La decisione della Corte costituzionale tedesca di rinviare alla Corte europea di giustizia un ricorso contro la legittimità del programma della Bce di acquisti illimitati di bond, l’Omt, è importante perché riconosce il primato del diritto Ue.

Lo ha detto il ministro delle politiche europee Enzo Moavero Milanesi intervenendo alla Conferenza in corso alla Camera in onore del presidente Carlo Azeglio Ciampi, “L’ingresso dell’Italia nell’Euro: problemi e prospettive”

BORSA USA

Il dato Usa sui nuovi posti di lavoro nei settori non agricoli a gennaio e’ stato pari a 113.000 unita’, decisamente inferiore al consenso posto a 180.000. “Il dato e’ stato pessimo, ma il mercato, dopo un’iniziale reazione negativa, ha recuperato alla luce del tasso di disoccupazione un po’ migliore del previsto, 6,6% contro 6,7%, e soprattutto della rilevazione sui posti di lavoro nel settore manifatturiero, +21.000 contro le attese a +10.000”
Rassegna titoli

INTESA

SEMPRE IN SPOLVERO MA A QUESTI LIVELLI MEGLIOI UNICREDIT,Citigroup ha alzato la raccomandazione su Intesa Sanpaolo  da sell a neutral, con prezzo obiettivo che passa da 1,45 a 2,10 euro. “Pensiamo che un miglior contesto macro sia di sostegno alla redditivita’ del gruppo”, affermano gli esperti, che notano inoltre come la banca abbia una “solida posizione patrimoniale” e come “non vi siano catalizzatori negativi di breve termine”. Ad ogni modo, conclude Citigroup, “la valutazione e’ a premio rispetto ai peer”.
UNICREDIT
ANCHE CITIGROUP HA CAPITO LA VALENZA DELLA NOSTRA AZIONE CON TARGET 6,6 EU,MOLTO BENE IL NOSTRO PROGETTO 2014,LA ROTTURA DEI 5,7 EU APRIRA’ PRATERIE.

FIAT
Il marchio Ferrari non sara’ trasferito in Olanda. Lo dice una nota della societa’ del gruppo Fiat (F.MI) che “smentisce in modo categorico quanto pubblicato questa mattina da un quotidiano del nord secondo cui il marchio sarebbe trasferito in Olanda”.

“La notizia è destituita di ogni fondamento. La Ferrari è dal 1947 a Maranello dove rimarrà con le sue vetture e il suo marchio”, dice ancora la nota.
MPS
continuerà a esercitare la facoltà di non procedere al pagamento degli interessi maturati nelle date di pagamento cedolari previste per quattro emissioni “preferred”, fra cui il cosiddetto “Fresh”. Lo annuncia una nota ricordando che tale facoltà, già esercitata a settembre, è contrattualmente consentita dai rispettivi regolamenti dei titoli coinvolti se vengono date determinate condizioni.

La decisione, presa per la prima volta a settembre, appare soddisfare le richieste di Bruxelles: per dare alla banca il disco verde agli aiuti da 4,07 miliardi ricevuti dal Tesoro, l’anno scorso la Ue avrebbe anche fatto rilievi sul pagamento di una cedola discrezionale ai titolari di bond ibridi, che sarebbe contraria alle nuove regole Ue.

“La Banca informerà il mercato, con un’apposita comunicazione, quando il pagamento delle cedole sui suddetti titoli riprenderà regolarmente”, conclude la nota.
ALLEGGERITO IL 50% SU PRIMA TREND LINE A 0,184 EU

ANSALDO
COMINCIA A MUOVERSI SOPRA 8,4 EU MOLTO BENE
ENI
ANELLO DEBOLE DI TUTTO IL MERCATO AZIONARIO, MA SU LIVELLI DI IPERCOMPRATO IMPORTANTI E SE IL RENDICONTO TRIMESTRALE NON FOSSE COSI NEGATIVO?NOI SULLA CHIUSURA VASCA A SEI MESI ABBIAMO COMPRATO
TELECOM
Gli esperti di Equita Sim in una nota evidenziano i segnali di miglioramento per Telecom Italia. Il Cda, precisano gli analisti una nota, ha comunicato che relativamente al 2013 e’ stata rispettata la guidance sul debito e che l’Ebitda domestico e’ in linea con i target. E’ stato inoltre indicato che ‘complessivamente il recente andamento dell’attivita’ domestica manifesta segnali di progressivo miglioramento, in linea con i nuovi obiettivi di Piano 2014-2016′ che prevedono, come le stime di Equita un Ebitda in calo a singola cifra (bassa). Anche Vodafone ha indicato ieri segnali di stabilizzazione sul mercato. Il consiglio, inoltre, ha anche approvato la procedura in caso da seguire in caso di negoziazioni per la vendita di Tim Brasil, concludono gli esperti. Telecom I

TERNI ENERGIA

PRIMO STEP A 2,07 EU ,OGGI TESTATO CON QUALCHE SPORADICO VOLUME,MA BUY SOLTANTO SOPRA 2,1 EU

 

TREVI

CONTINUA IL BUON MOMENTO DOPO UPGRADE DI GOLDMAN ADESSO LO SCOGLIO SONO I 6,8 EU

ENEL
Nuova frenata a gennaio dei consumi elettrici. Secondo i dati rilasciati da Terna , lo scorso mese l’energia elettrica richiesta in Italia ha fatto registrare una flessione del 4% rispetto al gennaio dello scorso anno.

Depurata dagli effetti di calendario e temperatura, la variazione della domanda elettrica di gennaio 2014 è più contenute: -2,5%. Rispetto al 2013, infatti, si è avuto un giorno lavorativo in meno e una temperatura media mensile superiore di circa due gradi.INCIDENZA ANCHE SULL’ENEL?

JUVENTUS

ASPETTATIVA CON PICCOLI SCAMBI A RIALZO PER CAMPIONATO E COPPE

 

 

 

Comments are closed.