Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

FTSEMIB INARRESTABILE,PIACE UN GOVERNO RENZI

 

RENZI

FTSEMIB INARRESTABILE,PIACE UN GOVERNO RENZI
SIAMO ORMAI VERSO IL NOSTRO TARGET,COME ALCUNI DICONO DA NOI TANTO DECANTATO ,MA ALLA FINE RAGGIUNTO (O MOLTO VICINO ALLA SUA REALIZZAZIONE)IL MERCATO USA CON INDICE SP 500 ,SI AVVICINA INESORABILE ALLA CHIUSURA DEL GAP A 1840 ( POI VEDREMO… COSA ACCADRA’)PER IL MOMENTO CI GODIAMO QUESTA SITUAZIONE MA RESTIAMO VIGILI ,SOPRATTUTTO IN AMERICA CHE DOPO AVER RAGGIUNTO IL SUPPORTO 1730 E DA LI RIMBALZATO,DOVRA’ DIMOSTRARE LA SUA FORZA PERFORANDO I MASSIMI STORICI;L’ITALIA CHE AD INIZIO ANNO VI AVEVAMO SEGNALATO AVREBBE SOPRAPERFORMATO GLI USA ,CI STA DANDO RAGIONE.

Chiusura 20436 punti
ENTRATE TRIBUTARIE
In dicembre 2013 le entrate tributarie sono aumentate a 71,705 miliardi dai 31,211 miliardi registrati in novembre e in rialzo dai 68,962 miliardi del dicembre del 2012.

Lo rende noto la Banca d’Italia nel supplemento di Finanza pubblica al Bollettino Statistico.

BARROSO SU RENZI
Il presidente della Commissione europea José Manuel Barroso ha detto oggi di ritenere che il leader del Pd e candidato premier in pectore Matteo Renzi sia molto interessato al processo d’integrazione della Ue. Rispondendo a chi chiedeva commenti sugli sviluppi politici in Italia, dopo che il Pd ha sfiduciato ieri il governo e Letta si è recato oggi al Quirinale per rassegnare le dimissioni, Barroso ha speso parole di apprezzamento per il presidente del Consiglio uscente: “Ho chiamato Letta per dirgli di persona che ho apprezzato molto la grande cooperazione che abbiamo sviluppato durante il periodo in cui è stato primo ministro. E’ stato un piacere lavorare con lui”.

Il capo dell’esecutivo di Bruxelles non ha invece fatto commenti sul nuovo governo che nascerà dopo le consultazioni di oggi e domani da parte del presidente della Repubblica Giorgio Napoltano. Anche se, parlando di Renzi, Barroso ha detto di averlo incontrato diverse volte e di avere “l’impressione che abbia un profondo interesse nel portare avanti il processo di integrazione europea”
Curiosita’

Allarme conti pubblici in grecia: la grecia non smette di tremare. a generare l’allarme ora è una sentenza del consiglio di stato di atene che giudica incostituzionali i tagli agli stipendi delle forze dell’ordine, che l’esecutivo aveva effettuato, dopo averli concordati con la troika, alla fine del 2012. la sentenza prevede il rimborso dei tagli ritenuti in contrasto con la carta costituzionale, nonché il ripristino delle vecchie retribuzione per quest’anno e per gli anni seguenti. secondo i calcoli il ministro dell’economia dovrà trovare tra i 500 milioni e il miliardo (investireoggi.it)

Google prenderà in affitto dalla nasa l’hangar one: la nasa e google hanno confermato la notizia: l’azienda di mountain view prenderà in affitto la storica aviorimessa statunitense hangar one. ma come verrà utilizzata quest’ultima? a quanto pare l’hangar ospiterà le attività di ricerca e sviluppo della nuova divisione di google dedicata alla robotica

BORSA USA
La Federal Reserve ha comunicato oggi che la produzione industriale (Industrial Production) è calata a gennaio dello 0,3%. Il calo è stato causato dall’eccezionale ondata di freddo che ha colpito alcune aree degli USA. Gli economisti avevano previsto un aumento dello 0,3%.

Nel settore manifatturiero la produzione è calata dello 0,8% e in quello manifatturiero dello 0,9%. Nel settore delle utilities, che ha beneficiato della forte domanda di energia per il riscaldamento, la produzione è invece salita del 4,1%.

L’utilizzo della capacita’ produttiva è sceso a gennaio, rispetto al mese precedente, dal 78,9% al 78,5%. Gli esperti avevano previsto un aumento al 79,4%.

L’Università del Michigan ha annunciato che in base alle sue stime definitive il suo indice relativo alla fiducia dei consumatori statunitensi (Michigan Consumer Confidence Index) è rimasto a febbraio invariato a 81,2 punti. Gli economisti avevano previsto un calo a 80,2 punti.
Rassegna titoli
Ansaldo
Vendite su Ansaldo Sts in avvio di seduta. Alla luce delle indiscrezioni in merito alla possibilita’ di un deal con la Cassa Depositi e Prestiti gli esperti di Equita Sim ritengono che lo scenario speculativo best case (Opa sull’intero capitale ad un valore intorno a 9,4 euro) abbia minori probabilita’ di manifestarsi o quanto meno venga posticipato. Per tale ragione il peso di Ansaldo nel portafoglio principale degli analisti viene azzerato

TELECOM

Tim Brasil, la controllata brasiliana di Telecom Italia (TIT.MI) ha comunicato stanotte i risultati del quarto trimestre.
Il periodo si chiude con ricavi totali in crescita del 3,1% anno su anno a 5,183 miliardi di reais, i ricavi da servizi sono saliti solo dello 0,5%, in rallentamento rispetto alla performance del terzo trimestre.
L’Ebitda è pari a 1,499 milioni di reais, +4.6% anno su anno. Gli investimenti sono stati pari a 1,1 miliardi di euro nel, le aspettative erano 781 milioni. La posizione finanziaria netta è positiva per 420 milioni di reais. La società si aspetta per il triennio una crescita media annua nell’ordine del 5% sia per i ricavi che per l’Ebitda, in linea con le precedenti indicazioni.

FINMECCANICA

Secondo quanto riportato da Repubblica, Finmeccanica potrebbe cedere a CDP oltre a Inmove (società scissa da Ansaldo Breda) anche una quota di minoranza di Ansaldo Sts (STS.MI).

Se fosse confermata sarebbe una notizia negativa. Il fair value di Ansaldo STS basato sui fondamentali è di 7,2 euro per azione, il nostro target price dà una chance del 50% di un’Opa a oltre 11 euro per azione.
ENI
Mediobanca Securities ha confermato il rating outperform su Eni e il target price a 19,5 euro. Per la casa d’affari i dividendi e il buyback dovrebbero rappresentare i fattori chiave delle societa’ europee in un settore caratterizzato dalla crescente pressione sul Roace (return on average capital employed), da una migliore allocazione del capitale richiesta dagli investitori e dal conseguente bisogno di tempo per assistere ad un miglioramento dei ricavi. Una maggiore fiducia nella capacita’ del gruppo a generare e ad aumentare il proprio flusso di cassa operativo dovrebbe incrementare la fiducia sulla sostenibilita’ dell’8% di ritorno agli azionisti attraverso i dividendi e il buyback, e dovrebbe inoltre contribuire alla riduzione dell’attuale sconto rispetto ai competitor. Mediobanca Securities fa notare infine che nel 2014 i dividendi saranno pari a 1,12 euro per azione.QUESTO LA RENDE MOLTO INTERESSANTE ANCHE PER NOI

SocGen ha alzato le stime di Eps 2014-2015 di Eni rispettivamente del 12% e dell’11% alla luce di un breakeven atteso per le attivita’ Midstream e Downstream in anticipo nel piano industriale presentato ieri. Tale variazione si riflette anche nel target price che passa a 17 euro da 16 euro. Confermato invece a hold il rating.

TREVI

SEMPRE MOLTO INTERESSANTE la controllata Drillmec si e’ aggiudicata la fornitura di nuovi impianti petroliferi onshore ed offshore del valore di circa 135 mln usd da Aker Solutions, IDC Iraqi Drilling Company ed Enel. Il contratto prevede l’ingegneria, lo studio, lo sviluppo e la realizzazione di un impianto Hh Drillmec. Tale impianto e’ in fase di realizzazione presso lo stabilimento di Piacenza e sara’ successivamente sistemato sulla piattaforma nella seconda parte del 2014

MPS
Buone notizie anche dall’Europa. Gli stress test a cui saranno sottoposti la banca senese e le altre decine di istituti in Europa che hanno piani di ristrutturazione approvati dalla Ue saranno più morbidi rispetto alle altre banche.

Lo prevede una clausola al punto 25 del comunicato dell’Eba dello scorso 31 gennaio, che per Mps e per le altre austriache, tedesche o spagnole, nella sua stessa situazione, stresserà non i dati di bilancio fermi al 31 dicembre del 2013 – come previsto per tutte le altre banche del campione di 124 istituti – ma i bilanci 2014, 2015 e 2016, tenendo conto degli obiettivi di piano. BISOGNA SEMPRE TENERLO IN CONSIDERAZIONE,BUY SPECULATIVE FINO A COPERTURA GAP

 

Comments are closed.