Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

FTSEMIB SOLO LA POLITICA PUO FRENARE IL SUO TREND BULLISH

borsa italia 21FTSEMIB SOLO LA POLITICA PUO FRENARE IL SUO TREND BULLISH

PER COME SI SONO MESSE LE COSE ABBIAMO POTUTO CONSTATARE CHE SOLTANTO UNA PARVENZA DI INGOVERNABILITA’ PUO’ INTACCARE UN TREND DELINEATO (BULLISH).LA ROTTURA DEI 18000,CONSENTE AMPI MARGINI A RIALZO E UN PULL BACK CI STAVA TUTTO, MA DEVE ESSERE UN RITRACCIAMENTO NATURALE NON CREATO DA PROBLEMATICHE DI GOVERNO ALTRIMENTI L COSE CAMBIEREBBERO.

17500/550 OBIETTIVO PULL BACK EVENTUALE.

CHIUSURA INDICE ODIERNA 17870 PUNTI

Sono parecchie sedute che continuiamo ad asserire che la stabilita’ e la sicurezza sono le basi per attrarre interesse e denari freschi da altri PAESI.Il nostro PREMIER LETTA ieri I in visita a New York ha espresso questi concetti e cercato di far capire che l’ITALIA è un ‘oppportunità come PAESE ricco di risorse e solido a livello governativo.Ma le minacce fatte dal PDL verso il QUIRINALE (NAPOLITANO) di dimissioni in blocco hanno vanificato lo sforzo di LETTA.lO SPREAD è tornato sopra i 260 punti e mostrando che basta poco per tornare negli abissi.Quindi ci auguriamo visto che siamo nella direzione giusta,confermata dal rialzo del FTSEMIB,che ci sia senso di responsabilità e che ogni scenario ALTERNATIVO  venga messo da parte altrimenti…

GLI STATI UNITI GIA SONO ALLE PRESE CON UN DEFICIT ENORME E CERCANO SOLUZIONI PER EVITARE QUALSIASI SITUAZIONE SPIACEVOLE ,SE A CIO AGGIUNGIAMO LA NOSTRA CRISI DI GOVERNO POTREMMO DIRE ADDIO AD OGNI SPERANZA DI CRESCITA DEL NOSTRO INDICE.

GOVERNO

Saccomani, troveremo un miliardo per non aumentare l’iva: solo pochi giorni fa il ministro dell’economia fabrizio Saccomanni considerava impossibile bloccare l’aumento dell’iva e minacciava dimissioni. ora invece sembra che il titolare del tesoro abbia fatto marcia indietro e cerca le coperture per ritardare il passaggio dal 21 al 22% fino al 31 dicembre. si tratterebbe solo di fare le scelte opportune, operando adeguati tagli di spesa (wallstreetitalia)

 

RASSEGNA TITOLI

TELECOM 

PRIMA SI PAVENTA UN AUMENTO DI CAPITALE (BERNABE’) POI SCATTA L’APPEAL ,sottosegretario all’Economia, Alberto Giorgetti, il Governo valuta modifiche alla legge relativa alla soglia oltre cui scatta l’obbligo di Opa, oggi fissata al 30%: “sono allo studio possibili soluzioni alternative. Le societa’ potrebbero essere autorizzate a definire per via statutaria una soglia inferiore a quella prevista, al superamento della quale scatterebbe l’obbligo di Opa”. La reazione del titolo Telecom “ovviamente e’ stata immediata.INTERESSANTE SU OGNI SUO STORNO TECNICO SU QUESTI LIVELLI.

ANSALDO

OGGI UN PO’ DEBOLE COME DEL RESTO L’INTERO LISTINO SU RUMORS DI SCENARI DIVERSI DALLA VENDITA MA PROBABILI DEAL. CON CDP NEL MEZZO (CHE PIACCIONO MENO COME APPEAL).

FINMECCANICA

PANSA CONFERMA ABBIAMO BISOGNO DI DISMETTERE E NON DI TROVARE ACCORDI ,IL RESTO LO HA FATTO IL TITOLO CHE DA 4,57 E’ TORNATO SUBITO SUI 4,7 EU.L’APPEAL LO FANNO LE OPA NON I DEAL CON GOVERNO D’INTRALCIO.

ENI 

DEBOLE PER IL DIVIDENDO ,ORMAI COMUNQUE DIGERITO ,E PER BRENT , FLESSIONE.PERICOLOSA SOTTO 17 EU

ENEL

SEMPRE BEN  MESSA SE MANTIENE I 2,8 EU,TARGET 3 EU.

MPS

SU QUESTE NOTIZIE OGGI MOVIMENTI SUL TITOLO ,SARANNO SOLO RUMORS.?possibili aggregazioni tra Intesa Sanpaolo e B.Mps, rumors smentiti dal presidente del Cdg di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro, che ha affermato che “le indiscrezioni apparse su agenzie di stampa relative a una qualsiasi forma di aggregazione tra Intesa Sanpaolo e Banca Monte dei Paschi di Siena sono completamente destituite di fondamento”. OLTRE A CIO NON DIMENTICHIAMO CHE ENTRO 2/3 SETTIMANE CI SARA’ NUOVAMENTE UN CONSIGLIO PER PRESENTARE IL PIANO DI RISRTUTTURAZIONE

FIAT ORD

CONTINUA LA FASE DI DEBOLEZZA ,CHE NON DEVE ASSOLUTAMENTE PORTARE I CORSI SOTTO I 6 EU ALTRIMENTI SI POTREBBE SCENDERE FINO A 5,6 EU

FIAT IND/CNH

LA NOSTRA STOCK PICK CONTINUA ,NONOSTANTE UNA GIORNATA BORSISTICA TOTALMENTE NEGATIVA,A DARCI SODDISFAZIONI A DUE SEDUTE DALLO SBARCO A WALL STREET.

UNICREDIT

FORTISSIMA AZIONE IN QUESTI ULTIMI DUE MESI,E’ RIUSCITA A TOCCARE IL SUPPORTO A 4,8 E DAL PREZZO RIPARTIRE,HA POSSIBILITA’ DI RICOPRIRE QUALCHE GAP APERTO A RIBASSO (SEGNALATO AI NOSTRI SOCI) MA E’ SOLO UN ‘OPPORTUNITA’  PER INCREMENTARE PARTECIPAZIONI SUL TITOLO.SPREAD NON AIUTA A 260 PUNTI.

INTESA 

SOFFRE DELLE PROBLEMATICHE DELLA DIRIGENZA CON DIMISSIONI DI CUCCHIANI,ED DEL RUMORS DI FUSIONE CON MPS,MA IN REALTA’ E’ SEMPRE MOLTO SOLIDA E 1,545 SE TOCCATO SARA’ UN PUNTO FONDAMENTALE PER POTER RIPARTIRE. LO SPREAD SE NON AIUTA UNICREDIT AD INTESA INCIDE ANCOR PIU’ VISTA LA PARTECIPAZIONE CORPOSA AL DEBITO PUBBLICO ITALIANO CHE HA IN PORTAFOGLIO.

JUVENTUS

ANCORA IN CONVALESCENZA , MA I DATI DI BILANCIO SONO BUONI ADESSO HA BISOGNO DI SUPPORTI A LIVELLO DI RISULTATI CALCISTICI PER RIPARTIRE.NOSTRA SMALL CUP

 

Comments are closed.