Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

FTSEMIB LO SPREAD SOTTO 200 PUNTI DA LA SPINTA

borsa italia 54

FTSEMIB LO SPREAD SOTTO 200 PUNTI DA LA SPINTA
CHIUSURA POSITIVA SOPRA 19000 PUNTI,IL MERCATO AMERICANO NON FA PAURA ,ANCHE SE SAPPIAMO CHE UN SUO STORNO PUO INCIDERE SULLA RISALITA DEI CORSI AZIONARI,PER ORA DI CROLLI NON CI SONO I PRESUPPOSTI,MA OKKIO AL DOLLARO SECONDO NOI SARA’ L’ANNO DEL BIGLIETTO VERDE

Cina
La crescita del settore servizi in Cina ha rallentato il passo fino a raggiungere a dicembre un minimo da quattro mesi, a conferma del fatto che la seconda economia del mondo ha perso forza nell’ultimo scorcio del2013.

L’indice ufficiale Pmi sul settore non manifatturiero, elaborato dall’ufficio statistico nazionale, è sceso il mese scorso a 54,6 da 56 a novembre. Anche se il dato resta sopra la soglia di 50, indice di espansione, il rallentamento della crescita fa da specchio al raffreddamento dell’attività industriale e dell’economia in generale registrata nell’ultimo trimestre del 2013.

Borsa usa

I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi poco mossi e contrastati. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,2%, l’S&P 500 ha perso lo 0,1% e il Nasdaq Composite lo 0,3%. Durante l’intera settimana il Dow Jones ha perso lo 0,1%, l’S&P 500 lo 0,5% e il Nasdaq Composite lo 0,6%.

In mancanza di nuovi importanti impulsi per Wall Street si è trattato anche oggi di una seduta interlocutoria.

Il discorso di Ben Bernanke al forum dell’American Economic Association di Filadelfia non ha riservato sorprese. Il presidente della Fed ha ribadito che la decisione di ridurre gli acquisti di asset non ha diminuito il suo impegno di mantenere la politica monetaria estremamente accomodante finchè sarà necessario

BCE CALO PRESTITI PER IMPRESE
In Italia, secondo i dati pubblicati dalla Bce, i prestiti alle imprese si sono contratti al tasso annuo del 5,9% a novembre, registrando il declino più marcato dall’inizio delle pubblicazioni statistiche 10 anni fa.

A ottobre la contrazione dei prestiti alle imprese italiane era stata del 4,9%.

La contrazione più marcata dei prestiti alle aziende spetta alla Spagna, dove i finanziamenti alle imprese a novembre sono diminuiti del 13,5% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Un fattore che potrebbe aver indotto le banche a stringere ulteriormente il credito alle imprese potrebbe essere l’asset quality review che la Bce condurrà sui bilanci bancari quest’anno.

BCE titoli italiani
I titoli di stato in mano alle banche italiane sono rimasti sostanzialmente stabili a novembre, quando hanno registrato un incremento di 147 milioni dopo un calo di 860 milioni in ottobre.

E’ quanto emerge dai dati forniti dalla Banca centrale europea.

Aggiustato sul valore di mercato, il debito sovrano detenuto dagli istituti italiani ammonta a 427,3 miliardi, più che in ogni altro sistema bancario della zona euro.

SACCOMANNI
Il ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni ha salutato con soddisfazione il calo dello spread, sottolineando che ci saranno più risorse da destinare alla crescita e che i mercati apprezzano l’impegno del governo a mantenere sotto controllo i conti pubblici.

ALFANO
“Non si può pensare alle unioni civili senza pensare prima alle famiglie”. Così il vicepremier Angelino Alfano, in un’intervista al Tg2, risponde ad uno dei punti del patto di coalizione proposti dal segretario Pd Matteo Renzi.

Rumors

Nouriel Roubini ottimista sull’andamento dell’economia mondiale nel 2014: negli ultimi anni le previsioni dell’economista statunitense Nouriel Roubini sono state piuttosto catastrofiche, ma riguardo all’andamento dell’economia mondiale nel 2014 sembra essere ottimista. il pil delle economie avanzate dovrebbe crescere dell’1,9% in media, mentre quello delle economie emergenti del 5%. e per quanto riguarda l’eurozona, per l’economista i rischi di implosione dell’area euro sono decisamente più bassi degli anni precedenti (investire oggi)

CIR
rimborso anticipato del bond 2004-2024 di cir?: sembra possibile un rimborso anticipato del bond 2004-2024 di cir. la società ha informato il trustee del prestito obbligazionario, il cui ammontare in circolazione a oggi è di 259 milioni, di essere “pronta a un eventuale rimborso anticipato in caso di richiesta in tal senso da parte dello stesso truste e, come previsto dal regolamento del bond”

RASSEGNA TITOLI
TELECOM
Il Sole 24 Ore scrive di un’accelerazione di Telefonica sul break up di Tim Brasil. Secondo il quotidiano, il piano prevederebbe la costituzione di un veicolo locale per rilevare la compagnia telefonica brasiliana e la successiva divisione delle attività tra i tre principali concorrenti. Il Sole 24 Ore inoltre scrive che nel Cda di Telecom del 16 gennaio sarà presentata una mozione che chiederà di considerare come operazione tra parti correlate di maggiore rilevanza qualsiasi offerta per Tim Brasil.
SMENTITA
”In relazione alle odierne indiscrezioni di stampa” Telecom Italia precisa su richiesta della Consob ”di non essere a conoscenza di alcuna ‘offerta’ per Tim Brasil e ribadisce, ancora una volta, la strategicità  dell’asset brasiliano”. Lo si legge in una nota del gruppo delle Tlc italiano.

UNICREDIT
BUONA NEWS
Il Sole 24 Ore scrive che il magnate cinese Cheng Feng, presidente di Hna Group, sta lavorando per subentrare alla banca come azionista della società AS Roma,oggi la rottura dei 5,4 un buon segnale

ENI

Il giacimento petrolifero Kashagan, la cui produzione è sospesa a causa di perdite nei tubi, è alle prese con un “incubo” burocratico che potrebbe mettere in difficoltà gli ingegneri che tentano di far ripartire la produzione commerciale nel 2014.

FIAT
La stampa riporta indiscrezioni su possibili operazioni di rafforzamento del capitale dopo l’operazione di Fiat (F.MI) su Chrysler: tra le ipotesi ci sarebbe l’emissione di un prestito convertibile da 1/1,5 miliardi oppure un aumento di capitale con la quotazione al NYSE da 1/2 miliardi. Secondo Reuters, Marchionne sarebbe pronto a lasciare la guida di Fiat nel 2015.

Mercato auto in Italia in leggera crescita a dicembre: +1,4% su base annua mentre il calo nel 2013 è stato del 7,1% a 1,3 milioni in linea con le attese. Peggio del mercato Fiat che registra un calo del 2,6% su base annua a 25 mila unità e nel 2013 un calo del 9,9% ed una quota di mercato in calo al 28,7%. Buone indicazioni sul fronte della raccolta ordini a dicembre in crescita del 7% che lasciano spazi per un inizio 2014 positivo per il mercato auto italiano.

Ansaldo
siamo molto vicini alla vendita per questo motivo abbiamo incrementato anche oggi l’esposizione sul titolo con target 8,6 eu

Terni ENERGIA

lo scoglio sono i 2,2 eu per il resto accumulare

INTESA
finalmente qualcuno che si rende conto che lo spread cosi basso è un tonico favoloso per la banca

 

Comments are closed.