Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Madrid al centro dell’attenzione ,Wally sempre più’ in alto

puigdemontMadrid al centro dell’attenzione ,Wally sempre più’ in alto

Gli occhi sono sempre puntati su Madrid, che ieri ha chiuso in progresso dell’1,3%.Il governo spagnolo ha dato al leader catalano Carles Puigdemont cinque giorni, fino a lunedì prossimo, per chiarire se ha dichiarato l’indipendenza o meno.Se Puigdemont confermerà di aver dichiarato l’indipendenza, gli saranno dati ulteriori tre giorni per rettificare. Se questo non avverrà, sarà data attuazione all’articolo 155 della costituzione, che permette al governo centrale di sospendere l’autonomia politica della regione e di governarla direttamente. L’ultimatum scadrà lunedì mattina 16 ottobre alle ore 10.In un tale scenario Rajoy potrebbe inoltre convocare elezioni regionali anticipate.

WALLY INARRESTABILE

Wall Street ha chiuso in moderato rialzo ritoccando marginalmente i record storici precedenti.Il rialzo dei tassi di interesse a dicembre, il terzo nel 2017, è quasi sicuro, nonostante la bassa inflazione. E’ quanto è emerso dalla lettura delle minute dell’ultima riunione della Federal Reserve di settembre. Per i banchieri Usa l’economia domestica continua ad espandersi in maniera costante e l’inflazione tornerà presto al 2%, il valore di riferimento in grado di assicurare “una crescita sana”.

Borse asiatiche bene intonate in mattinata. In Giappone il Nikkei (+0,4%)  a 20.969,19 punti, restando vicino al picco da oltre vent’anni a questa parte. In progresso anche il piu’ ampio indice Topix (+0,2%) a 1.700,21 punti. Sul fronte macro, i prestiti bancari, a settembre, sono aumentati del 3% su base annua a fronte del +2,6% stimato dagli analisti e del +3,2% della rilevazione precedente. L’indice dei prezzi dei beni aziendali, sempre nello stesso mese, e’ cresciuto del 3%, in linea al consensus e al dato di agosto. L’indice delle attivita’ delle industrie nel terziario e’ diminuito dello 0,2 per cento. Il dollaro/yen cala leggermente a 112,3.
Nel Paese del Dragone cedono i listini della Cina continentale con Shanghai (-0,3%) e Shenzhen (-0,3%) penalizzate da qualche presa di profitto. In controtendenza Hong Kong (+0,4%), al top da dieci anni a questa parte.
Sulle altre borse, dove sono ancora aperte le contrattazioni, guadagnano Sidney (+0,4%) con prestiti per abitazioni aumentati dell’1%, Mumbai (+0,4%), Singapore (+0,7%), Taipei (+0,7%), Jakarta (+0,5%) e la piazza neozelandese (+0,1%). Sotto la parita’ Kuala Lumpur (-0,1%).

BANCHE

Banche. Anche il FMI si schiera con la UE nella richiesta di provvedimenti più morbidi di quanto indicato dalla BCE per la gestione delle sofferenze di nuova generazione.

TITOLI SOTTO LA LENTE

ITALGAS,Stamattina gli analisti di Berenberg hanno avviato la copertura sul titolo con giudizio Buy e un target price a 5,3 euro.
Dodici analisti sui 21 censiti da Bloomberg consigliano l’acquisto del titolo. Target medio 4,98 euro.
LUXOTTICA,HSBC ha confermato Buy, tagliando il target price a 59 euro da 64 euro.Su 23 analisti censiti da Bloomberg prevale l’ottimismo: 12 consigliano di acquistare il titolo e 9 di tenerlo in portafoglio, il restante di venderlo. Il prezzo obiettivo medio è di 54,96 euro . Sulle attuali stime del consenso il P/E atteso per quest’anno è fissato a 24,74 volte.

CARIGE, I risultati preliminari dell’operazione di liability management exercise (Lme) di Carige  inducono la banca a prevedere che le assemblee degli obbligazionisti raggiungeranno il quorum costitutivo e che le delibere saranno approvate.E’ quanto si legge in un comunicato sull’operazione lanciata il 29 settembre scorso.La previsione della banca si basa sul fatto che le offerte di scambio contengono “anche istruzioni di voto favorevole per leassemblee degli obbligazionisti che si terranno il 21 ottobre”.Complessivamente, le adesioni preliminari ammontano a 455,248 milioni di euro.
Nel dettaglio, il bond fixed/floating rate ‘Lower Tier II Subordinated Notes due 2018’ da 100milioni ha registrato adesioni pari al 99,4%, il titolo 5,7% ‘Lower Tier II Subordinated Notes due 2020’ da 50 milioni ha visto adesioni pari al 100%, il bond 7,321% ‘Lower Tier II Subordinated Notes due 2020’ da 200 milioni si è fermato al 79,17% eil titolo 8,338% ‘Perpetual Tier I Junior Subordinated Notes due 2018’ da 160 milioni è arrivato al 92,19%.

Il regolamento dell’Lme rimane subordinato al buon fine dell’aumento di capitale che sarà lanciato dalla banca nel mese di novembre 2017 a seguito dell’ottenimento delle relative autorizzazioni da parte della Consob.

MAIL UP

Il broker Fidentiis Equities, attivo in Italia e Spagna, ha avviato la copertura sul titolo MailUp, con un giudizio BUY e un prezzo obiettivo in un intervallo di valore tra 3,2 e 3,4 euro.
Ai prezzi di chiusura di ieri, 2,528 euro, l’upside potenziale è del 26,6%.
La ricerca mette in evidenza i seguenti punti: la crescita dei ricavi da 6 milioni di euro nel 2013 a 21 milioni nel 2016, con una crescita annualizzata del 52%; la quota del 40% del fatturato proviene da servizi venduti in abbonamento alle imprese e la positiva generazione di cassa.

La società ha riportato i conti dei primi 6 mesi del 2017:
1) crescita organica del fatturato a doppia cifra (+29%) e pari a 13 milioni di euro,
2) Crescita a doppia cifra sia dei ricavi che dell’EBITDA nelle business unit principali del gruppo. Margine pari a 1,2 milioni di euro a livello consolidato e utile netto di 157mila euro, +17% su base annua.
5) Cashflow operativo superiore del 57% rispetto all’EBITDA
6) Disponibilità liquide in crescita del 39% rispetto al 1° gennaio 2017 e del 33% rispetto al 30 giugno 2016, con PFN al 30 giugno 2017 (prima dell’aumento di capitale) in miglioramento del 106% a 1,963 milioni di euro in cassa, con una sostanziale assenza di indebitamento per la gestione delle attività ordinarie
MailUp conta oltre 10.000 clienti e 800 rivenditori in più di 50 Paesi. Fondata nel 2003 a Cremona, MailUp ha sede anche a Milano, San Francisco e Buenos Aires, con partnership consolidate a Tokyo e Jakarta.
Dal 2014 la società è quotata sul mercato AIM gestito da Borsa Italiana.

Digitouch  gruppo milanese di digital advertising e Mar-Tech, è sotto i riflettori.

Lo European Insurance and Occupation Pensions Authority ha trattato in un evento dedicato il tema di come la tecnologia e i dati stiano ridefinendo lo scenario assicurativo. Tutti gli stadi della filiera assicurativi sono oggi impattati dall’InsurTech, ovvero dalle tecnologie che abilitano l’innovazione nel settore Insurance, e dalla digitalizzazione in termini più estesi. L’InsurTech, in sintesi sta rivoluzionando la produzione, l’erogazione e la gestione dei servizi assicurativi in linea con le nuove esigenze di Mercato.
Sempre più i prodotti insurance sono acquistabili online in ogni luogo e in ogni momento. Alcuni prodotti diventano personalizzati contestuali alle esigenze del consumatore in un determinato momento. Questo è frutto dell’ampia mole di dati di cui le aziende oggi possono disporre e dello sviluppo di tecnologie innovative di gestione e valorizzazione di questi dati: dalle piattaforme di analytics ai modelli predittivi, dalle piattaforme di gestione dati alle piattaforme di pianificazione advertising in programmatic, etc.
Per cavalcare questa grande opportunità e per supportare le nuove esigenze del mondo assicurativo il Gruppo DigiTouch, specializzato nelle tecnologie di marketing a supporto delle vendite e della comunicazione, ha messo a punto un’offerta volta a supportare gli attori della filiera assicurativa nel raggiungimento del proprio target online attraverso campagne di digital advertising data-driven. L’offerta si compone di piattaforme di analytics, di gestione dei dati e di un knowledge center dedicato al mondo assicurativo. Tra clienti e prospect dell’offerta InsurTech di DigiTouch si annoverano primari gruppi assicurativi, intermediari assicurativi tradizionali e intermediari assicurativi digitali.

COMMODITIES

Greggio in arretramento di circa mezzo punto in attesa dei dati sulle scorte Usa: Wti a 51 dollari e Brent a 56,6.

Oro al quinto rialzo consecutivo a 1.295 dollari l’oncia.

Sul fronte cambi Euro in risalita a 1,187 sul dollaro, malgrado l’aspettativa di tassi più elevati negli Usa.

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>