Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Goldman consiglia

goldman sachsGoldman consiglia
Analisti di Goldman Sachs si aspetta che il 2000 Index small cap Russell a generare un rendimento totale del 14 per cento nel corso dei prossimi 12 mesi a fronte di un modesto 6 per cento per l’ indice S & P 500 .
Small cap dovrebbero sovraperformare nettamente le loro controparti di grandi dimensioni cap per il prossimo anno, se la crescita interna continua a sovraperformare l’economia globale, secondo Goldman Sachs.
“Titoli a bassa capitalizzazione sono ben posizionati se la crescita interna accelera e investitori preferiscono per esposizione ciclica interna continua,” gli analisti hanno detto in un rapporto. “Abbiamo previsto Russell 2000 un utile per azione crescerà del 22 per cento nel 2013 e di un ulteriore 23 per cento nel 2014. Se realizzato, quei tassi di crescita sarebbe più di due volte le nostre previsioni rispetto al S & P500 del 11 per cento e l’8 per cento, rispettivamente.”
Le small cup hanno una minore esposizione internazionale rispetto alle imprese più grandi e sono più sensibili alla crescita in generale. Il Russell 2000 genera meno del 20 per cento delle vendite al di fuori degli Stati Uniti, mentre le società dell S&P 500 collettivamente ricavano quasi un terzo del suo fatturato dai mercati internazionali.I titoli ciclici con ricavi non-USA hanno ritardato il mercato nel 2013, guadagnando appena il 5 per cento rispetto al 15 per cento per i titoli ciclici domestici e 17 per cento per i difensivi.
Questo perchè, a differenza delle large caps, le piccole realtà sono più radicate nel territorio e subiscono direttamente l’influenza della fiducia sui consumi in aumento e risentono in misura minima, o addirittura nulla, delle oscillazioni dei mercati macro da cui non vengono intaccate.

Comments are closed.