Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

DOLLARO per i broker salirà,conferme al nostro pensiero

 

dollaroDOLLARO per i broker salirà,conferme al nostro pensiero 

borsainvestimenti
Come sottolineato e  consigliato ad  inizio anno ,di investire in dollari,sono arrivate conferme al nostro pensiero da illustri broker.Ricordiamo i 3 motivi per cui crediamo nel rafforzamento del biglietto verde
1) fine tapering o forte riduzione dello stesso

2) politica accomodante e stimoli da parte della BCE

3) Tassi bassi in EUROPA e probabile rialzo in USA

mentre i broker si esprimono cosi

CREDIT SUISSE
Gli esperti delle banche d’affari prevedono in media che l’euro chiuderà quest’anno a 1,28 dollari. Particolarmente pessimista sulle prospettive della moneta unica è Credit Suisse. La banca svizzera si attende che l’euro finirà il 2014 a 1,24 dollari, ovvero in calo di circa il 10% rispetto a 1,3745 dollari dello scorso 31 dicembre. Se la previsione dovesse rivelarsi esatta si tratterebbe per l’euro della peggiore performance annua dal 2005. Il pessimismo di Credit Suisse si basa sulla divergenza nelle politiche monetarie tra USA ed Europa.

HSBC ,Anche HSBC sottolinea che il tapering può cambiare il modo in cui viene percepito il dollaro rispetto all’euro. HSBC osserva che il 2014 potrebbe essere l’anno in cui le politiche monetarie si muovono in direzioni opposte e ciò ha il potenziale di avere un significativo impatto sulla moneta unica. Gli analisti del colosso finanziario britannico vedono l’euro alla fine del 2014 a 1,28 dollari.

in sostanza tutti concordi ma una voce fuori dal coro e di illustre spessore

GOLDMAN

,Goldman Sachs si attende un ulteriore rafforzamento dell’euro nel 2014. Secondo la casa d’investimento statunitense il tapering sarebbe già da tempo scontato nella quotazione del dollaro. Goldman osserva inoltre che la Fed lascerà ancora a lungo i tassi vicino allo zero. Ciò renderebbe il biglietto verde poco attrattivo per gli investitori. Goldman prevede che l’euro quoterà alla fine di quest’anno a 1,40 dollari.

 

Comments are closed.