Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

ITALIA USCITA DALLA RECESSIONE IN CORSO

RECESSIONE ITALIA USCITA DALLA RECESSIONE IN CORSO

Dopo più di due anni l’uscita dalla recessione dell’Italia è in corso e troverà conferma nel dato del Pil del quarto trimestre.

A dare forza all’ipotesi sono l’andamento della produzione industriale di ottobre, cresciuta dello 0,5% su mese, e i dettagli sul Pil del terzo trimestre, fermo e non più in calo dello 0,1% su trimestre, dopo la lettura finale dell’Istat.
“Il Pil risalito a zero, anche se per questione di arrotondamenti, e la produzione un po’ più positiva delle attese ci confermano nell’idea che il Pil del quarto trimestre sarà positivo”

I contributi delle singole voci al Pil del terzo trimestre evidenziano un risveglio delle importazioni, voce che, se da un lato appesantisce il risultato del periodo luglio-settembre, dall’altro è sintomo di una maggiore vivacità economica. In crescita anche le esportazioni ma in misura minore dell’import. Altra indicazione positiva arriva dalle scorte che forniscono il maggiore contributo (+0,6%) al Pil a testimonianza di una volontà imprenditoriale di ricostituire il magazzino dopo tempi in cui si è preferito alleggerirlo.

Nel dettaglio dei dati Istat non ci sono invece novità positive per consumi e investimenti.
“Il contributo negativo trimestrale alla crescita da consumi e investimenti fissi lordi conferma come in linea di principio la domanda interna resti un elemento di criticità nel breve termine anche nel quarto trimestre. Qualcosa potrebbe arrivare dal fronte degli investimenti fissi se parte dei pagamenti dei debiti arretrati della PA verrà effettivamente utilizzata per effettuare nuovi investimenti e non per ripagare debiti delle imprese”.

PRODUZIONE INDUSTRIALE POSITIVA PER SECONDO MESE 
Dal punto di vista industriale il rialzo dello 0,5% di ottobre è il più elevato dallo scorso gennaio e si aggiunge a quello del mese precedente.

“Il dato di oggi se non viene smentito dagli ultimi due mesi porterà a un trimestre positivo per la produzione dopo il calo nel terzo. La produzione italiana è un po’ ritardata rispetto a quella degli altri paesi europei e quindi beneficia ora di una spinta positiva che in altri paesi si è vista nei mesi scorsi” commenta Giada Giani, economista di Citi.
Positive le indicazioni che emergono dal dettaglio dei dati Istat.

Comments are closed.