Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rumors e news del 12 gennaio

UnknownRumors e news del 12 gennaio

ALITALIA

Il governo punta a chiudere la partita Alitalia prima delle elezioni, secondo il segretario del Pd, Matteo Renzi.”Sia [il ministro dello Sviluppo, Carlo] Calenda che [quello dei Trasporti], Graziano Delrioimmaginano di chiudere prima delle elezioni”, ha detto Renzi in merito al processo di cessione della ex compagnia di bandiera.”Così ho letto, relata refero”, ha aggiunto l’ex premier in una intervista radiofonica.Oggi, secondo una letteravista da Reuters, Lufthansa ha detto a Calenda che per acquistare Alitalia è necessaria una ristrutturazione che preveda taglio al personale e alla flotta, aggiungendo che il lavoro da fare è ancora molto.

GO INTERNET

Eolo, il principale concorrente della società italiana attiva nella banda larga in mobilità, ha ceduto il 49% del proprio capitale al fondo di investimento Searchligth Capital Partners per 300 milioni di euro. Eolo ha chiuso l’anno fiscale con ricavi superiori a 100 milioni di euro, +33% su base annua.
Ricordiamo che pochi giorni fa la società ha reso noto che nel mese di novembre sono stati acquisiti 339 clienti all’interno del segmento 4G lte e 239 clienti nel 4G Wimax oltre a 53 clienti nel segmento Fiber to Home (banda ultralarga). Risultati ottenuti nelle sole regioni Emilia Romagna, Marche e nella città di Perugia (banda ultralarga)
Nel mese di Ottobre la società aveva registrato complessivamente nel segmento 4G wireless e nel Fiber To The Home 41.518 clienti al 31 ottobre 2017, +13% rispetto allo stesso periodo del 2016.

La società ha riportato i seguenti risultati semestrali:
1) Ricavi di vendita +14% pari a 3,458 milioni di euro (3,042 milioni di euro al 30 giugno 2016).
2) EBITDA +5% pari a 1,547 milioni di euro (1,468 milioni euro al 30 giugno 2016).
3) Utile netto pari a -19 mila euro (96 mila euro al 30 giugno 2016).
4) Posizione finanziaria netta pari a 4,062 milioni di euro (2,355 milioni di euro al 31 dicembre 2016).
5) Clienti +16%, pari a 40.494 (34.975 al 30 giugno 2016).
Inoltre, nel primo semestre 2017 Go Internet è entrata in una nuova area di business a seguito dell’accordo commerciale con Open Fiber (gruppo Enel ) e ha provveduto al lancio commerciale del servizio a banda ultra larga fino 1 Gbps in modalità Fiber to the Home (FTTH) nella città di Perugia con possibilità di estensione in tutti i comuni d’Italia previsti dal piano strategico di Open Fiber.

IREN

Nel tardo pomeriggio di ieri, il gruppo guidato da Massimiliano Bianco ha comunicato che la controllata Iren Mercato, attiva sul territorio nazionale nella commercializzazione di energia elettrica, gas, calore e servizi, ha portato a casa quattro lotti della gara Consip EE15 per un valore complessivo della fornitura stimato in 365 milioni di euro di ricavi.
Iren Mercato si conferma cosi’ anche per il 2018 come fornitore di riferimento per le Pubbliche Amministrazioni della Lombardia (lotti 2 e 3) e dell’Emilia (lotto 6) mentre lo diventa nuovamente per le Pubbliche Amministrazioni di Piemonte e Val d’Aosta (lotto 1), per un volume complessivo annuo delle forniture stimato in 2,4 TWh.
La controllata di Iren stipulera’ con Consip una convenzione della durata di 12 mesi con possibilita’ di proroga per ulteriori sei mesi e potra’ accogliere gli ordinativi dalle P.A. fino ad esaurimento dei tetti massimi di energia previsti in ciascun lotto.
Tra i gruppi che hanno partecipato alla gara, l’offerta tecnico-economica di Iren Mercato e’ stata la piu’ competitiva e per le forniture prevede sia prezzi fissi sia prezzi variabili legati al valore dell’energia nella borsa elettrica. Inoltre, grazie anche agli asset produttivi da fonte rinnovabile della stessa Iren, le Pubbliche Amministrazioni del Nord Ovest avranno la possibilita’ di acquistare energia ‘verde’ certificata per tutti i quantitativi del proprio fabbisogno energetico.

UNICREDIT

Unicredit apre l’era dei bond cuscinetto. Collocato ieri il primo senior non-preferred bond italiano: titolo a 5 anni da 1,5 miliardi a un tasso fisso dell’1,5%.

FCA

. Il gruppo investira’ 1 mld usd nello spostamento della produzione dei furgoni pesanti Ram dal Messico al Michigan. Annunciato poi un bonus di 2.000 dollari a circa 60.000 dipendenti. “L’investimento e’ in linea con quanto anticipato dal Ceo mesi fa. Evidenziamo che nel 2018 Fca dovrebbe beneficiare in modo significativo del taglio all’aliquota fiscale corporate negli Usa”, commenta Banca Imi. Gli esperti citano poi il lancio di nuovi modelli negli Stati Uniti. Quanto al bonus ai lavoratori, per Imi le spese saranno “pienamente assorbite e la societa’ sara’ in grado di migliorare ulteriormente i suoi margini operativi nell’area Nafta”.

MPS

Banca Monte Paschi  ha emesso un bond subordinato Tier 2 da 750 milioni di euro, scadenza 10 anni, con possibile richiamo al quinto anno. La domanda è stata pari a 750 milioni di euro.

BCE

La Bce è pronta ad anticipare la stretta. La reazione dei mercati: scende il Bund tedesco e sale l’Euro.

FOPE

La gioielleria italiana ha mostrato un importante progresso nei primi nove mesi del 2017. La domanda globale è cresciuta del 14% e il settore orafo nazionale è arrivato a 5,2 miliardi di euro (+8%) di export. In Italia l’indice medio di produzione è salito del 13%

SNAM

Questa mattina prima dell’apertura di piazza Affari, il colosso di San Donato ha reso noto che intende proseguire il programma di acquisto di azioni proprie, in esecuzione di quanto deliberato dall’Assemblea degli azionisti dell’11 aprile 2017 nei termini gia’ comunicati al mercato.
A tal fine, Snam ha stipulato con un intermediario di primario livello un enhanced buyback agreement di durata non superiore a 3 mesi. L’intermediario incaricato effettuera’ gli acquisti in piena indipendenza, nel rispetto di parametri e criteri contrattualmente predefiniti oltre che dei vincoli della normativa applicabile e della delibera assembleare.
Eventuali acquisti verranno effettuati sul MTA in ottemperanza all’art. 144-bis, comma 1, lett. b) del Regolamento Consob 11971/1999 e alle altre disposizioni applicabili, in modo da assicurare il rispetto della parita’ di trattamento degli azionisti ex art. 132 del T.U.F., nonche’ secondo le modalita’ operative stabilite nei regolamenti di organizzazione e gestione di Borsa Italiana S.p.A.
A partire da novembre 2016, Snam ha acquistato 84.788.366 azioni proprie (pari al 2,42% del capitale sociale), per un controvalore complessivo di 312,7 milioni di euro e, alla data odierna, detiene in portafoglio 85.915.616 azioni proprie, pari al 2,45% del capitale sociale. Snam comunichera’ al mercato, ai sensi delle disposizioni vigenti, i dettagli di eventuali operazioni di acquisto effettuate.

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>