Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Analisi dettagliata di fiat ord.

Torniamo a ragionare su Fiat.Lo abbiamo fatto attraverso il sito lo scorso anno,fin da febbraio marzo.I nostri target a 6,40 sembravano fantascienza e invece si sono puntualmente verificati.Ora consideriamo quello che sta avvenendo in questi giorni un pullback in area 5,00 che è tra l’altro l’ex resistenza del canale discendente partente dal 2011.Il box che andava da 3,50 a 4,90 definitivamente scardinato ci ha portato a 6,40 (6,47 per la precisione,ma il nostro target del 2012 era posto a 6,40).Ora come dicevamo si tratta di occasione d’acquisto.Potremmo anche vedere area 4,94 ma resta un’occasione d’acquisto.Chi compra sui minimi è un fenomeno,noi compriamo sapendo quella che è la nostra prossima distanza,obiettivo.Ebbenne si tratta di area 7,40,passando dapprima i 6,70 sui quali potrebbe faticare un pò.Ma il nostro obiettivo è posto a 7,40.Aprendo un grafico giornaliero a due anni è possibile riconoscere la prossima area di approdo.Due righe su chi è catastrofista.Fiat si sta espandendo,e bene.Lo sta facendo in sud e nord America,sta portando le proprie piattaforme in paesi che sviluppano meglio le sue possibilità.Il prossimo anno verrà quotata chrysler,e i multipli da guardare sono quelli di General Motors.Fiat più chrysler valgono qualcosa di più dei 5,40 Euro che quota in questo momento Fiat stessa.Aspettiamo la sentenza del giudice del Delaware con impazienza,sapendo che se la sentenza sarà contrari a Fiat facendole pagare di più il restante 41,8% in mano a Veba (il sindacato Usa)il tribunale farà si sborsare più dei soldi sperati a Fiat,ma decreterà al tempo stesso che chrysler vale di più.E Fiat ne detiene il 58,5%.Stimiamo un pagamento di 2,8%miliardi di dollari il restante 48,5%di Chrysler.Significa che il 58,5% in mano a Fiat vale 3,4 miliardi di dollari,che il mercato ancora non sta valutando appieno proprio perchè si è nell’indecisione.Se il prezzo per la terza opzione del 3,32% di Chrysler sarà veramente di 255 milioni di dollari come ipotizzato da vari analisti  vorrà dire che le posizioni di Marchionne e di Veba sono ormai molto vicine.
Per la prima opzione Fiat aveva offerto appena 144 milioni; per la seconda 200 milioni, mentre Veba pretende 340 milioni.

STEEVE SU FIAT

 

GRAFICO MENSILE

Ragionamento sul mesile di fiat

POST di CANGIA (Staff)

Comments are closed.