Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

RATING DEL 10 GENNAIO

rating7RATING DEL 10 GENNAIO
ENEL

Ubs conferma Enel tra le sue utility preferite (Most preferred list) in Europa grazie alla massimizzazione dei flussi di cassa, alla crescita della cedola e ad una valutazione a sconto. Rating buy e target price di 3,8 euro per azione invariati

TERNA

Ubs ha inserito Terna tra le utility preferite (Most preferred list) in Europa in quanto giudica l’azienda ben posizionata per beneficiare del calo dei rendimenti in Sud Europa e apprezza la natura regolamentata del suo business. Da segnalare anche la solida visibilita’, l’attraente valutazione e un rendimento sostenibile. Rating buy e Tp di 3,9 euro per azione
MEDIASET
Equita Sim ha alzato il rating su Mediaset da reduce a hold, con prezzo obiettivo che sale da 3,35 a 3,87 euro. Il titolo esce dal portafoglio dei ‘meno preferiti’ della casa d’affari. “Il mercato pubblicitario tv dovrebbe chiudere il 2013 a -10,5/11%, con Mediaset a -11,2% a causa dell`aggressiva politica dei prezzi della Rai, attesa a -8%. La visibilita’ e’ bassa sul primo semestre per la debole fiducia dei consumatori a dicembre. Ci attendiamo pero’ una stabilizzazione del mercato nel 2014, +2,5% e +1,5% per Mediaset, e una ripresa nel 2015, +4,2% e +3,5% per Mediaset, grazie alla ripresa economica”, spiega Equita Sim. Gli analisti si attendono poi “un taglio dei costi superiore di 50 mln rispetto ai target della societa’ e quindi miglioriamo la stima di utile 2014 del 10% e 2015 del 9%. Il potenziale piano di aggregazione degli asset pay-tv del gruppo in un veicolo e l`entrata di un partner industriale permetterebbero di valorizzare Mediaset Premium”. In conclusione, Equita giustifica l’upgrade su Mediaset alla luce di 4 motivi: “riteniamo che il mercato sconti una pubblicita’ debole (-5%) nel quarto trimestre 2013 e in leggera ripresa nel 2014; attendiamo maggiori tagli di costi rispetto ai target e un’accelerazione della pubblicita’ nel 2015; l`eventuale entrata di un partner in un veicolo dove saranno concentrati gli asset nella pay-tv del gruppo e’ positiva e permetterebbe di valorizzare un asset, attualmente valutato zero nella nostra somma delle parti; Mediaset tratta a premio rispetto al settore sul 2015, ma a sconto sul 2016 con un PE di 14 volte rispetto alle 16 volte del settore”.

INTESA

Stamattina Hammer Partners ha deciso di alzare la raccomandazione da ‘sell’ a ‘outperform’. Il broker aveva un giudizio negativo dal 2011.

Da inizio anno il titolo guadagna l’8,3%. Il 2013 si era chiuso con un rialzo del 38%.

Al momento tra gli analisti prevale la prudenza: solo uno su tre ha un giudizio positivo e il target price medio è fissato a 1,74 euro (inferiore alla quotazione attuale).

LUXOTTICA
Citigroup ha alzato il prezzo obiettivo su Luxottica da 43 a 45 euro, confermando la raccomandazione buy. Secondo gli analisti, “ora che l’impatto di breve termine dei cambi e’ stato scontato dai prezzi di Borsa, e’ tempo di rivisitare l’investment case su tre basi: il mercato Usa, l’acquisizione di glasses.com e la cassa”. In particolare, sottolinea Citigroup, le vendite del gruppo negli Usa potrebbero raddoppiare entro il 2020, con gli Stati Uniti che potrebbero risultare “il miglior mercato emergente per Luxottica, nonostante le turbolenze dei cambi”. Quanto all’acquisizione di glasses.com, Citigroup la valuta molto positivamente, dal momento che garantisce alla societa’ “la miglior tecnologia”. Infine, “dopo 15 anni di acquisizioni, Luxottica potrebbe aver esaurito i grossi target e il gruppo dovrebbe chiudere il 2014 con un debito/Ebitda di 0,7 volte, in calo dalle circa 3 volte del 2008. Escludendo buyback, crediamo che sia tempo per Luxottica di iniziare a considerare un mega dividendo, traendo vantaggio dal favorevole mercato dei bond”. Nel dettaglio, per Citigroup “i dividendi potrebbero essere la miglior opzione rimasta a questo punto per Luxottica e preferiremmo decisamente un dividendo straordinario rispetto a un graduale aumento del pay-out”

BRUNELLO CUCINELLI

SocGen ha avviato la copertura con una raccomandazione ‘sell’ e un target price a 18 euro.

Equita ha invece confermato il giudizio ‘hold’ con target price a 25,8 euro.

PIRELLI

Bofa Merrill Lynch ha deciso di abbassare la raccomandazione sul comparto a ‘underperform’ da ‘neutral’.

Per quanto riguarda i singoli titoli, Pirelli è stata tagliata a ‘underperform’ da ‘neutral’.
Secondo quanto riportato da Repubblica, Goldman Sachs Private equity avrebbe chiesto ai soci di Lauro61, la holding che detiene il 26% di Pirelli (PC.MI), se sono interessati a vendere o ad aprire il capitale. Sono state smentite le voci che circolavano circa il possibile ingresso di un socio cinese.

FERRAGAMO

Mediobanca ha deciso di abbassare la raccomandazione da ‘neutral’ a ‘underperform’.

Ieri Bank of America – Merrill Lynch ha riavviato la copertura con ‘buy’ e un target price a 30 euro, mentre Kepler Cheuvreux ha tagliato a ‘reduce’ da ‘hold’. 

SORIN
Equita alza il target price di Sorin a 2,65 euro da 2,6 dopo che l’azienda e MicroPort Scientific Corporation hanno raggiunto un accordo definitivo per la creazione in Cina di una joint venture per la commercializzazione e lo sviluppo di dispositivi di Cardiac Rhythm Management (pacemaker impiantabili, defibrillatori e dispositivi per la risincronizzazione cardiaca e altri dispositivi collegati). Il business plan di Sorin, segnalano gli analisti, prevede un Eps di 20 centesimi nel 2018. Questa Jv, per Equita, potrebbe ragionevolmente contribuire per il 4%-8% di quell’importo, in parte probabilmente gia’ compreso dalle stime di piano. “Apprezziamo la forte valenza strategica del deal che evidenzia una volta di piu'” l’impegno “alla crescita e la credibilita’ del management” che ha indicato un contributo per i mercati emergenti pari al 25% delle vendite nel 2018 (dal 15% attuale) ed ha recentemente annunciato anche una piccola acquisizione in Brasile e un progetto greenfield in Cina per prodotti di cardiopolmonare. La nuova iniziativa ci conforta nell’incrementare la valutazione (a parita’ di stime) a 2,65 euro, concludono gli esperti.

Banca Akros alza il target di Sorina 2,4 euro da 2,3 euro per azione, confermando il rating accumulate. Ieri l’azienda e MicroPort Scientific Corporation hanno raggiunto un accordo definitivo per la creazione in Cina di una joint venture per la commercializzazione e lo sviluppo di dispositivi di Cardiac Rhythm Management (pacemaker impiantabili, defibrillatori e dispositivi per la risincronizzazione cardiaca e altri dispositivi collegati). La jv, segnalano gli esperti, permette ai due gruppi di fare leva sulle loro complementari forze per crescere nel mercato cinese, stimato in aumento del 10% a/a nei prossimi cinque anni

IVS

-Equita Sim ha alzato il target di Ivs a 8 euro da 7,9 euro, confermando a hold il rating, di riflesso ad un aggiornamento delle stime dopo la pubblicazione dei risultati trimestrali. Gli esperti tagliano le loro previsioni, ma tale taglio viene piu’ che compensato da un tasso delle attivita’ prive di rischio piu’ basso. Gli analisti, comunque, continuano a vedere interessanti tassi di crescita e apprezzano molti elementi dell’equity story (forte management team, opportunita’ dall’M&A) ma vorrebbero avere maggior visibilita’ sulla generazione di cassa e su un miglioramento del ROCE (Return on Capital Employed) per giustificare un piu’ alto upside.

 

 

Comments are closed.