Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

RATING DEL 14 MARZO

RATINGRATING DEL 14 MARZO

ITALCEMENTI

Berenberg ha tagliato il giudizio a Sell dal precedente Hold: il target price sale a 6,10 euro da 4,20 euro.
La bocciatura inserita in un report sulle società europee del cemento che include la conferma del Sell su Buzzi (BZU.MI) ed il taglio a Sell della francese Lafarge (LG.EQ).
La settimana scorsa Italcementi ha comunicato che lancerà un aumento di capitale da 450 milioni di euro, un’Opa volontaria sulle minoranze di Ciments Francais e la conversione obbligatoria delle azioni di risparmio della società in ordinarie.
TOD’S
Bank of America-Merrill Lynch ha tagliato il target price a 99,9 euro da 106 euro, il giudizio resta Neutral.
MPS
Credit Suisse ha alzato la raccomandazione su B.Mps da underperform a neutral, con prezzo obiettivo che sale da 0,13 a 0,20 euro. “Dopo i conti trimestrali, con il management che ha aumentato le stime di Common Equity Tier 1 2017 di circa 250 punti base, incrementiamo il rating e il target price”, spiegano gli analisti. Gli esperti notano come “il miglioramento dei ratio patrimoniali non sia della miglior qualita’”, ma “crediamo che si riduca significativamente il rischio di un ulteriore – o maggiore – aumento di capitale”
MAIRE
Kepler Cheuvreux ha alzato la raccomandazione su Maire T. da hold a buy, con prezzo obiettivo che sale da 0,67 a 2,1 euro. In un report dal titolo “Sulla strada giusta – upgrade da hold a buy” gli analisti hanno incrementato le stime di Ebitda 2014-2015 del gruppo del 35% dopo i conti del quarto trimestre 2013 “sopra le attese” e caratterizzati da una “buona qualita’ sottostante”

AUTOGRILL
Banca Akros ha alzato il prezzo obiettivo su Autogrill da 6,6 a 7,7 euro, confermando la raccomandazione hold. “I numeri 2013 sono stati in linea a livello di Ebitda, spese per investimenti e debito netto: buona performance in Nord America e miglioramento in Europa”, commentano gli analisti. Akros monitorera’ “il processo di rinnovo delle concessioni autostradali in Italia per valutare il suo impatto finale sulle stime. Nel frattempo, alziamo le previsioni 2014-2015 e il prezzo obiettivo”

-Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo su Autogrill da 7,5 a 8,5 euro, ribadendo la raccomandazione buy. Gli analisti hanno confermato le loro stime di Ebitda (326 mln euro per il 2014, 377 mln euro per il 2015, a fronte del consenso tra 355 e 360 mln euro) ma vedono “maggior upside in caso dovessero arrivare nuovi contratti e se le attuali iniziative” messe in atto dalla societa’ “dovessero avere successo”. La valutazione sulla base della somma delle parti viene spostata al 2015

A2A
-B.Akros ha tagliato il rating su A2A da accumulate a hold, confermando il prezzo obiettivo a 1 euro. La societa’ pubblichera’ oggi i risultati sull’esercizio 2013. “Il nostro focus e’ sul dividendo”, spiegano gli analisti, che in base alle loro stime, prevedono un utile netto nel 2013 di 267 mln euro rispetto ai 260 mln del 2012. Applicando un payout del 60% sull’utile netto ordinario, la casa d’affari ottiene un dividendo per azione di 0,034 euro contro 0,026 euro pagati nel 2012. “Non ci aspettiamo grandi sorprese dalla pubblicazione dei conti di oggi. Crediamo che per avere un nuovo catalizzatore e’ necessario aspettare la presentazione del nuovo piano industriale”, continuano gli esperti.
GENERALI
-Equita Sim ha limato il prezzo obiettivo su Generali Ass. da 18,2 a 17,9 euro, confermando la raccomandazione hold. “Abbiamo ridotto la stima di utile netto del 5% soprattutto per effetto del minor rendimento del portafoglio obbligazionario, che colpisce in misura piu’ significativa la divisione Danni a causa della minor duration tipica di questo business. Il target price scende solo leggermente in quanto la diminuzione dell`Eps e’ quasi completamente compensata dalla riduzione del tasso free risk. Al nostro target il titolo varrebbe 11 volte gli utili 2015 e 1,2 volte il book value a fronte di un Roe del 10,7%”, spiegano gli analisti.

Ubs ha confermato il rating neutral su Generali Ass. e il prezzo obiettivo a 17 euro. L’utile netto del 4* trim. 2013 di 324 mln euro e’ stato ben al di sotto del consenso di 603 mln euro e secondo gli analisti la causa puo’ essere attribuita ad una serie di componenti straordinarie. La casa d’affari trova difficile vedere progressi della societa’ con cosi’ tanti oneri ma l’unico risultato buono sembra essere per gli esperti il dividendo di 0,45 euro per azione. Il titolo scambia un multiplo Eps 2014 pari a 11,9 volte per un rendimento del dividendo del 3,15.
UNICREDIT
Dalle comunicazioni alla Consob emerge che i fondi BlackRock sono saliti al 5% del capitale dal precedente 2,2%. L’operazione risale al 5 marzo.
Nel frattempo Kepler Cheuvreux ha confermato la raccomandazione Hold, alzando il target price a 6,4 euro da 5,80 euro precedente.

GTECH
Fidentiis ha alzato il rating su Gtech a buy da hold, con range di valutazione a 28,4-28,8 euro. I risultati del 4* trimestre sono stati “in linea con le aspettative”, spiegano gli analisti, aggiungendo che “i nuovi target del 2014 sembrano facilmente raggiungibili soprattutto quando consideriamo tutte le opportunita’ materiali del business delle macchine da gioco e un inizio anno abbastanza positivo per l’Italia”.

DIASORIN
Banca Imi ha ridotto il prezzo obiettivo da 33,4 a 32,7 euro su Diasorin confermando la raccomandazione hold. I conti 2013 sono stati in linea con le attese degli analisti, che pero’ sulla base della guidance 2014 hanno abbassato le loro stime di Ebitda. In particolare, per l’anno in corso la previsione scende dell’8%, per il successivo del 9,5%

Comments are closed.