Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

RATING DEL 16 APRILE

rating2RATING DEL 16 APRILE

DIASORIN

Banca Imi conferma la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo a 72,9 euro sul titolo evidenziando un’intervista all’a.d. Carlo Rosa che ha sostanzialmente ribadito le precedenti indicazioni fornite dalla societa’.

CUCINELLI

Equita Sim conferma la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo a 28 euro su B.Cucinelli (-0,36% a 27,3 euro tra le mid cap). Gli esperti si aspettano che il primo trimestre abbia evidenziano una crescita coerente con le attese sull’intero anno in termini di fatturato, con un +8% reported (+9% la stima sul 2018).

STM

. Equita Sim (rating hold, prezzo obiettivo a 22,3 euro) si attende che i conti in pubblicazione il 25 aprile mostrino “un buon trimestre sul fatturato”. Gli esperti sono “piu’ cauti sui margini a causa dei cambi”.

LUXOTTICA

Jefferies (rating hold, prezzo obiettivo a 44 euro) evidenzia come “i dati sui ricavi nel primo trimestre, in agenda il 27 aprile, probabilmente rafforzeranno l’attenzione degli investitori sulle attuali sfide per la crescita organica”

EI TOWERS

Jefferies conferma sul titolo la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo a 50 euro dopo aver partecipato a un viaggio con il management del gruppo per incontrare gli investitori americani. Il messaggio principale che e’ emerso dall’incontro e’ stato che il rinnovo del contratto pluriennale di fornitura dei servizi di ospitalita’, assistenza e manutenzione delle reti digitali con Elettronica Industriale (Gruppo Mediaset) e’ un “catalizzatore fondamentale”. Gli analisti evidenziano inoltre che “l’M&A di piccole dimensioni in Italia proseguira’”.

BOMI

Kt&Partners ha aumentato il prezzo obiettivo del titolo Bomi Italia a 4,76 euro dal precedente 4,54 euro.  Una valutazione che rispetto alla chiusura di venerdi’ 13 aprile incorpora un up side di oltre il 40 per cento.
In relazione alle performance del 2017 in Brasile, America Latina, Cina e Turchia e all’ulteriore indebolimento del cambio real/euro, gli analisti hanno rivisto le stime sui ricavi del periodo 2018-2020.
Inoltre, il titolo tratta a significativo sconto sui peers in termini di P/e sia sul 2018 e sia sul 2019.

SAFILO

Moody’s ha abbassato il rating sul credito a lungo termine di Safilo a B1 da Ba3. L’outlook è stabile.
“Il downgrade – ha spiegato Moody’s – riflette il deterioramento delle metriche di credito di Safilo a seguito di una performance operativa molto debole nel 2017, in parte a causa di un evento eccezionale, e alla luce delle nostre attese che i fondamentali miglioreranno solo gradualmente nel corso dei prossimi 24 mesi”.La società dell’occhialieria di lusso ha chiuso il 2017 con una perdita netta di 251,6 milioni di euro, contro il rosso da 142,1 milioni dell’anno precedente, a causa di poste non ricorrenti. Il rosso adjusted del gruppo dell’occhialeria è stato di 47,1 milioni (15,4 milioni nel 2016). In peggioramento anche i margini operativi. L’Ebitda è crollato del 68% a 25,9 milioni, mentre il dato adjusted si è contratto del 53,7% a 41,1 milioni. Le vendite nette sono state pari a 1,047 miliardi, in calo del 16,4%(-15,5% a cambi costanti), anche a causa del passaggio del marchio Gucci da licenza a contratto di fornitura. Il debito netto del gruppo è peggiorato a 131,6 milioni, contro i 48,4 milioni a fine 2016.
Alla luce dei conti il consiglio di amministratore, che ha approvato i risultati 2017, ha deciso di non proporre la distribuzione di un dividendo alla prossima assemblea degli azionisti.

FCA

Stamattina Goldman Sachs ha rafforzato il giudizio Buy, ritoccando il target price a 31,30 euro da 31 euro precedente. L’upside potenziale secondo gli analisti americani sfiora il +64%.

VALUE TRACK

In uno studio pubblicato questa mattina gli analisti di ValueTrack hanno aggiornato lo studio del 25 ottobre scorso confermando il prezzo obiettivo di 5,15 euro per il titolo Neodecortech, una valutazione che incorpora un upside di oltre il 30% rispetto al prezzo di chiusura di venerdi’ 13 aprile a 3,84 euro.
La valutazione scaturisce dalla lettura dei risultati 2017, un anno positivo in termini di crescita del business, con indicatori industriali e volumi di produzione in aumento rispetto all’anno precedente. Nel dettaglio, gli analisti hanno sottolineato un progresso del 10,4% a/a del giro d’affari su base like for like, un aumento dell’Ebitda adjusted margin di 110 bps all’11,9%, nonostante l’aumento del prezzo delle materie prime (cellulosa + 33% e biossido di titanio +40% rispetto al 2016).
Per gli esercizi 2018-19 ValueTrack stima un aumento medio del fatturato mid single digit, un progresso dell’Ebitda margin di circa il 13% a partire dal 2019, grazie alla capacita’ di incrementare i volumi produttivi e alla maggiore incidenza di prodotti LVT  (Luxury Vinyl Tile) altamente redditizi. L’utile netto e’ atteso in crescita con un Cagr superiore al 50%, grazie a minori oneri finanziari e al livello di tassazione stabile intorno al 18% -20%. L’indebitamento finanziario netto e’ stimato in calo a circa 40 milioni nel 2019, in relazione al flusso positivo generato dalla gestione operativa.
Nonostante l’evoluzione dei prezzi delle materie prime rimane il principale rischio sulla redditivita’, si sottolinea che la societa’ gia’ dal 2017 aveva ribaltato sui prezzi di vendita gli aumenti dei prezzi delle materie prime e proseguira’ in tale direzione anche nel 2018.
Infine, gli analisti sottolineano che al prezzo corrente di mercato le azioni sono scambiate a 1,0x P/BV 2019 stimato, con un Roe al 12,4%, ben al di sopra del costo del capitale netto.

MONCLEAR

La scorsa settimana ha fatto segnare il nuovo record storico a 34,37 euro ampliando il guadagno da inizio anno a +30%.
Stamattina Mediobanca ha tagliato la raccomandazione a Neutral da Buy, lasciando invariato il target price a 32,20 euro.Il consens Bloomberg vede 12 raccomandazioni di acquisto su 21 analisti censiti. Il target price medio è fissato a 31,30 euro.

Deutsche Bank ha ridotto la raccomandazione su Moncler  da buy a hold, con il titolo che ha raggiunto il prezzo obiettivo assegnato (il Tp sale da 33 a 34 euro). La visione sui fondamentali resta comunque positiva: gli esperti si aspettano che il gruppo abbia registrato “un altro trimestre di momentum solido” nella domanda e abbia beneficiato del contributo dei nuovi negozi.

TELECOM

“Indiscrezioni di stampa indicano un`affluenza all`assemblea Tim” del 24 aprile “pari al 68% del capitale ordinario. Un`elevata affluenza supporta a nostro avviso le chance di successo di Elliott, come si evince nel weekend dalle prese di posizioni esplicite di fondi come Kairos e SVM”, nota Equita Sim, che su Telecom I. ha una raccomandazione buy con prezzo obiettivo a 1,02 euro

JP Morgan Chase & Co, attraverso la controllata J.P. Morgan Securities, detiene una posizione aggregata in Telecom Italia complessivamente pari al 5,932% del capitale. L’operazione e’ datata 6 aprile ed emerge dall’aggiornamento di Consob sulle partecipazioni rilevanti.
Nel dettaglio, lo 0,035% e’ rappresentato da azioni oggetto di contratti di prestito titoli con possibilita’ di rientro in qualsiasi momento a discrezione del prestatore e che non prevedono data di scadenza; lo 0,449% e’ riferibile ad un’opzione call con scadenza tra il 18 maggio 2018 e il 19 dicembre 2019, mentre uno 0,125% a una put con scadenza il 20 settembre 2018.
La quota piu’ rilevante, pari al 4,267% di Tim, e’ rappresentata da un’opzione call/put con scadenza tra il 5 febbraio e il 6 giugno 2019 e infine sull’1,056% JP Morgan possiede contratti Equity swaps con scadenza tra il 12 aprile 2018 e l’8 febbraio 2023.

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>