Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rating del 17 marzo

RATING1Rating del 17 marzo

RCS

Equita Sim ha alzato la raccomandazione su Rcs da reduce a buy, con prezzo obiettivo che sale da 1,15 a 2,05 euro. “Il target di taglio costi e’ stato incrementato da 145 mln a 220 mln, aumentando la visibilita’ sull’obiettivo di Ebitda a 150 mln nel 2015. La societa’ sta scommettendo sul digitale, con un obiettivo di incrementare i ricavi di 170 mln al 2015. Sono stati avviati 80 progetti, incluse 10 joint venture, partendo dalla digitalizzazione dei database del gruppo e la profilatura di 9 mln di clienti”, sottolineano gli esperti. “Rcs assicura un doppio leverage sulla ripresa grazie a: esposizione ai principali quotidiani e siti di informazione in Italia e Spagna; obiettivi di forte espansione del business online”, prosegue Equita. Gli analisti hanno alzato le loro stime di Ebitda pre componenti straordinarie del 22% a 98 mln per il 2014 e del 7% a 147 mln per il 2015″. Secondo gli esperti, nel caso migliore (tasso composto medio annuo di crescita dei ricavi off-line dell’1%, on-line del 19% e +170 mln euro in ricavi digital) l`Ebitda 2016 sarebbe del 30% piu’ alto a 214 mln e il target price salirebbe a 2,7 euro. Nel complesso, il rating diventa buy perche’: il minimo dei risultati per Equita “e’ alle spalle e il 2014 sara’ l`anno del turnaround; i covenant sul debito dovrebbero essere centrati grazie ai 70 mln di cessioni attesi nel 2014; le attivita’ digitali sono attese salire dal 11% al 16% dei ricavi (target della societa’ 21%); il titolo tratta a 7 volte l’Ebitda 2016 contro le 7,8 volte del settore e un PE di 18 volte contro 14; Fiat e’ il maggiore azionista con il 20%, ma non esiste un patto di sindacato e non si puo’ escludere uno scontro per il controllo della societa’”

snam
Berenberg alza target a 4,1 da 3,65 euro, rating HOLD
Unipolsai

Mediobanca ha confermato la raccomandazione Outperform sulle azioni UnipolSai ordinarie (US.MI) e risparmio B (USRB.MI) il cui target è stato fissato a 2,80 euro.

Ha invece alzato a Outperform la raccomandazione sulle azioni UnipolSai risparmio A (USRA.MI) con target price a 280 euro.

UNICREDIT
Rbc alza target a 5,8 da 5,4 euro, rating UNDERPERFORM

Banca Imi ha alzato il prezzo obiettivo su Unicredit da 6 a 7,18 euro, confermando la raccomandazione add. Gli esperti hanno rivisto al rialzo le previsioni di utile netto 2014 del 20% per allinearle alla guidance, abbassando invece quelle sul 2016 del 16%. “L’azione scambia a 0,85 volte il tangible book value 2014, nonostante una redditivita’ che stimiamo superiore al costo dell’equity alla fine del piano industriale. Sebbene la base di capitale e’ sotto quella dei principali competitor, ci aspettiamo che sara’ riportata a un livello ottimale gia’ nel 2014, e questo, abbinato a un rapporto di copertura dei crediti problematici ben al di sopra della best practise italiana e della media europea, lascia la banca in buona forma per affrontare l’Asset Quality Review e gli stress test”, affermano gli analisti.

TERNA
Berenberg alza target a 3,6 da 3,4 euro, rating HOLD

CEMENTIR
Cementir: Mediobanca abbassa il rating a neutral
Attenzione in avvio di seduta al titolo Cementir. Gli analisti di Mediobanca hanno infatti rivisto al ribasso il loro rating sull’azione portandolo a neutral (neutrale) dal precedente outperform (meglio del mercato).
AUTOGRILL
Giudizi contrapposti, dopo i risultati 2013, sono arrivati da Credit Suisse e Bank of America.

Gli analisti svizzeri hanno confermato la raccomandazione Underperform, ritoccando il target price a 6,4 euro da 5,9 euro.

Bank of America – Merrill Lynch ha invece ribadito il Buy con prezzo obiettivo a 8 euro.

MARR

Kepler Cheuvreux ha alzato il target price su Marr da 14 a 14,3 euro, confermando il rating buy. I risultati dell’esercizio 2013 sono stati in linea con le stime degli analisti. Per il 2014 il management si aspetta una crescita del 4% in un mercato che dovrebbe stabilizzarsi. Gli esperti credono che queste previsioni siano un po’ prudenti, per cui alzano le proprie stime di crescita per il 2014 dal 3% al 4%. “Ci aspettiamo che la quota di mercato del 13% continui ad aumentare, sulla base dei multipli e di un vantaggio competitivo sostenibile rispetto a competitor regionali piu’ piccoli”, spiega la casa d’affari. Kepler Cheuvreux ha inoltre alzato le stime 2014-2015 sui ricavi dell’1-2%.
A2A
. Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo sul titolo da 0,87 a 0,9 euro per tener conto di una gestione migliore delle attese del capitale circolante. La raccomandazione resta comunque hold, “anche in attesa del placement del 5% da parte dei Comuni” di Milano e Brescia. Gli analisti sottolineano come i conti del quarto trimestre 2013 abbiano evidenziato un rosso alla luce delle svalutazioni e come il dividendo proposto di 0,033 euro sia inferiore alle loro attese a 0,035 euro. La guidance sul 2014, che indica “un altro anno debole”, appare “in linea con le attese” di Kepler Cheuvreux.

IMA
Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo su Ima da 34 a 38 euro, confermando la raccomandazione buy. Il dividendo 2013 e’ stato superiore alle attese degli analisti (1,25 euro contro 1,1 euro), mentre la guidance sull’anno in corso e’ in linea con le previsioni ed e’ “chiaramente prudente” alla luce della raccolta ordini 2013 e di gennaio/febbraio 2014. Gli esperti hanno aumentato le loro stime di crescita organica 2014 dall’8,5% al 9,5% e le previsioni di Ebitda salgono del 5% per l’anno in corso e del 4% per il 2015. Il titolo tratta a premio rispetto ai multipli storici, ma per Kepler Cheuvreux questo e’ giustificato dalle prospettive di crescita della societa

FIERA DI MILANO

Banca Akros ha ridotto la raccomandazione su Fiera Mi
da hold a reduce, con prezzo obiettivo che sale da 5,75 a 6,8 euro. “I conti 2013 sono stati piu’ bassi delle attese. Rivediamo le nostre stime 2014-2016 per tener conto dell’outlook 2014 cauto” da un lato e “anche del contratto piu’ favorevole per la locazione degli spazi espositivi di Rho e Milano” dall’altro, spiegano gli esperti, che attendono “maggior dettagli per capire meglio il pieno potenziale dell’opportunita’ Expo 2015 sulle nostre stime per il prossimo anno”

 FINMECCANICA

Kepler Cheuvreux ha confermato sul titolo la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 7,5 euro in attesa dei conti 2013 che saranno pubblicati il 19 marzo. Gli esperti evidenziano che le loro stime sono allineate a quelle del consenso, riportando poi che secondo indiscrezioni di stampa di questa mattina, il piano dell’a.d. del gruppo, Alessandro Pansa, potrebbe portare a Finmeccanica risparmi fino a 900 mln. Per Kepler Cheuvreux questa se confermata potrebbe essere una notizia positiva. Inoltre, “i risultati 2013 renderanno chiaro che Ansaldo Breda e’ diventata un peso” per il gruppo, aggiungono gli analisti, che si aspettano quindi “novita’ sul processo di deconsolidamento durante la conference call di Finmeccanica”

Comments are closed.