Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

RATING DEL 18 APRILE

RATINGRATING DEL 18 APRILE

OVS

Banca Imi stima una solida performance per Ovs (add e tp di 7,4 euro) nel quarto trimestre 2017, ma visto il contesto gli stessi esperti ritengono che siano critici alcuni importanti aggiornamenti sul fronte delle condizioni di mercato, del cambiamento di canale (da retail a online), del potenziale impatto di Charles Vogele e del processo di internazionalizzazione.

A2A

-Banca Imi giudica positivamente la notizia che A2A ha completato con il Governo del Montenegro la negoziazione di un accordo in virtu’ del quale l’esecuzione della put option sulla quota dell’utility Epcg esercitata in data 3 luglio 2017 verrebbe attuata in 4 tranche nel periodo compreso tra il 1* maggio 2018 e il 31 luglio 2019. Tale accordo comporterebbe un’accelerazione dell’esecuzione della put option rispetto agli attuali termini previsti dallo Shareholders’ Agreement del 29 agosto 2016 (7 tranche dal 1* maggio 2018 al 1* maggio 2024). In attesa del prossimo passo da parte del Parlamento del Montenegro, gli esperti confermano il rating buy e il target price a 1,8 euro per azione.

SNAM

Mediobanca Securities conferma rating neutral su Snam. Gli esperti si focalizzano sulla notizia che il consorzio composto da Snam, Enagas e Fluxys e’ stato selezionato dall’Agenzia greca delle privatizzazioni come ‘preferred investor’ per l’acquisizione del 66% di Desfa, l’operatore delle infrastrutture del gas in Grecia. Lo stessa Agenzia avrebbe chiesto un’offerta migliorativa. Gli analisti segnalano che l’interesse da parte delle tre aziende potrebbe essere di natura strategica e legato al progetto Tap. In ogni caso, per MB questo deal non sarebbe un ‘game changer’ per l’equity story e Desfa potrebbe contribuire con circa 10 mln euro alla bottom line di Snam (1% dell’utile) e con circa 5 mln a Enagas.

BANCHE

Bancari italiani sotto la lente di Societe Generale, che conferma la visione positiva sul comparto. Gli analisti ritengono che l’incertezza politica non fara’ deragliare la sovraperformance del settore, che continuera’ a beneficiare dei “fondamentali in miglioramento”. Il rating resta buy su Banco Bpm  prezzo obiettivo abbassato da 4,3 a 4,1 euro), Bper ( Tp da 6,2 a 6 euro), Ubi B. ( Tp da 5,2 a 5 euro), mentre e’ hold su Intesa Sanpaolo ( 3,12 euro, Tp da 3,2 a 3,1 euro) e Unicredit  da 19 a 18,5 euro).

ENEL

Kepler Cheuvreux conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 6 euro su Enel . Per gli esperti il prezzo dell’Opa lanciata sulla brasiliana Electropaulo e’ “corretto” e la “transazione e’ in linea con la strategia del gruppo”

Focus di Equita Sim su Enel. Il gruppo ha annunciato il lancio di un`Opa sul 100% di Eletropaulo (una delle maggiori societa’ di distribuzione brasiliane) a un prezzo di 1,1 mld euro in caso di adesione al 100%. L’offerta, sottolineano gli analisti, e’ un rilancio sulle precedenti di Energisa e di Iberdrola e offre un premio di circa il 60% sul prezzo trattato da Eletropaulo il giorno precedente la prima offerta di Energisa (5 aprile). L`opa e’ condizionata al raggiungimento del 51% del capitale e secondo le stime di Equita “il prezzo implica” multipli pari a “circa 8,8 volte l’Ev/Ebitda aggiustato del 2017, 7,8 volte l’Ev/Ebitda aggiustato 2019 (su base consensus) e circa 1,8 volte la Rab (regulated asset base, ndr) 2017, che stimiamo in circa 1,6 mld euro. L`operazione e’ in linea con il piano Enel, che prevedeva M&A nel settore distribuzione ed E.solutions per 2 mld euro. Il multiplo potrebbe apparire elevato, tuttavia riteniamo che ci sia un alto valore strategico nella gestione dell`asset”. Ipotizzando “efficienze pari al 5% dei costi operativi di gruppo, il multiplo scenderebbe a 6-7 volte l’Ev/Ebitda 2019-2020”, nota Equita. “Enel avra’ la possibilita’ di fare cross selling su 7 mln di clienti in un’area fortemente urbanizzata (San Paolo) attualmente non presidiata. Da valutare quindi le opzioni di sviluppo di Eletropaulo. L`operazione appare quindi potenzialmente interessante: asset regolato, accrescitiva in termini di Eps (circa 1%), in area fortemente urbanizzata, con possibilita’ di risparmi e di cross-selling su una massa rilevante di clienti. L`operazione e’ ancora aperta (possibili controfferte da parte di iberdrola ed Energisa nei prossimi 15 giorni)”, concludono gli esperti. Su Enel il rating e’ buy, con prezzo obiettivo a 6 euro.

TREVI

Secondo quanto riportato da MF, Rosneft avrebbe mostrato interesse per Drillmec, controllata di Trevi  che produce impianti di perforazione destinati al settore Oil&gas.
La cessione di Drillmec farebbe parte del piano di ristrutturazione del debito di TFI (prossimo ai €600 mn a fine Giungo 2017) che, sempre secondo il quotidiano, prevedrebbe un aumento di capitale da almeno €200 mn.
Drillmec ha chiuso il 1H17 con ricavi da €32.9 mn ed in pesante perdita operativa (EBITDA € -38 mn inclusivo però del contributo di Petreven, società del gruppo TFI attiva nella gestione di rig onshore).
La divisione Oil&gas del gruppo (Drillmec + Petreven) aveva un debito pari a poco più di €300 mn a fine 1H17.
Ricordiamo che TFI non ha ancora pubblicato il 3Q17.
Aspettiamo di conoscere i numeri aggiornati sul gruppo nonché i dettagli del piano prima di aggiornare il nostro target price.
REDUCE con Target Price 0.58

B sistema

Banca Akros ha ridotto il rating di B.Sistema a neutral da accumulate e fissato il target price a 2,4 euro da 2,8 euro, di riflesso ad una revisione delle stime dopo la recente presentazione dei target del piano e delle linee guida

VALSOIA

Banca Imi ha alzato il rating di Valsoia a add da hold con Tp fissato a 18 euro da 17,1 euro. Gli esperti apprezzano soprattutto la performance molto forte della quota export, cresciuta del 21,3% a/a nel 2017

TELECOM

TIM ha pubblicato una presentazione che commenta i piani presentati da Elliott. Nel complesso, il mgmt ritiene che l`esecuzione del piano approvato dal Board sia il percorso migliore per la creazione di valore e che le le proposte di Elliott 1) siano state analizzate dal mgmt e non inserite a piano perché premature o non realizzabili, ad eccezione della cessione di Sparkle in fase di valutazione; 2) possano compromettere l`obiettivo di recupero del IG rating.
I commenti al piano di Elliott a nostro avviso sono principalmente focalizzati sulla necessità di operare tutte le opportune verifiche di impatto regolamentare, finanziario e competitivo prima di procedere con operazioni di impatto strategico rilevante. Pensiamo che questa sia una posizione condivisa anche da Elliott e dai nuovi membri del CdA che Elliott intende proporre.
In dettaglio:
– Sulla rete il mgmt è disponibile a valutare cessioni parziali, ma mantenendo il controllo e dopo opportuna verifica di tutti gli aspetti regolamentari, concorrenziali, tecnologici e finanziari
– Il mgmt ritiene Inwit un asset strategico. Una monetizzazione ulteriore sarà da valutare in rapporto a costi/benefici
– In Brasile, le ipotesi di fusione con OI vengono ritenute rischiose per l`equilibrio finanziario del gruppo
– La parziale o totale cessione di Sparkle è in fase di valutazione
– La creazione di valore ipotizzata da Elliott si basa su ipotesi di valorizzazione di NetCo e su stime di flussi di cassa di OpCo superiori a quelle di piano (ma sottolineiamo che è costruita in ipotesi diverse da quelle del piano, ossia nello scenario di cessione parziale e deconsolidamento della rete e di ricalcolo degli oneri finanziari relativi al debito residuo)
– La conversione delle azioni di risparmio è valutata in modo ricorrente dal mgmt. L`impatto sull`EPS delle azioni ordinarie sarebbe inferiore a quello calcolato da Elliott nel momento in cui le ordinarie torneranno a pagare dividendo.
BUY con Target Price 1.02

 

Comments are closed.