Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rating del 21 febbraio

RATINGRating del 21 febbraio

BANCA CARIGE

Equita Sim ha ridotto il prezzo obiettivo su B.Carige da 0,4 a 0,35 euro, confermando la raccomandazione hold. La banca ha sottoscritto accordi di pre-underwriting con Mediobanca (in qualita’ di global coordinator e joint bookrunner), Citigroup, Credit Suisse, Deutsche Bank e UniCredit (in qualita’ di co-global coordinator e joint bookrunner) e Commerzbank e Nomura (joint bookrunner) per un aumento fino a 800 mln euro. L`assemblea dello scorso anno, ricorda Equita, “ha dato delega fino a marzo 2014 al Cda di effettuare la ricapitalizzazione, ma ora la Fondazione vorrebbe rinviare l’aumento per avere piu’ tempo per procedere alle dismissioni. Il Cda invece ha segnalato che non pensa di riuscire a vendere il business assicurativo in tempi coerenti con le esigenze di rafforzamento patrimoniale e in termini soddisfacenti e quindi ha dato avvio alle procedure per l`aumento di capitale. Nel nostro modello inseriamo ora 800 mln di aumento di capitale anziche’ 300 mln e il target di conseguenza scende a 0,35 euro”

AUTOGRILL

Banca IMI hanno alzato il prezzo obiettivo da 7 a 8,8 euro e hanno promosso il titolo da Add (accumulare) a Buy (comprare).
Philips

Philips finisce nel mirino di Exane. Gli analisti della banca francese hanno tagliato la raccomandazione sul gruppo olandese, portandola a underperform dal precedente neutral.

UNICREDIT

MainFirst ha ridotto la raccomandazione su Unicredit da outperform ad underperform, con prezzo obiettivo che sale da 6 a 6,2 euro. Gli analisti ritengono che i trend operativi dell’istituto nel quarto trimestre 2013 siano stati peggiori rispetto a quelli dei peer e lo saranno anche nel primo semestre 2014, “con gli ostacoli provenienti principalmente dalle attivita’ in Europa centro-orientale. Inoltre, dopo l’ispezione di Bankitalia e in vista dell’Asset Quality Review e degli stress test, Unicredit potrebbe decidere di ‘pulire’ in modo significativo il suo libro prestiti nel quarto trimestre. A livello di gruppo, dopo aver tagliato di un 12% le nostre stime di Eps 2014-2015, siamo ora di un 5% al di sotto del consenso

MARR

Banca Akros ha alzato il prezzo obiettivo su Marr da 12,3 a 13,5 euro, confermando il rating hold. Secondo indiscrezioni di stampa la societa’ potrebbe raggiungere nel 2013 un margine Ebitda al di sopra del 6,7-6,8%, dopo l’integrazione della recente acquisita Scapa, arrivando nel 2014 ad un margine intorno al 7% con una crescita dei ricavi del 3% rispetto ad un mercato piatto. La casa d’affari rivede lievemente al rialzo le proprie previsioni puntando nel 2013 ad un Ebitda di 94 mln euro e nel 2014 a 99,4 mln euro.

MONCLEAR

Ubs ha confermato il rating sell su Moncler e il prezzo obiettivo a 12,1 euro. In vista della pubblicazione dei risultati 2013 del 24 febbraio, la casa d’affari prevede un utile lordo di 417 mln euro, con un margine del 71% in aumento di 140 punti base a/a e un Ebitda di 191 mln euro con un margine del 32,6% in calo di 40 punti base a/a. Gli analisti vedono una riduzione del margine Ebitda nel 4* trim. 2013 di 80 punti base. Per quanto riguarda il 2014, gli esperti si aspettano “qualcosa in piu’ rispetto al solito”, includendo l’aggiunta di altri 24 negozi, una maggiore ‘pulizia’ del canale wholesale e lo sviluppo di nuove categorie di prodotto, compreso l’abbigliamento per bambini. Ubs vede poi uno scenario upside e uno downside. Nel primo (target price a 16 euro), il tasso di crescita annuo del retail potrebbe aumentare ulteriormente grazie alla combinazione di una domanda al di sopra delle attese, di un incremento dei modelli di consumo del lusso e di periodi di freddo piu’ lunghi. Nel caso downside (prezzo obiettivo a 8 euro), la domanda potrebbe diminuire sia attraverso modelli di consumo del lusso piu’ deboli, sia per una richiesta a al di sotto delle attese di giacche in piuma d’oca per via di alcuni cambiamenti nel fashion trend. Moncler invariata a 14,25 euro.
VALEO

Kepler, Citi e Cm-Cic alzano il target price di Valeo e confermano la raccomandazione a buy, dopo che la societa’ ha registrato conti superiori alle attese nell’esercizio fiscale 2013 e ha rivisto al rialzo le stime sulle attivita’ core nel medio termine. Kepler alza il prezzo obbiettivo a 100 euro da 85, Citigroup a 99 euro da 89 e Cm-Cic a 104 euro da 98. Il titolo avanza del 12,21% a 98,70 euro.

BPE
MainFirst ha alzato il prezzo obiettivo su B.P.E.Romagna da 7,8 a 9 euro, confermando la raccomandazione outperform. Gli analisti citano il potenziale in termini di redditivita’ della banca in uno scenario “normalizzato”, che e’ “ben al di sopra di quello delle altre popolari”. Inoltre, la valutazione a cui scambia il titolo e’ bassa. D’altro canto, gli esperti sottolineano come l’Asset Quality Review e gli stress test da un lato ed eventuali operazioni straordinarie dall’altro potrebbero generare un fabbisogno di capitale.

 

Comments are closed.