Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rating del 3 dicembre

RATINGRating del 3 dicembre

UBI BANCA
gli analisti di Nomura in uno studio sul settore bancario italiano hanno alzato il prezzo obiettivo sul titolo a 5,8 euro da 4 confermando il giudizio buy.

UNIPOL

Stamattina in uno studio sul settore assicurativo europeo, gli analisti di Barclays hanno promosso il titolo a equalweight da underweight.

TOD’S
Credit Suisse avvia la copertura della società delle calzature e dell’abbigliamento di lusso con il giudizio “outperform” ed un target price di 140 euro. Gli analisti che firmano il report scrivono di aspettarsi nel corso del triennio un’accelerazione della crescita delle vendite.

ATLANTIA

JP Morgan interviene sulla holding delle infrastrutture alzando il giudizio a “overweight” dal precedente “neutral”.

GEMINA
S&P ha alzato il rating sul debito Gemina da BBB- a BBB+, in linea con quello della controllante Atlantia (ATL.MI): siamo a due gradini sopra il rating della Repubblica italiana. L’outlook negativo riflette quello di Atlantia.

INTESA

Nomura alza rating a BUY da NEUTRAL CON TARGET 2,1 EU

GENERALI

Nomura ha promosso il titolo da “neutral” a “overweight”, portando il target price da 16 a 20,5 euro.

HSBC ha invece riavviato la copertura sul titolo con una raccomandazione “overweight” e un target price di 19,6 euro.

FIAT
Exane ha riavviato la copertura di Fiat con rating underperform e target price a 4 euro per azione. Gli esperti in una nota dal titolo “Fiat buying Chrysler? Sell Fiat-Chrysler” segnalano che il re-rating del titolo e’ stato guidato dalle speranza di raggiungere un deal con Chrysler (e dalle minore paure sulla situazione macro europea). Allo stesso tempo, pero’, la banca d’affari si chiede come il Lingotto possa procedere con il deleverage dopo l’eventuale acquisto di Chrsyler e nota che l’aumento di capitale resta uno dei timori principali. Gli analisti, inoltre, credono che i margini in Brasile continueranno a scendere a causa del rallentamento del mercato e della maggiore competizione, inoltre il Lingotto resta uno dei player meno preferiti in Europa da Exane

Banche
NOMURA
Tp alzato per il B.Popolare (1,6 euro da 1,28, reduce), per B.P.Milano (0,5 euro da 0,46, neutral), e per Unicredit (4,5 euro da 4, reduce)

Comments are closed.