Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Unicredit vista dagli analisti e banche d’affari

unicredit2Dopo i dati di bilancio gli analisti e le banche d’affari si sono espressi con giudizi più o meno contrastanti su Unicredit.

Cheuvreux ha limato da 3,3 euro a 3,2 euro il target price su Unicredit, confermando il giudizio “underperform .

Kepler ha abbassato da 4,4 euro a 4,1 euro, il suo target price, confermando il giudizio “hold“ . Gli esperti hanno anche ridotto le stime sull’utile per azione per il biennio 2013/2014 dell’istituto. Kepler giudica i dati peggiori delle attese mentre il dividendo è maggiore delle loro stime .

Equita Sim hanno abbassato da 5,5 euro a 5,3 euro il loro target price su Unicredit, su cui il giudizio rimane però “buy” .

Exane, che ha tagliato da 3,4 euro a 3,3 euro il target price sull’istituto e ha peggiorato da “neutrale” ad underperform .

Deutsche Bank, invece, hanno tagliato le stime per il biennio 2013-2014 ma confermato il consiglio d’acquisto (“buy”) e il target price di 4,9 euro .

Mediobanca,  ha confermato su Unicredit il rating “outperform” e il prezzo obiettivo di 5,6 euro.

Banca Imi giudica positivamente per Unicredit il rafforzamento dei ratio di copertura mostrato dalla banca, insieme con il miglioramento della base patrimoniale e le azioni pianificate sul fronte del taglio costi nei prossimi anni. Positivo pure il ritorno di capitale dalla Germania tramite il pagamento di un dividendo straordinario complessivo pari a 1 mld. Fattore questo che potrebbe migliorare la flessibilita’ dell’allocazione del capitale all’interno del gruppo. Piuttosto deludenti, invece, l’outlook per il 2013 e il trend della top-line evidenziato nel quarto trimestre 2012. Rating hold e Tp di 3,67 euro per azione confermati.

Intermonte ha ridotto il target price su Unicredit da 4,5 a 4,3 euro, confermando la raccomandazione neutral.

Citigroup gli analisti hanno confermato la raccomandazione neutral e il target price a 3,7 euro.

Comments are closed.