Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Fiat IMMATRICOLAZIONI E FUSIONE CON CHRYSLER

fiatFiat IMMATRICOLAZIONI E FUSIONE CON CHRYSLER
Fiat Group Automobiles ha immatricolato a novembre – in un mercato che perde ancora volumi (-4,5 per cento)- 31.700 vetture per una quota del 27,2 per cento. Nel progressivo annuo, il marchio Fiat migliora la quota di mezzo punto percentuale:  al 21,5 per cento. Ancora una volta cinque vetture del Gruppo sono al vertice della top ten delle vendite:Panda, Punto, Ypsilon, 500L e 500. Da sottolineare l’ottimo risultato della 500L, leader nel suo segmento, con una quota ai privati del 40 per cento.

Il calo delle vendite di auto in Italia continua anche in novembre. Nel mese, le immatricolazioni sono 102 mila, il 4,5 per cento in meno rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Nel progressivo annuo le perdite ammontano al 7,7 per cento, con 1 milione 214 mila immatricolazioni.

RUMORS SU ACCORDO FIAT FONDO VEBA
Per trattativa con fondo veba
Lingotto e Veba troveranno un accordo prima dello sbarco di Chrysler in Borsa: il costruttore italiano dovrebbe essere disponibile a pagare un premio rispetto alle valutazioni dei collocatori.
Bloomberg riferisce che le banche del collocamento avrebbero valutato Chrysler tra 9 e 16 miliardi di dollari, la quota del 41,5% di Veba sarebbe quindi valutata 3,1-3,4 miliardi di euro.
Veba detiene il 41,5% di Chrysler che Fiat ancora non possiede che le è indispensabile per procedere alla fusione con le altre attività nel settore automotive.

Comments are closed.