Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

GPI :TITOLO MOLTO INTERESSANTE

GPI-GROUP_LOGO-Orizzontale-trasparente-800x232GPI :TITOLO MOLTO INTERESSANTE

Vi elenchiamo una serie di motivi ,per i quali suggeriamo Gli come titolo da accumulare e tenere a lungo

4 DICEMBRE

GPI ha perfezionato un contratto quadro per l’acquisto del 60% di Xidera, realta’ informatica specializzata nella gestione dell’accoglienza che ha sviluppato software gestionali mirati all’azzeramento delle code negli uffici aperti al pubblico, alla gestione degli appuntamenti, alla razionalizzazione dei percorsi degli utenti fino al dimensionamento ottimale delle risorse destinate all’accoglienza.
L’integrazione permettera’ di arricchire le gia’ presenti funzionalita’ di Self Check-in con il piu’ innovativo (da poco in fase di sperimentazione) pagamento in Bitcoin che il Gruppo GPI, tramite la controllata Argentea, ha realizzato. Il closing dell’operazione e’ previsto entro il 15 dicembre. GPI acquisira’ il 60% del capitale di Xidera per un corrispettivo di circa 1 milione. Il pagamento e’ previsto per circa la meta’ in denaro e per il rimanente in azioni proprie valorizzate 15 euro ciascuna.
Fausto Manzana, Presidente e AD di GPI: ‘L’operazione rafforza le competenze e integra l’offerta del Gruppo in ambito IT con applicazioni volte a ottimizzare organizzazione, tempi e qualita’ dei percorsi di accoglienza. Le competenze che Xidera porta in dote contribuiranno inoltre a migliorare i nostri servizi di Business Process Outsourcing, segmento in rapida e sensibile crescita negli ultimi tre anni. L’ottimizzazione del fattore tempo per utente, specializzazione di Xidera, rappresenta un’area di intervento di grande interesse nel contesto dei servizi sanitari di natura amministrativa e socio-assistenziale. Per noi che abbiamo raggiunto una posizione di spicco nel panorama nazionale e’ fondamentale valorizzare i servizi erogati corredandoli con le migliori soluzioni software disponibili sul mercato.’
Si segnala infine che Xidera si avvale di 8 collaboratori e ha registrato nel 2016 ricavi per 1,1 milioni, un Ebitda margin del 25% e una liquidita’ netta di 0,4 milioni. La societa’ e’ in forte crescita e si stimano per il 2017 ricavi in incremento del 35 per cento.

GPI CHIUSO COLLOCAMENTO OBBLIGAZIONARIO

30 NOVEMBRE

GPI ha concluso il collocamento privato di un prestito obbligazionario di importo complessivo pari a 20 milioni che prevede un tasso fisso annuale pari al 3%, una scadenza a 5 anni e una WAL (Weighted Average Life – durata media del titolo) poco superiore ai 4 anni.
I titoli sono stati sottoscritti da parte di circa 20 investitori, inclusi diversi investitori specializzati quali i fondi gestiti da Finint Investments SGR (il Fondo Strategico Trentino – Alto Adige e il comparto territoriale del Fondo Pensione Solidarieta’ Veneto) e i fondi gestiti da PensPlan SGR (Euregio Minibond e Generation Dynamic PIR).
Le risorse raccolte saranno utilizzate per supportare i piani di crescita del gruppo oltre che coprire il parziale rifinanziamento del bond in scadenza nel prossimo esercizio. Con riferimento all’esercizio 2017, GPI prevede di superare i 175 milioni di ricavi (rispetto ai 136,2 milioni del 2016).

ACQUISTO  HEMASOFT SOFTWARE 

29 NOVEMBRE

GPI ha perfezionato l’acquisto del 60% del capitale sociale di Hemasoft Software, capofila dell’omonimo gruppo iberico altamente specializzato nel settore dei Sistemi Informativi. Il valore per la quota di controllo oggetto di acquisizione e’ stabilito in massimi 4,8 milioni.
Hemasoft ha realizzato nel 2016 ricavi consolidati per circa 3,2 milioni e un Ebitda margin superiore al 25%, sviluppato attraverso l’apporto di circa 30 dipendenti.
Il gruppo GPI potra’ contare su significative sinergie industriali e tecnologiche che vanno ad aggiungersi a quelle gia’ sviluppate nello specifico settore attraverso l’acquisizione di Insiel Mercato avvenuta nel dicembre 2016.
Dal punto di vista commerciale, tale acquisizione portera’ in dote un importante patrimonio in termini di copertura geografica, contatti e potenziali target di clientela, competenza di dominio e operativa. GPI infatti rafforza la propria presenza all’estero e si propone di innescare interessanti attivita’ di cross-selling.
Si segnala che l’esborso effettivo per la quota di controllo verra’ definito sulla base del calcolo della posizione finanziaria netta e del risultato operativo 2017, sulla base di criteri dettagliati nell’accordo sottoscritto tra le parti. Una quota del corrispettivo e’ stata versata in data odierna, mentre il residuo sara’ versato una volta perfezionate le opportune verifiche contabili.
Il contratto incorpora infine un’opzione di acquisto, cosi’ come una opzione di vendita a beneficio del venditore nel caso di mancato esercizio dell’opzione call, aventi ad oggetto il rimanente 40% del capitale sociale. Tali opzioni saranno esercitabili nel corso del 2020.

FUSIONE DELLE CONTROLLATE GSI Srl e GPI DO BRASIL Srl.

23 NOVEMBRE

Il partner tecnologico di riferimento nel mercato della Sanita’ informa che sono stati sottoscritti gli atti di fusione per incorporazione in GPI Spa delle due societa’ interamente controllate GSI Srl e GPI DO BRASIL Srl.
Ciascuna delle suddette fusioni rientra nel percorso di semplificazione societaria gia’ avviato. Una struttura legale e societaria piu’ snella consente alle unita’ produttive territoriali di focalizzarsi efficacemente sul prodotto, sul mercato e sull’evoluzione dei livelli di servizio offerti al cliente.
Gli effetti giuridici di tali fusioni decorreranno dall’ultima delle iscrizioni dei rispettivi atti di fusione presso il  Registro  delle  Imprese, che si  prevede  avvengano a inizio dicembre 2017. Gli effetti contabili e fiscali saranno retrodatati al 1° Gennaio 2017, e comunque al primo giorno dell’esercizio in corso al momento del verificarsi degli effetti reali della fusione.

PAGAMENTI IN BITCOIN

21 NOVEMBRE

Argentea, controllata di GPI, e inbitcoin, startup di Trento leader nei bitcoin POS (full bitcoin), i dispositivi che permettono di accettare la crittovaluta, lanciano per la prima volta a livello nazionale un servizio di pagamento con bitcoin attraverso i terminali telematici (POS).
Il progetto punta ad allargare l’utilizzo dei sistemi di pagamento in bitcoin anche alla grande distribuzione organizzata, rendendo possibile ai suoi clienti di pagare in bitcoin con il proprio smartphone direttamente sul terminale del supermercato.
Il Trentino e’ da sempre all’avanguardia nelle tecnologie innovative. Nell’ultimo anno l’interesse sempre maggiore del settore commerciale nell’accettare bitcoin ha dato vita alla ‘Bitcoin Valley’, la prima realta’ italiana in cui si sta sviluppando una economia basata sui bitcoin. Tant’e’ che l’interesse verso la nuova forma di pagamento ha portato la Provincia Autonoma di Trento ad approvare recentemente una mozione per l’incentivazione dell’utilizzo del bitcoin in Trentino.
I bitcoin offrono al consumatore vantaggi significativi: costi minori rispetto a quelli del sistema bancario tradizionale, un utilizzo in tutto il mondo con sempre piu’ siti, negozi, bar e ristoranti che accettano questo modo di pagamento. Per utilizzarli e’ sufficiente scaricare un’applicazione di semplice utilizzo (in gergo ‘wallet’). In piu’ il Bitcoin e’ una moneta deflattiva che potra’ raggiungere un tetto massimo di 21 milioni di unita’.

Comments are closed.