Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

TELECOM aumento di capitale?

telecomTELECOM aumento di capitale?
Un modo per far scendere le quotazioni e renderle più appetibili e noi aspettiamo per ricomprare su copertura gap.
Il Messaggero parla circa un aumento di capitale del gruppo per far fronte a nuove svalutazioni . Il titolo perde nonostante i buoni risultati della controllata brasiliana Tim Participações che chiude il secondo trimestre con ricavi in crescita dell’8% a 4,94 miliardi di reais contro i 4,77 stimati dal consensus, utile netto rettificato a 385 milioni di reais sopra i 348 stimati dagli analisti. La controllata Telecom Argentina ha archiviato il secondo trimestre con un utile netto pari a 662 milioni di pesos (123 milioni di dollari), inferiore al consensus di mercato pari a 802 milioni. Secondo la stampa la societa’ potrebbe postare ulteriori svalutazioni del goodwill per 1,5-2 mld euro con i conti semestrali. Inoltre, il Cda potrebbe discutere dell’eventualita’ di un rafforzamento patrimoniale. “Le attuali deboli condizioni del mercato italiano e i risultati trimestrali che dovrebbero essere deboli potrebbero portare al terzo impairment in tre anni”, commenta Banca Akros, che ricorda come le svalutazioni cumulate nel 2011 e nel 2012 siano state pari a 11,8 mld. “Il goodwill contabilizzato da Telecom era ancora 32 mld euro a dicembre 2012. Un tale impairment in pratica cancellerebbe tutto l’utile netto atteso per il 2013”, aggiungono gli esperti. Quanto a un possibile aumento di capitale, “affronterebbe la struttura del capitale ancora sbilanciata, in quanto il processo di de-leverage e’ piu’ lento di quanto atteso. Una mossa fino a 4 mld euro non dovrebbe essere esclusa, in quanto ridurrebbe il debito/Ebitda a un livello intorno alle 2,1 volte”, affermano gli analisti. “Nel caso in cui il trend attuale dovesse persistere e in assenza di azioni corporate portate avanti entro la fine dell’anno, un aumento di capitale diventerebbe un’opzione sempre piu’ necessaria”.

Comments are closed.