Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Che cos'è L'Hindenburg Omen e a cosa serve?

Questa divergenza porta di solito a forti “sell off” o crash dei mercati azionari.

Andiamo ad analizzare le “condizioni” che devono avverarsi contemporaneamente per poter parlare di Hindenburg Omen :

Condizione 1:Il numero di TITOLI del NYSE che fanno nuovi massimi settimanali nelle 52 settimane precedenti e di quelli che fanno nuovi minimi settimanali nelle 52 settimane precedenti, devono essere entrambi superiori al 2.2% del numero totale di titoli del NYSE tradati quello stesso giorno.

Condizione 2: Il piu’ piccolo di questi 2 numeri deve essere maggiore di 75.

Condizione 3: La media mobile a 10 settimane del NYSE deve essere in salita.

Condizione 4: L’oscillatore di McClellan deve essere negativo nel giorno in esame.

Condizione 5: I nuovi 52 highs settimanali non possono essere numericamente più del doppio dei nuovi 52 lows settimanali, mentre non vale il contrario. Questa è una componente fondamentale.

Questi dati sono calcolati ogni pomeriggio usando le cifre del Wall Street Journal per coerenza.I dati possono essere scaricati senza problemi da http://stockcharts.com/Nel momento in cui si verificano tutte le 5 condizioni contemporaneamente in un giorno si parla di un Hindenburg Omen “non confermato”.

Un Hindenburg Omen “confermato” si ha invece quando un secondo segnale (o più) si verifica entro 36 periodi giornalieri (barre daily) dal primo segnale.

Andiamo ora a dare un’occhiata allo storico e alle probabilità di un evento “poco piacevole” (Sell off o crash che sia) dopo un Hindenburg Omen “confermato”:

• La possibilita’ di un movimento al ribasso maggiore del 5% dopo un Hindenburg Omen confermato, nei successivi 41 giorni dopo la sua occorrenza e’ stata del 77%

• La probabilita’ di un panic selling e’ stata 41%

• La probabilita’ di un vero e proprio crollo del mercato e’ stata del 24%.

L’occorrenza di un Hindenburg Omen non significa necessariamente che il mercato delle azioni scendera’.

In ogni modo il dato di fatto è che nei precedenti 25 segnali confermati, solo l’8% (cioe’ due) hanno fallito nel predire almeno una piccola discesa (dal 2 al 5%) e che OGNI market crash e’ stato sempre preceduto da un Hindenburg Omen.

 

Comments are closed.