Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Janet Yellen , Wall Street aspetta la sua testimonianza al Congresso

MERCATIJanet Yellen , Wall Street aspetta la sua testimonianza al Congresso

OSPITIAMO UN POST DI LINA CAGOSSI (corrispondente da wall street) 

Poca convinzione oggi a Wall Street dopo i guadagni accumulati in settimana – e soprattutto nelle ultime due sedute.
E’ stata una settimana molto volatile, nota Kenneth Polcari, Direttore delle operazioni sul floor per O’Neil Securities, le aspettative per l’arrivo di un periodo di correzione avevano portato ad un mercato ipervenduto a meta’ della settimana scorsa che ha poi spinto gli investitori a ritornare a comprare, in cerca di occasioni prima del weekend.
Guadagni ancora poco giustificati quindi e innescati in parte da dati economici non brillanti – ma nemmeno completamente negativi – che ancora mostrano una creazione, seppur molto contenuta, di occupazione.
La futura direzione del mercato dipendera’ dalle indicazioni sul futuro degli stimoli che potrebbero arrivare dalla prima testimonianza semestrale al Congresso del neo Presidente della Federal Reserve Janet Yellen. Si tratta di quello che una volta era noto come Humphrey-Hawkins, la testimonianza semestrale su economia e politica monetaria del Presidente della Federal Reserve, prima davanti alla Commissione Servizi Finanziari della Camera dei Rappresentanti e poi davanti alla Commissione Bancaria del Senato. Una testimonianza che, questa settimana in particolare, servirà per capire lo stile di comunicazione di Janet Yellen e, sottolinea Kenny, la direzione della sua politica monetaria. Yellen ha nominato Vice Presidente Stanley Fisher, un noto falco della banca centrale. Mossa che lascia pensare alla possibilità da parte della colomba Yellen di spostarsi verso il centro. Se ciò dovesse emergere dalla testimonianza di domani allora potremmo assistere ad una reazione negativa dell’azionario, secondo Kenny, con lo S&P 500 che si dirigerà potenzialmente verso il supporto di 1732. Il primo test per lo S&P 500 secondo Kenny sarà 1770-1765 e poi 1735. La media a 200 giorni di 1710 resta il supporto critico in caso di uno spostamento verso il centro della Yellen. Se invece il Presidente della Fed confermerà di essere una colomba convinta, lo S&P 500 potrebbe tentare di raggiungere la resistenza di 1810 (e media a 50 giorni).
Dopo la testimonianza di Yellen il mercato tornerà a concentrarsi sui dati economici e sulla possibile nuova crisi a Washington. Come ha già avvertito più volte il Segretario al Tesoro Jack Lew, il tetto del debito sarà raggiunto il 27 febbraio e il Congresso, che si prenderà una pausa da questo mercoledì fino al 25 febbraio avrà davvero solo una manciata di giorni per raggiungere un accordo. Accordo che ci sarà, anche se solo all’ultimo momento, secondo Kenny.

Comments are closed.