Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rumors dell’11 Aprile

rumors3Dopo Cipro le banche hanno paura di essere troppo grandi: cosa succede quando una banca ha un giro d’affari superiore al pil del paese in cui si trova? il caso cipro ha dimostrato che l’unione europea non ha intenzione di mettere soldi laddove i soldi abbondano nei conti correnti. per questa ragione in grecia potrebbe saltare la fusione tra la banca nazionale (bng), la principale del paese, ed eurobank. la nuova banca avrebbe avuto infatti un fatturato di 178 miliardi di euro, esattamente quanto il pil del paese (el mundo)

il lussemburgo è pronto a rinunciare al segreto bancario: altro che paradisi fiscali, l’europa ha nel giardino di casa un socio chiamato Lussemburgo, che protegge i conti all’estero come se fosse la svizzera. ma tutto questo potrebbe finire presto, dato che il primo ministro del gran ducato, Jean Claude Juncker, ha annunciato che il paese è pronto a rinunciare al segreto bancario a partire da gennaio 2015 (milano finanza)

I risparmi degli europei non sono poi così al sicuro: cipro a parte, l’europa dovrebbe garantire l’assoluta sicurezza dei depositi bancari dei suoi cittadini, attraverso il famoso fondo che garantisce, in caso di fallimento, la copertura di 100.000 euro per ogni correntista. ma il fondo di garanzia dei depositi (fgd) in questo momento è quasi a secco a causa dei salvataggi bancari che diversi stati, tra cui l’italia, hanno effettuato. solo un intervento della bce, in caso si collasso, potrebbe risolvere la mancanza di liquidità (el país)
Rumors su Enel
Su questo punto MF riporta che sarebbe ormai vicina alla conclusione la trattativa con Gazprom per la cessione della centrale di Marcinelle in Belgio, per un valore di 184 mln eu. Il focus delle cessioni dovrebbe poi concentrarsi su attività in Est Europa, in particolare sul 66% di Slovenske Electrarne, acquistata nel 2006 per 840 mln eu. Le attività in Russia per contro non dovrebbero essere oggetto del piano di dismissioni.

 

Comments are closed.