Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Banche:Accordo su regole Basilea 3

 

bancheBanche:Accordo su regole Basilea 3

Dopo lunghi negoziati le principali autorità di regolamentazione del settore bancario globale hanno raggiunto un accordo sulle norme prudenziali nelquadro di ‘Basilea III’ con l’obiettivo di rafforzare la solidità degli istituti bancari ed evitare il ripetersi della crisi finanziaria del 2008.
Le riforme, frutto di un compromesso a lungo cercato, entreranno in vigore il 1° gennaio 2022 ed è previsto un regime transitorio della durata di cinque anni.
Il pacchetto di riforme include un ‘output floor’ che fisserà un livello minimo ai requisiti patrimoniali calcolati sulla base dei modelli interni pari a regime al 72,5% di quelli calcolati sulla base dei metodi standardizzati dopo una partenza nel 2002 del 50%.L’introduzione dell’output floor contribuirà alla riduzione dell’eccessiva variabilità nel calcolo degli RWA (attività ponderate per i rischi) che riduce la comparabilità tra i coefficienti di capitale.Tra gli altri contenuti dell’accordo un nuovo quadro standardizzato per il calcolo dei requisiti patrimonali a fronte del rischio di credito, del rischio operativo e di mercato, e un buffer addizionale di capitale per le istituzioni di rilevanza sistemica globale nell’ambito della disciplina sulla leva finanziaria (levarage ratio).Secondo la Commissione Ue il nuovo pacchetto di riforme regolamentari globali saranno applicate nelsettore europeo tenendo conto delle “specificità” degli istituti Ue.
Commentando l’accordo il vice presidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis ha in particolare spiegato che in Europa le nuove regole si applicheranno sostanzialmente a tuttele banche e non solo a quelle globalmente sistemiche, come potrebbe essere in altre regioni.
Inoltre la Ue “utilizzerà tutto il tempo del periodo transitorio fino alla fine del 2026”, nell’applicazione dell’output floor per limitare l’uso deimodelli interni per calcolcare i rischi.In una nota pubblicata sul sito web “la Banca d’Italia saluta con favore l’accordo, che rappresenta il completamento delle risposte alle debolezze del quadro regolamentare emerse nel corso della crisifinanziaria globale, introduce un insieme di regole che rafforzano la solidità del sistema bancario e supportano l’erogazione del credito all’economia, contribuisce a ridurre l’incertezza regolamentare sul sistema bancario internazionale”.

 

FONTE REUTERS

Comments are closed.