Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Borsa Italia prese di profitto ,riflettori puntati su Telecom

borsa italia2Borsa Italia prese di profitto ,riflettori puntati su Telecom

Ftsemib ,non voleva cedere e la Politica ha contribuito a grosse prese di beneficio.Banche come sempre ipertartassate ;Unicredit ,tra le piu’ gettonate dai Broker ,riceve un sontuoso upgrade da Goldman Sachs ,ma non basta ad evitare lo scivolone.Il titolo torna verso il supporto ,posto a 16,8.Sfruttare le flessioni verso 23.200 punti per comprare sulla debolezza. Ma la copertura gap a 22450 ,sarebbe il massimo .Oggi ,grande attesa per conference call ,su bilancio Telecom.Il 2018 si apre per Tim ‘segnato’ dalla multa per la presunta infrazione della norma ‘Golden Power’ ma anche con segnali forti di una nuova governance: tagliando i compensi dei consiglieri, creando un comitato dedicato, pone più attenzione alle operazioni con parti correlate, e con la fine della ‘direzione e coordinamento’ da parte di Vivendi. I conti sono invece in linea con le attese degli analisti: ricavi per 4,7 miliardi (-1,6% e +2,7% su base organica), ebitda a 1,9 miliardi (-4,9% ma -1,8% su base organica) che “sconta l’effetto degli oneri operativi non ricorrenti pari a 95 milioni di euro, principalmente connessi all’accantonamento a copertura della sanzione da 74,3 milioni” peraltro “già contestata da Tim e per la quale a breve presenterà ricorso” sottolinea l’azienda. L’utile del primo trimestre 2018 attribuibile ai soci della controllante si attesta a 216 milioni di euro. Il dato comparabile – precisa la nota – è pari a 250 milioni di euro (+25% rispetto ai 200 milioni di euro nel primo trimestre 2017). In particolare guardando ai ricavi “al positivo andamento dei ricavi della Business Unit Domestic (+62 milioni di euro) si è contrapposta la riduzione della Business Unit Brasile (-144 milioni di euro) interamente correlata all’effetto cambio negativo di 191 milioni di euro, in assenza del quale la
crescita sarebbe stata pari a 47 milioni di euro”. “I solidi risultati del primo trimestre 2018 sono trainati dalla performance positiva in Italia e dalla forte crescita del Brasile, a conferma che stiamo già raccogliendo i frutti dell’implementazione della nostra strategia DigiTIM”,ha commentato l’AD di TIM, Amos Genish che continua ad avere il supporto degli analisti che aspettano di vedere come procede il progetto di separazione della rete.

Rumors ,odierno,per Recordati,Secondo fonti vicine alla vicenda, il fondo londinese CVC Capital Partners ha avuto colloqui con il gruppo farmaceutico per una possibile acquisizione da 8 miliardi di euro, ma il deal è al momento congelato per le preoccupazioni sul prezzo e la situazione politica del paese. La famiglia Recordati controlla circa 51% della società. Oggi vale in borsa circa 6,3 miliardi.

Ieri: sui mercati ,La scusa buona per convincere gli investitori a realizzare gli importanti guadagni accumulati da inizio anno è arrivata con la prospettiva di un esecutivo intenzionato a chiedere la cancellazione di 250 miliardi di debito pubblico per finanziare flat tax, riforma della Legge Fornero e reddito di cittadinanza.

Forti turbolenze anche sul BTP. Il rendimento decennale viola la soglia del 2%.

La performance da inizio anno del FtseMib resta comunque la migliore in Europa con un +8,5%, nello stesso periodo l’indice Eurostoxx è salito di un modesto +1,7%.

Stamattina Borse Asiatiche,ieri Borsa Usa:- La borsa giapponese sale di oltre mezzo punto percentuale sospinta al riazo dalla positiva chiusura di Wall Street e dai titoli finanziari, che beneficiano del rialzo nel rendimento dei bond americani.L’indice Nikkei+ 0,57% a 22.838,37 punti sospinto anche dall’indebolimento dello yen rispetto al dollaro. Il Topix ha chiuso in rialzo di 0,5 punti percentuali a 1.808,37 punti.
A Wall Street il Dow Jones è salito dello 0,3% ,l’S&P 500+0,4% e il Nasdaq +0,6%.
ABI SU GACS

Approccio alla gestione e allo smaltimento dei crediti deteriorati, proroga della Gacs (ovvero delle garanzie pubbliche sulle cartolarizzazioni delle sofferenze), piano strategico dell’Abi. Questi, secondo quanto riferito da una fonte a MF-Dowjones, sono stati i temi trattati oggi dall’Esecutivo dell’Abi a Milano che saranno in parte oggetto anche del Consiglio dell’associazione che si terra’ il 28 maggio, proprio alla vigilia delle consultazioni finali di Banca d’Italia. Una sfilza di questioni solo apparentemente tecnico-burocratiche ma di stretta attualita’ in quanto i documenti analizzati in tema di Npl sono ancora in consultazione presso l’Eba (scadenza prevista per l’8 giugno) mentre la proroga della Gacs sta seguendo un iter burocratico e al memento rimane in attesa del nulla osta della Commissione europea. Il presidente Antonio Patuelli avrebbe rimarcato nel corso del Comitato l’assoluta importanza della proroga della Gacs definendola “indispensabile”.

TELECOM

L’Agcom, nell’ambito dell’attivita’ di vigilanza sul ripristino della cadenza mensile della fatturazione e dei rinnovi delle offerte dei servizi di comunicazioni elettroniche, ha avviato un procedimento sanzionatorio per condotta non conforme alle disposizioni di settore, nei confronti degli operatori Tim e Wind Tre.
In esito al monitoraggio svolto, e’ emerso che gli operatori richiamati non hanno assicurato, per il tramite delle comunicazioni rese all’utenza finale tramite sms e sito aziendale, informazioni chiare, complete e trasparenti, risultando le stesse non adeguate per comprendere le reali condizioni economiche e cosi’ consentire agli utenti di scegliere se esercitare il diritto di recesso.
E’ emerso inoltre che le informative non hanno rispettato il quadro regolamentare in materia di diritto di recesso, con particolare riferimento alle modalita’ per esercitarlo. Per questi motivi e’ stato avviato un procedimento sanzionatorio.

SMALL CAPS

MTV

Il titolo della maison del piumino si appresta ad essere inserito nel paniere degli indici Msci, l’indice di mercato azionario di 1.612 titoli di livello mondiale usato come benchmark per i fondi azionari mondiali, a partire dal prossimo 31 maggio

Comments are closed.