Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Giornata di leggere prese di beneficio ma senza alterare il trend positivo

considerazioniGiornata di leggere prese di beneficio ma senza alterare il trend positivo

La BOZZA DI  TSIPRAS PREPARATA PER UE

Lotta all’evasione fiscale, misure anti-corruzione e anti-contrabbando, pubblica amministrazione più efficiente: è la prima bozza della lista di riforme che il Governo Tsipras ha già preparato ed inviato a Bruxelles, in attesa di un riscontro dei tecnici europei che aiuti a preparare la lista definitiva attesa entro lunedì sera dalla ex Troika. Atene non è sola: da venerdì la Commissione Ue lavora assieme al Governo fornendo quello che chiamano ‘sostegno tecnico’, cioè sia un aiuto sia un modo per controllare che i greci non scrivano un piano inaccettabile per l’Eurogruppo chiamato ad esprimersi martedì.La bozza arrivata ad Ue, Fmi e Bce domenica sera è composta da tre pagine nelle quali, accanto ai provvedimenti, non ci sono numeri che spieghino l’impatto delle misure sul bilancio, prima preoccupazione dell’Eurogruppo, il quale ha chiaramente detto che vuole vedere coperture chiare per ogni riforma. La bozza specifica per ora solo le aree in cui il Governo intende intervenire, con riforme principalmente strutturali, che al momento non sembrano avere un impatto negativo per i conti. Per ora c’è la lotta all’evasione fiscale e il contrabbando di sigarette e benzina, e la riforma della pubblica amministrazione.Nonostante fonti governative facciano sapere che la lotta all’evasione potrebbe valere tra i 2-2,5 miliardi all’anno, nel piano non si faranno cifre. Anche perché la Commissione Ue, che sta avendo “un dialogo costruttivo con i greci”, ha sempre diffidato delle stime dei Governi su evasione e corruzione, e non le ha mai considerate coperture valide. Non è chiaro se la lista comprenderà anche le prossime privatizzazioni sulla lista del Memorandum, interrotto dall’estate scorsa.

MERCATO AZIONARIO

Aggiustamenti tecnici e sporadiche prese di profitto ,sono state le principali tematiche della seduta odierna .Ma il trend è in forte buy e la seduta con +0,5% ,dimostra la consistenza del listino ,che non vuol saperne di ripiegare.Ogni piccolo storno è propedeutico ad acquisti.

SI riparte con MPS che continua il suo inarrestabile rally,mentre dalla Svizzera arrivano non buone notizie su HSBC, Hsbc Holdings Plc registra nel 2014 profitti lordi in calo del 17% a 18,68 miliardi di dollari e chiede scusa per il comportamento nel passato nella private bank svizzera, accusata di avere aiutato i clienti a evitare di pagare le tasse, ricordando “quanto c’è ancora da fare in banca”.La banca annuncia anche un taglio degli obiettivi di roe “di oltre il 10%”.I profitti pre tasse sono pari a 18,7 miliardi di dollari nel 2014, in calo da22,6 miliardi l’anno precedente e al di sotto delle stime degli analisti di 21 miliardi.Ricordo ai miei lettori che ad inizio anno ,quando in tempi non sospetti ,asserivo che l’ITALIA sarebbe stata la vera Overperform delle BORSE EUROPEE ,i cari broker di HSBC ci davano underweight con target da brivido e la scorsa settimana hanno alzato le stime sull’ITALIA , a voi la considerazione su questa Banca.-Bancari sempre sotto i riflettori a piazza Affari. Secondo gli analisti di una primaria casa d’affari “la creazione di una bad bank sarebbe una notizia positiva, in quanto aiuterebbe le banche di medie dimensioni a liberare risorse per erogare nuovi prestiti. Sarebbe molto positiva anche la piena deducibilita’ fiscale delle svalutazioni sui crediti nell’anno in cui vengono eseguite, che eliminerebbe uno svantaggio normativo per le banche italiane rispetto a quelle europee. Resta il nodo della valutazione dei crediti che verranno conferiti alla bad bank. Alcune banche popolari potrebbero utilizzare i benefici derivanti dai modelli interni in via di approvazione da parte della Bce per svalutare ulteriormente il portafoglio sofferenze.Bancari quest’oggi subiscono una generale ,anche se tenue battuta d’arresto ,dopo il lungo rally conseguito nelle settimane precedenti ,fino all’apertura del mercato USA ,poi recuperano e chiudono in sostanziale parita’ .Interessante per quanto concerne l’ipo di OVS che scadra’ domani come richiesta da effettuarsi,La forchetta di prezzo indicativa dell’Ipo di Ovs è stata rivista a 4,1-4,4 euro per azione, nella parte bassa del range inizialmente fissato a 4-5,4 euro.E’ quanto emerge da un documento, che Reuters ha potuto vedere, inviato dalle banche al lavoro sull’operazione agli investitori.Soltanto FCA ,mette a segno una ennesima performance strabiliante,chiudendo sopra il 2%,tra le small cup ,la nostra Beni Stabili ,Segnalata piu’ volte ha rotto i massimi assoluti e si appresta a performare ulteriormente.

 

CHIUSURA 21964 PUNTI

GRAFICAMENTE BULLISH CON TARGET 23400 ,MA NEL BREVE UN RITORNO A 21500/600 POTREBBE ESSERE SALUTARE

PADOAN

L’Italia firmerà un accordo fiscale con il Liechtenstein entro il prossimo 2 marzo.E’ quanto ha detto il ministro delle Finanze Pier Carlo Padoan nella conferenza stampa seguita alla firma dell’accordo fiscale con la Svizzera.Nel corso della conferenza stampa congiunta, il ministro delle Finanze elvetico Eveline Widmer-Schlumpf ha detto che nel medio periodo la Svizzera firmerà con la Germania un accordo per lo scambio automatico di informazioni fiscali.

 

RENZI

Il primo ministro Matteo Renzi ha annunciato entro breve un progetto di riforma della Rai per slegarla dall’influenza dei partiti. La sua idea è quella di un Cda più piccolo dell’attuale, composto solo da cinque membri e con poteri limitati (nominati da una Fondazione e non dalla Commissione di vigilanza Rai), di un amministratore delegato e di un direttore generale operativo.

Tra i potenziali candidati al ruolo di amministratore delegato circola il nome di Eleonora Andreatta, attuale responsabile di Rai Fiction.Attualmente il Cda Rai è in scadenza. Una riforma potrebbe essere attuata per decreto, cambiando la legge Gasparri. L’anno prossimo scade invece il contratto di servizio di Rai. Citigroup ricorda le parole del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, secondo cui la riforma della Rai non e’ piu’ rinviabile e pertanto sara’ trattata nel prossimo Consiglio dei ministri. La Rai resta “il maggior concorrente” di Mediaset e quindi con la riforma quest’ultima potrebbe ritrovarsi a gareggiare in un’arena piu’ competitiva, spiega la casa d’affari (sell, Tp 2,7 euro)

 

RUMORS

Riforma pa, entro l’estate sarà approvata la delega sulla riforma: entro l’estate il parlamento approverà il disegno di delega sulla riforma della pubblica amministrazione. ad assicurarlo è stato il ministro marianna madia al termine di un convegno. “sulla riforma della pubblica amministrazione -ha detto il ministro- ci sono tempi parlamentari, ma è tutt’altro che arenata perché stiamo andando già molto avanti sui decreti legislativi” (reuters)

Cisl deposita le firme per una legge sul fisco: annamaria furlan, leader della cisl, ha depositato alla corte di cassazione le firme necessarie alla presentazione di una legge di iniziativa popolare per un fisco più equo e più giusto. furlan ha spiegato: “andiamo a presentare la nostra proposta di legge popolare per un fisco più equo. vogliamo una legge, attraverso una raccolta di firme, per cui sotto i 40mila euro lordi sia garantito a tutti un bonus fiscale da mille euro” (repubblica.it)

BORSA GIAPPONESE

La Borsa di Tokyo ha archiviato la seduta in rialzo toccando nuovi record da 15 anni a questa parte, grazie al raggiungimento dell’accordo per l’estensione del programma di aiuti alla Grecia in occasione dell’Eurogruppo di venerdì. L’indice Nikkei ha chiuso le contrattazioni guadagnando lo 0,73% a 18.466,92 punti, sui massimi dall’aprile 2000, mentre l’indice Topix è salito dello 0,17% a 1.502,83 punti.

 

BORSA USA
La National Association of Realtors (l’Associazione Agenti Immobiliari degli USA) ha comunicato oggi che le vendite di case esistenti (Existing Home Sales) sono calate a gennaio del 4,9% a 4,82 milioni di unità. Si tratta del più basso livello da nove mesi. Gli economisti avevano previsto un calo a 4,95 milioni di unità.

Il dato di dicembre è stato rivisto leggermente al rialzo, da 5,04 a 5,07 milioni di unità.

Il prezzo medio di vendita è salito lo scorso mese, da anno ad anno, del 6,2% a $199.600.

La Fed di Chicago ha comunicato oggi che il suo indice sull’attività nazionale è salito a gennaio a 0,13 punti. Gli economisti avevano previsto 0,05 punti.

Il dato di dicembre è stato rivisto al ribasso, da -0,05 a -0,07 punti.

Il Chicago Fed National Activity Index (CFNAI) rappresenta un valore aggregato e ponderato di 85 indicatori mensili dell’attività nazionale. Gli indicatori inclusi nell’indice derivano da quattro macro categorie: produzione e reddito; occupazione, disoccupazione e ore lavorative; spese per consumi e mercato immobiliare; e vendite, ordinativi e scorte.

L’aumento di gennaio è stato dovuto soprattutto al miglioramento degli indicatori relativi alla produzione. Tre delle quattro macrocategorie sono aumentate rispetto a dicembre e solo una ha fornito un contributo negativo all’indice.

La media mobile a tre mesi è scesa a gennaio, rispetto a dicembre, da 0,34 (dato rivisto da 0,39 punti) a 0,33 punti.

INTESA

Intesa Sanpaolo  può chiedere nel 2015, tramite le operazioni di finanziamento Tltro della Bce, fino a 10 miliardi di euro.Lo ha detto il Ceo, Carlo Messina, a margine di un evento, senza precisare sela banca parteciperà già alla prima asta dell’anno.”Nel corso del 2015, se i nostri calcoli sono corretti, pensiamo di prendere 8-10 miliardi”, ha detto Messina ricordando che nel 2014 Intesa ha partecipato per 12,5 miliardi, “già tutti erogati”.

 

UNICREDIT

Con una gara coordinata da Cushman & Wakefield, ha messo sul mercato tre palazzi di pregio nel centro della Capitale, scrive il Sole24Ore di sabato. Un’operazione che rientra nella strategia di razionalizzazione del patrimonio immobiliare della banca, strategia che conta anche vendite per 2,5 miliardi di euro nei prossimi due anni.Secondo Il Messaggero di domenica, durante il comitato governance di giovedì 5 è emersa un’interpretazione delle norme Eba che potrebbe escludere Paolo Biasi dal cda della banca

 

FINMECCANICA

A margine di un cda di venerdì sera del gruppo , è emerso che Finmeccanica ha un orientamento favorevole per il pretendente giapponese Hitachi, in corsa per rilevare la divisione trasporti (Ansaldo Breda e Ansaldo Sts (. Sul tavolo però c’è un’offerta vincolante del gruppo cinese Insigma, mentre Hitachi non ha fatto un’offerta vincolante. Entrambe le opzioni sarebbero ancora aperte. Mauro Moretti ha spiegato che l’offerta di Hitachi è più solida in virtù del suo fatturato 70 miliardi di euro contro i 3,5 di Insigma.Lo scorso 13 febbraio il titolo si è spinto a 10,40 euro sul nuovo massimo da aprile 2010.Da inizio anno Finmeccanica guadagna il 32%.

 

In attesa dei conti trimestrali che saranno pubblicati il prossimo 18 marzo, il 42% degli analisti censiti da Bloomberg (20) raccomanda l’acquisto del titolo. Il target price medio è indicato a 9,80 euro.

MPS

La Fondazione ha ribadito di essere in grado di sostenere l’aumento di capitale della banca senese anche se arriverà a 3 miliardi di euro e che non sono in discussione i vertici. Attualmente la Fondazione ha diluito la sua quota al 2,5% del capitale di Montepaschi.Venerdì il rialzo è stato sostenuto dalle dichiarazioni dell’amministratore delegato di Axa, Frédéric de Courtois, che in un’intervista al quotidiano MF dice che l’assicurazione francese, socio storico di Mps con una quota del 3,7%, “è pronta a fare la sua parte nella nuova ricapitalizzazione”. “Crediamo nel futuro di MontePaschi e siamo molto soddisfatti dell’andamento delle nostre joint venture – dice il manager francese -, ma ovviamente vorremmo dire la nostra nel prossimi rinnovo degli organi della banca”.

 

TELECOM

Dalle comunicazioni giornaliere fornite dalla Consob si apprende che Och-Ziff Management Europe ha incrementato la posizione corta su Telecom Italia, portandola dallo 0,61% allo 0,7%. La segnalazione è datata 19 febbraio.

 

SAIPEM

Dalle comunicazioni giornaliere fornite dalla Consob si apprende che UBS Global Asset Management (UK) ha incrementato la posizione corta su Saipem, portandola dallo 0,7% allo 0,84%. La segnalazione è datata 19 febbraio. 

Comments are closed.