Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rumors e borse del 12 Giugno

ATLANTIA

Atlantia ha pubblicato i risultati del primo trimestre 2020, che risentono dell’ impatto della pandemia causata dal Covid19 sulle concessionarie autostradali e aeroportuali del Gruppo.
Il traffico sulla rete autostradale gestita ha riportato una variazione pari a -20,7% in Italia, -12,1% in Spagna, -10,7% in Francia, -13,4% in Cile, -1,9% in Brasile.
Con riferimento agli scali aerei in gestione, il traffico passeggeri mostra una variazione pari a -33,3% per Aeroporti di Roma e a -21,0% per Ae’roports de la Co’te d’ Azur.
Nel trimestre, i ricavi operativi si attestano a 2.210 milioni, in diminuzione del 15% (-10% su base omogenea).
L’ Ebitda e’ pari a 1.271 milioni, in riduzione del 19% (-16% su base omogenea).
La perdita del periodo di pertinenza del Gruppo ammonta a 10 milioni, rispetto all’ utile rilevato nel primo trimestre del 2019 pari a 157 milioni.
Il Cash flow Operativo (‘ FFO’ ) e’ pari a 790 milioni, in diminuzione di 236 milioni o del 23% (-21% su base omogenea).
Gli investimenti operativi si attestano complessivamente a 361 milioni, in aumento di 26 milioni o dell’ 8%.
L’ Indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2020 e’ pari a 35.470 milioni, in diminuzione di 1.252 milioni o del 3%.
Atlantia ha messo a disposizione di Autostrade per l’ Italia un finanziamento fino a 900 milioni stante l’ impossibilita’ di reperire fonti di finanziamento sul mercato da parte di Autostrade per l’ Italia a seguito delle persistenti incertezze regolatorie e tariffarie e a valle del downgrade del rating a ‘ sub investment grade’ conseguente le modifiche, ritenute illegittime e con numerosi profili di incostituzionalita’, introdotte in modo unilaterale e retroattivo con l’ art. 35 del DL Milleproroghe.
Con riferimento alla trattativa in corso con il MIT, in funzione degli sviluppi della stessa e del quadro normativo e/o regolamentare, Autostrade per l’ Italia mantiene la facolta’ di avvalersi di tutti gli strumenti convenzionali a tutela, pur continuando a confidare in una rapida e positiva soluzione della vicenda.

l Cda di Atlantia ha deliberato di modificare la composizione del Comitato per le Nomine riducendo da 5 a 3 il numero dei componenti, ferma la previsione di una maggioranza di Amministratori indipendenti, e di aggiornare di conseguenza il Codice di Autodisciplina adottato dalla Societa’.
La segue le dimissioni dalla carica di componente del Comitato per le Nomine della Societa’ dell’ Amministratore Delegato Carlo Bertazzo.
Il Comitato per le Nomine di Atlantia risulta quindi ad oggi composto da tre Amministratori non esecutivi, tutti indipendenti, nelle persone di: Gioia Ghezzi (Presidente), Ferdinando Nelli Feroci e Licia Soncini.
-“Se non la settimana prossima, nel giro di un paio di settimane decideremo” su Autostrade. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte in un”intervista a La Stampa, in merito alla revoca della concessione ad Autostrade per l”Italia, dopo il crollo del Ponte di Genova. “Abbiamo fatto riunioni con le forze politiche per sintetizzare le posizioni”, ha concluso.

SERIE A

Per la Serie A scatta l”asta fra i fondi di private equity. Secondo Bloomberg, Bain Capital avrebbe offerto 3 miliardi di euro per il 25% del massimo campionato italiano. La societa” di Boston valuterebbe 10 anni di diritti tv della Serie A 12 miliardi, superando cosi” la proposta da 10-11 miliardi di Cvc che pure ha un”esclusiva sino a fine giugno. I denari di Bain servirebbero per sviluppare il canale tematico e costruire una piattaforma commerciale globale, con un progetto simile a quello elaborato nel 2017 con media partner Discovery da Infront, all”epoca guidata dall”attuale ad di Lega Calcio, Luigi De Siervo. Se confermata, l”offerta di Bain potrebbe costringere Cvc, assistita nella trattativa da Rothschild, a un rilancio, magari in tandem con Fsi. A quanto trapela, sinora la societa” con sede in Lussemburgo non avrebbe convinto tutti i club, scettici sullo schema commerciale e restii a cedere quote. Se il negoziato con Cvc non dovesse dare buon esito, pero”, Bain potrebbe non essere la sola a farsi avanti per la Serie A. A quanto risulta a MF-Milano Finanza, in queste settimane il dossier sarebbe all”esame di altri tre fondi i cui nomi al momento restano top secret. Di recente, colossi come Kkr e Apollo sono stati accostati alla Bundesliga. Lo sport, del resto, sta diventando terreno di caccia per i private equity internazionali, specie oggi che, dopo tre mesi di stop, molti club si trovano con casse vuote e prospettive incerte. In questa situazione le risorse dei fondi potrebbero fare comodo, ma nel medio-lungo termine il problema principale per la Serie A rimane a chi cedere i diritti tv. Dopo la recente sentenza del Consiglio di Stato che ha reintrodotto il divieto di esclusiva sul web, infatti, difficilmente Sky potra” replicare l”offerta vincente di 780 milioni presentata per le stagioni 2018-2021. E per ora non si sono fatti avanti altri pretendenti.

UNICREDIT , INTESA SANPAOLO

– L’Antitrust ha avviato quattro istruttorie nei confronti di UniCredit , Intesa Sanpaolo , Banca Sella e Findomestic per alcune problematiche emerse nell’accesso alle misure di sostegno per microimprese e consumatori e al rimborso dei finanziamenti alle imprese.

APPUNTAMENTI MACRO

Ore 08:45 Francia: Inflazione, maggio finale;
Ore 10:00 Italia: Tasso disoccupazione, 1Q;
Ore 11:00 Eurozona: Produzione industriale, aprile;
Ore 16:00 USA: Sentiment Universita’ Michigan, giugno preliminare.

INTESA SANPAOLO , BPER 

Bper è pronto a convocare un nuovo Cda entro il 15 giugno per ridefinire l’accordo sottoscritto con Intesa Sanpaolo sull’acquisto del ramo d’azienda necessario per superare i rilievi mossi dall’Antitrust all’Ops della banca di Carlo Messina su Ubi . Lo riferisce una fonte vicina alla situazione.

BORSA ASIA

Mercati finanziari in fase di stabilizzazione stamattina, le Borse dell’Asia scendono ma sono in allontanamento dai minimi di avvio seduta, i future di Wall Street segnano un rialzo di circa l’1%.

Nikkei di Tokyo -1,11%. Il Parlamento del Giappone ha approvato un nuovo piano straordinario di sostegno all’economia da 300 miliardi di dollari. Hang Seng di Hong Kong -1,3%, Shanghai Composite -0,6%, Kospi di Seul -2,3%.

BORSA USA

Ieri sera a Wall Street, il Dow Jones ha chiuso in calo del 6,9%. Solo la catena di supermercati Kroger, tra le cinquecento società dell’ S&P500 ha terminato la seduta in rialzo, l’indice ha perso il 5,9%. Nasdaq -5,3% a 9.492 punti, il giorno prima aveva provato l’ebbrezza di chiudere per la prima volta nella storia sopra la soglia dei 10mila punti.
La peggior seduta dal 16 marzo è arrivata dopo le comunicazioni della Federal Reserve, ma tra i due eventi non c’è un relazione diretta, in quanto il governatore Jerome Powell ha mostrato solo il lato “colomba” della banca centrale. La novità preoccupante delle ultime ore è la crescita dei contagi in molte zone degli Stati Uniti. Stanotte il sindaco di Houston ha tenuto una conferenza stampa per avvisare la popolazione che nelle prossime ore potrebbe essere emessa un’ordinanza di ripristino delle limitazioni del movimento, l’ospedale da campo allestito nello stadio di football della città, mai usato nelle ultime settimane, è stato messo in pre allerta. Ma anche se anche dovesse esserci una seconda ondata di infezioni, l’economia degli Stati Uniti non sarà richiusa, ha detto il Segretario al Tesoro Steven Mnuchin alla CNBC.
Donald Trump invece se la prende un’altra volta con la Federal Reserve, colpevole di aver avvertito che la via della ripresa sarà lunga. Nel tweet di stanotte, il presidente smentisce questa previsione ed anticipa un terzo trimestre già molto buono, il quarto dovrebbe essere magnifico ed il 2021 dovrebbe essere il migliore della storia.Ma accanto alle dichiarazioni trionfali ci sono anche le preoccupazioni sulla Covid 19. Lo staff di Trump ha chiesto alle persone che intendono partecipare ad un evento elettorale in programma per la prossima settimana in Oklahoma, di firmare una dichiarazione nella quale scaricano da ogni responsabilità gli organizzatori, nel caso contraggano la malattia.

MEDIOBANCA

La linea che Alberto Nagel si e” dato per i prossimi mesi e” portare avanti in buon ordine i progetti avviati prima della richiesta di Delfin di superare il 10%. Business as usual insomma, non solo nella gestione ordinaria ma anche in quel lavoro sulla governance che passera” attraverso una riforma dello statuto e la nomina del nuovo consiglio di amministrazione. Su questo secondo aspetto sono al lavoro gli head hunter Egon Zehnder e Spencer Stuart con l”obiettivo di chiudere il lavoro sulla lista entro la fine di agosto. Sono molti i profili al vaglio in queste settimane, soprattutto femminili visto che dal board potrebbero uscire Marie Bollore”, Maurizia Comneno e forse Elisabetta Magistretti, ma tra gli altri nomi sarebbe spuntato anche quello di Giuseppe Recchi. Manager di lungo corso e di respiro internazionale Recchi e” stato al vertice delle principali big corporate italiane da Eni a Tim e oggi siede nel consiglio di amministrazione di Unipolsai da cui dovrebbe dimettersi per entrare in Piazzetta Cuccia. L”ipotesi insomma e” tutta da verificare. Per ora unici punti fermi della formazione che sara” proposta dal cda sembrano essere il ceo e il presidente Renato Pagliaro, mentre appare in salita una trattativa con Del Vecchio per l”inserimento di rappresentanti di Delfin nel nuovo board.

HELBIZ

-Solo un piccolo rallentamento ma nessuno stop effettivo per i piani di quotazione di Helbiz. La startup italo-americana dei monopattini e biciclette elettrici fondata dall”imprenditore Salvatore Palella, secondo quanto appreso da MF-Milano Finanza dovrebbe sbarcare in borsa in autunno, mentre a settembre sarebbe atteso il pre-filing. La sua, come noto, sara” una doppia quotazione su Nasdaq, per cui sono incaricati TriPoint Global Equities, lo studio legale Ortoli Rosenstadt e Hunter Taubman Fischer & Li, e sul segmento Aim di Borsa Italiana, con l”assistenza di Intermonte, EnVent Capital Markets e Deloitte Legal. La startup, che ha un giro d”affari di 40 milioni di dollari e una valutzione compresa tra 180-200 milioni, aveva in programma di quotarsi entro fine marzo, salvo poi dover procrastinare l”appuntamento con la campanella per lo scoppio della pandemia (e il conseguente ottovolante scaturito sulle piazze mondiali). Il lavoro degli advisor pero” non si e” mai fermato, cosi” come anche quello della societa” che ha anzi allargato il raggio d”azione con il debutto della sua mobilita” alternativa in nuove citta”. I Comuni del resto hanno accelerato l”apertura di nuovi bandi che agevolino tutte quelle forme di trasporto pubblico in grado di ridurre ai minimi termini gli assembramenti. Ed e” cosi” che e” arrivato l”esordio a Roma, con la posa di mille monopattini a cui, secondo alcune indiscrezioni raccolte, potrebbero a breve aggiungersi altri 1.500 mezzi.

GENERALI

Generali, secondo quanto riportato da Bloomberg, starebbe esplorando diverse opzioni strategiche per le sue attivita” assicurative in Svizzera, mentre ieri il gruppo triestino ha chiuso un accordo transattivo un accordo con Btg Pactual che pone fine all”arbitrato per la cessione di BSI con il pagamento di 245 milioni di franchi svizzeri, pari a circa 230 milioni di euro. L”impatto netto sui risultati del gruppo nel primo semestre sara” pari a 195 milioni di franchi, che equivalgono a circa 183 milioni di euro, tenuto conto di accantonamenti preesistenti a copertura di spese legali, hanno fatto sapere da Trieste. L”arbitrato era iniziato nel 2016 dopo il completamento della cessione di BSI da Generali Participations Netherlands a Banco BTG Pactual avvenuto nel settembre 2015 ed aveva ad oggetto reciproche rivendicazioni e richieste di indennizzo chiuse ora con l”accordo di 230 milioni. Tornando alla Svizzera tra le ipotesi allo studio ci sarebbe anche una possibile cessione di una parte o dell”intero asset. Anche la decisione se vendere o meno non sarebbe stata ancora definitivamente presa. Secondo alcune stime, Generali Svizzera realizzerebbe un utile netto di circa 205 milioni di franchi con 1 milione di clienti e impiegherebbe 1.800 persone.

BANCHE CENTRALI

E’ una buona notizia che la Fed voglia tenere i tassi di interesse vicino a zero per due anni, ha commentato il consigliere economico della Casa Bianca Larry Kudlow, dopo che Jerome Powell ha sottolineato che la banca centrale Usa non pensa neppure lontanamente di alzare i tassi.Calano intanto nel Paese le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione, secondo i dati diffusi ieri: 1,542 milioni da 1,897 della settimana precedente, leggermente sotto le attese. Resta però l’incertezza sul passo della ripresa economica,e Kudlow segnala la possibilità di nuovo stimolo.Sul fronte Bce, in agenda oggi due interventi di Andrea Enria, presidente del Consiglio di vigilanza della banca centrale.
Banca d’Italia sta pungolando alcune banche più lente della media nel concedere credito garantito ma non ci sono problemi strutturali, ha detto il responsabile della vigilanza di via Nazionale Paolo Angelini.

CATTOLICA ASS

Si scalda il clima a Verona in attesa dell”assemblea di Cattolica Assicurazioni convocata per il 27 giugno, chiamata a votare il cambio della governance ma soprattutto a concedere delega al consiglio di amministrazione per un aumento di capitale fino a 500 milioni, richiesto urgentemente da Ivass. Se il presidente Paolo Bedoni, dopo mesi di serrato confronto con un fronte di soci riottosi, e” riuscito a riportare la pace sulla modifica della governance, arrivando ad una revisione condivisa, piu” difficile appare la sfida di trovare sostegno unanime sulla maxi ricapitalizzazione. Il voto, per quella che resta l”unica cooperativa assicurativa quotata a Piazza Affari, sara” capitario (un socio un voto) e lo scorso 9 giugno e” stato costituito un patto di sindacato dei soci azionisti di Cattolica, denominato “Le Api” che punta a raccogliere consensi per un voto contrario all”aumento. A presiedere il patto e” Paola Boscaini che di Cattolica, quando al timone c”e” Ezio Paolo Reggia, e” stata vicedirettore generale per poi passare in Fondiaria Sai con una parentesi politica quando, nel 2013 era stata essere eletta prima sindaco donna del comune di Bussolengo, in provincia di Verona. “Ho sempre voluto mantenere una posizione neutrale sulla gestione della compagnia e probabilmente proprio per quanto motivo mi hanno chiamata alla guida del patto che punta a raccogliere consenso trasversale tra le associazioni dei soci Cattolica per un voto contrario all”aumento di capitale”, dice Boscaini a MF-Milano Finanza ricordando che gia” nel 2014 la compagnia aveva chiuso un altro aumento di capitale di 500 milioni. Il patto, che vede la partecipazione di soci storici della compagnia, come l”avvocato Aldo Bulgarelli, punta a raccogliere singoli voti ma soprattutto a fare fronte comune tra le associazioni. “Non siamo contrari a priori ma vorremmo capire quale e” la reale situazione della societa”. Temiamo infatti che il problema non sia la capitalizzazione di Bcc Vita e di Vera Vita ma ci siano problemi seri nella parte industriale ed in investimenti fatti su societa” che non portano valore alla compagnia ma creano ulteriori perdite”, continua. Davanti all”ipotesi che un mancato aumento spinga l”Ivass a commissariare la compagnia dice convinta che, “in questo momento, sarebbe il male minore” e si prepara a dare battaglia in assemblea nonostante quest”anno si svolgera”, a causa del covid, a porte chiuse, con il rappresentante designato.
fch

MONCLER

Ha spiegato che i conti del primo semestre saranno segnati in modo importante dalla crisi innescata dalla pandemia di COVID-19, che ha portato nella prima parte dell’anno alla chiusura di negozi e siti produttivi in molti Paesi del mondo.Il gruppo ha siglato una licenza esclusiva con la francese Interparfums per la produzione e distribuzione di profumi e prodotti correlati.

ILLIMITY

Illimity sta lavorando a un progetto pilota per valorizzare la sostenibilita” nell”erogazione del credito. La banca, del resto, e” “nativa sostenibile”, sottolinea Rosalba Casiraghi, presidente di Illimity che ha da poco pubblicato il suo primo profilo di sostenibilita”. ” stato un lavoro faticoso, ma gratificante”, sottolinea, “ci tenevamo a condividere il nostro impegno su un percorso che e” solo all”inizio”. Domanda. La pandemia e” stata un banco di prova per l”organizzazione del lavoro: cosa avete imparato? Risposta. L”azienda e” entrata in regime di smart working dal 24 febbraio, ancor prima che fosse obbligatorio. L”emergenza ha colto di sorpresa tutti, ma noi eravamo pronti dal punto di vista tecnologico e organizzativo perche” lo smart working era gia” un”opportunita” prevista per alcuni dipendenti. L”esperienza ci ha pero” dato modo di riflettere sulla nostra identita” di banca nata dall”ascolto delle esigenze reali delle imprese e delle persone. Nella crisi attuale questa attivita” diventa ancor piu” cruciale per rilanciare l”economia del Paese. D. Come viene declinato l”impegno sulla sostenibilita” all”interno della banca? R. La sostenibilita” e” integrata nelle prospettive strategiche della banca ed e” anche una componente degli obiettivi da cui dipende la remunerazione del top management. A gennaio abbiamo costituito un Comitato endoconsiliare di Sostenibilita” che ha il compito di assistere il cda, con funzioni istruttorie di natura propositiva e consultiva, nelle valutazioni e decisioni che si riferiscono alle tematiche di sostenibilita”. D. E all”esterno invece? R. Vogliamo che la sostenibilita” diventi centrale anche nell”erogazione del credito. Alcuni settori sono gia” esclusi per policy, ma stiamo lavorando a un progetto pilota per per valorizzare nell”erogazione del credito l”impegno alla sostenibilita” delle imprese. D. Quanto e” difficile inserire principi di sostenibilita” in un”organizzazione complessa come quella bancaria? R. Con Illimity siamo partiti da zero nel costruire il corpo normativo. Questo e” stato un vantaggio straordinario perche” ci ha permesso di plasmare sin dall”origine un”organizzazione che integra la sostenibilita” in modo diffuso in tutti i processi. Percio” ci definiamo nativi sostenibili.
fch

CONTE

IL PIANO CONTE PER LA RIPRESA – Rete nazionale in fibra ottica, promozione dei pagamenti digitali, incentivi alla digitalizzazione delle imprese e a quelle che investono in robotica, semplificazione degli appalti: sono alcuni dei punti del piano di Giuseppe Conte per il Recovery plan che l’Italia dovrà presentare a Bruxelles a settembre, come lo stesso premier ha detto ad alcuni quotidiani. Sul Mes, Conte dice che l’Italia deciderà in sede parlamentare, ragionevolmente a luglio. Sull’ipotesi che voglia fondare un suo partito il premier dice che sarebbe “folle dedicare anche una sola caloria” al tema. I controversi Stati generali non saranno una passerella, dice, e conta su un recupero del dialogo con l’opposizione.

ITALGAS

Potrebbe vedere un incremento degli utili core fino all’8% grazie alla digitalizzazione del business che ha migliorato l’efficienza e arginato l’impatto del coronavirus, secondo quanto spiegato dall’AD Paolo Gallo.

SICIT GROUP

Borsa Italiana ha stabilito con proprio avviso che, a partire dal prossimo 15 giugno, le azioni ordinarie e i warrant di Sicit Group saranno negoziati sul MTA, con contestuale esclusione degli stessi dal mercato AIM Italia.
Con lo stesso avviso, Borsa Italiana ha attribuito ai titoli la qualifica STAR.
Sicit Group ha anche reso noto che il prospetto informativo relativo all’ ammissione
al MTA e’ stato pubblicato mediante deposito presso la Consob.

MPS

Ci auguriamo che il Monte dei Paschi di Siena diventi una banca di sistema e che il governo abbia il coraggio di andare oltre quanto stabilito dall”Europa”. A 18 mesi dalla scadenza del piano concordato con la Ue, che ha consentito il salvataggio di Rocca Salimbeni a patto pero” che lo Stato uscisse dal capitale entro il 31 dicembre 2021, Franco Casini, coordinatore Fabi del gruppo Mps e segretario nazionale amministrativo della stessa Federazione Autonoma Bancari Italiani, fa il punto della situazione in cui si trova oggi la banca. Domanda. Per banca di sistema intende dire che sarebbe a favore della nazionalizzazione? Risposta. La questione non e” essere o meno a favore di una nazionalizzazione del Monte dei Paschi; quello che piu” ci preme come sindacato e” che la banca rimanga italiana e si eviti di procedere al piu” volte ventilato spezzatino per metterla sul mercato a tutti i costi. Ora piu” che mai serve un piano di rilancio affinche” l”istituto ritrovi la piena funzionalita” e credo che avere fretta non serva; c”e” tempo per evitare soluzioni forse piu” semplici ma sicuramente piu” dolorose per i lavoratori. Quindi ritengo che lo Stato debba mantenere il 67% e che il governo si debba muovere in tal senso avendo il coraggio di andare oltre quanto richiesto dall”Europa. D. Da pochi giorni sono arrivati Guido Bastianini come amministratore delegato e un nuovo cda. Che cosa ne pensa? R. Nella sua prima dichiarazione pubblica il dottor Bastianini ha avuto parole di stima nei confronti delle colleghe e dei colleghi di Mps, riconoscendo loro elevata professionalita” e attaccamento all”azienda. Se questo e” l”approccio di un amministratore che si accinge a guidare una banca che ha avuto grandi difficolta”, non posso che riconoscergli serieta” e correttezza. Ovviamente dal punto di vista sindacale, come e” tradizione nella nostra organizzazione, verificheremo sul campo come andranno le cose e non faremo sconti a nessuno. I lavoratori di Mps hanno pagato un prezzo molto alto per riportare la banca in carreggiata; ora e” il momento di avere un progetto per il futuro che non si esaurisca nel continuo taglio dei costi del personale e delle filiali. Lo stesso Bastianini pochi mesi fa dichiaro” in un articolo che agire solo sul taglio dei costi del personale puo” essere controproducente in banca perche” va a incidere sulla capacita” di mantenere o migliorare i livelli di reddito. Ci aspettiamo che si segua questa linea anche a Mps. D. C”e” gia” stato un incontro? Che cosa vi siete detti? R. Il 3 giugno. Si e” trattato soprattutto di un incontro di presentazione per conoscerci. D. Con il piano industriale a che punto siete? Prevedeva un taglio di dipendenti piuttosto profondo… R. Il piano scadra” a fine 2021. Prima che scattasse l”emergenza Covid-19 si stava affrontando la questione-esuberi, che prevedeva 4.800 uscite. Di queste allo stato attuale ne rimane poco meno della meta” ancora da gestire. Una cosa pero” va messa in chiaro: come Fabi non accettiamo piu” esuberi senza un adeguato ricambio generazionale. In tutte le trattative nelle banche stiamo portando avanti una precisa rivendicazione: ogni due uscite di lavoratori chiediamo un nuovo assunto. E il Monte dei Paschi non fara” eccezione. In questi anni sono stati persi migliaia di posti di lavoro. Anche se, diversamente dal resto d”Europa, non abbiamo avuto licenziamenti grazie soprattutto alla lungimiranza e alla forza del sindacato e del nostro segretario generale, Lando Maria Sileoni; non possiamo pero” permettere che la categoria venga depauperata nei numeri in modo cosi” pesante. D. Come e” stata gestita l”emergenza sanitaria?? R. I rapporti con la banca sono stati continui e di fattiva collaborazione. Tutti coscienti della difficolta” del momento e nell”interesse esclusivo della salvaguardia della salute dei lavoratori e della clientela. chiaro che difficolta” ci sono state; era necessario gestire carichi di lavoro, responsabilita” del lavoratore, assembramenti della clientela che non sempre ha seguito la regola dell”appuntamento, salvaguardia delle giornate di ferie. Dal punto di vista della gestione pratica, nella prima fase si e” fatto uso della prestazione di lavoro in smart working e di una gestione delle presenze compatibile con le disposizioni normative riguardanti la tutela della salute e con le esigenze personali e familiari dei lavoratori. Nella seconda fase siamo dovuti intervenire con forza per evitare che sovrapposizioni fra funzioni aziendali generassero confusione mettendo in secondo piano diritti ed esigenze dei lavoratori.

DIASORIN

DiaSorin ha marcato CE il test Simplexa Congenital CMV Direct.
Il nuovo test diagnostico molecolare, utilizzabile sullo strumento proprietario Liaison Mdx, e’ il primo test sul mercato che consente di rilevare il DNA del citomegalovirus (CMV) direttamente su campioni di saliva ed urina di neonati fino al ventunesimo giorno dalla nascita.
L’infezione da CMV in soggetti altrimenti sani e’ spesso causa di una patologia dai sintomi lievi e non specifici.
Tuttavia, l’ infezione da CMV congenita, che si verifica quando il virus viene trasmesso dalla
madre al nascituro nel corso della gravidanza, puo’ portare ad esiti seri, talvolta persino fatali.
Gli studi clinici dimostrano che negli Stati Uniti e nell’Unione europea sono circa 60.000 i neonati che nascono ogni anno affetti da CMV congenita.
Il principale effetto provocato dall’ infezione e’ la compromissione dell’udito; a questa si aggiungono talvolta ritardi nello sviluppo neurologico che, se non diagnosticati precocemente, possono portare a compromissioni permanenti.
Per questi motivi la diagnosi tempestiva di tale infezione risulta di primaria importanza per poter intervenire con efficacia sulla malattia e gestirne la progressione.
La severita’ dell’ infezione da CMV congenita sta portando diverse organizzazioni sanitarie nel mondo a valutare la necessita’ di uno screening universale sui futuri nascituri.

APPUNTAMENTI
ITALIA
Assemblea: Banca Popolare di Sondrio (10,00).

DATI MACROECONOMICI
ITALIA
Istat, mercato del lavoro trim1 (10,00).

FRANCIA
Prezzi al consumo finali maggio (8,45) – attesa dato nazionale e dato armonizzato zero m/m; 0,2 a/a.

GRAN BRETAGNA
Stima PIL aprile (8,00) – attesa -18,4% m/m; -22,6% a/a.

Produzione industriale aprile (8,00) – attesa -15,0% m/m; -19,3% a/a.

Produzione manifatturiera aprile (8,00) – attesa -15,8% m/m; -19,9% a/a.

Bilancia commerciale aprile (8,00) – attesa -11,62 miliardi.

PORTOGALLO
Prezzi al consumo maggio (12,00).

SPAGNA
Prezzi al consumo finali maggio (9,00) – attesa dato nazionale zero m/m; -1,0% a/a; dato armonizzato zero m/m; -0,9% a/a.

ZONA EURO
Produzione industriale aprile (11,00) – attesa -20,0% m/m; -29,5% a/a.

USA
Prezzi import maggio (14,30) – attesa 0,6% m/m.

Prezzi export maggio (14,30) – attesa 0,6% m/m.

Stima fiducia consumatori Università Michigan giugno (16,00) – attesa 75,0.

BANCHE CENTRALI
EUROPA
Zona euro, interventi online supervisore BCE Enria a convegno “European CFO Network” organizzato da UniCredit Group (10,00) e a convegno annuale “European Financials Virtual Conference” organizzato da Goldman Sachs (14,00).

USA
Richmond, interventi presidente FED Richmond Barkin (16,00 e 19,00).

APPUNTAMENTI
ITALIA
Pm Bergamo ascoltano Conte su inchiesta ‘zone rosse’ Covid.

ISPI, evento online “Beyond the emergency: Italy and Europe”; tra i partecipanti ministro Affari Europei Amendola, Prodi (11,00).

Webinar internazionale “Rischi globali: come affrontarli nel mondo post Covid-19” con presidente Cnel Treu, Filomena Maggino, Angelo Borrelli e Silvio Brusaferro (11,00).

EUROPA
Bruxelles, riunione ministri Salute UE in videoconferenza su strategia del blocco per acquisire, produrre e sviluppare possibili vaccini contro il nuovo coronavirus.

Bruxelles, videoconferenza informale ministri Mercato interno e Industria UE.

Goldman Sachs, “European Financials Virtual Conference” incontri live in streaming con:
* Vice Governatore Banca d’Italia Franco (9,00);
* Presidente Eurogruppo e ministro Finanze portoghese Centeno (10,00);
* Commissario UE all’Economia Gentiloni (12,00);
* Ministro Economia Gualtieri (13,00);
* Presidente board supervisione Single Supervisory Mechanism (SSM) BCE Enria (14,00);
* Vice Direttore dipartimento Europeo FMI Pradhan (15,00);
* Presidente European Banking Authority (EBA) Campa (16,00);
* Presidente Basel Committee for Bank Supervision (BCBS) e governatore Banco de España (BdE) de Cos (17,00).

Germania, Fitch si pronuncia su rating sovrano.

Lussemburgo, Moody’s si pronuncia su rating sovrano.

Norvegia, Moody’s si pronuncia su rating sovrano.

Regno Unito, DBRS si pronuncia su rating sovrano.

Slovenia, S&P Global si pronuncia su rating sovrano.

Spagna, Fitch si pronuncia su rating sovrano.

USA
Fredrick County (Maryland), termina G7.

Comments are closed.