Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Deutsche Bank: in utile per la prima volta dal 2014

Scritto da Michele Amoruso

La trimestrale di Deutsche Bank ha deluso le attese del mercato.

Più positivi, invece, i conti riferiti all’intero esercizio 2018, il primo in utiledal 2014.

Già nella giornata di ieri la banca tedesca ha reso note le previsioni formulate dagli analisti non soltanto sulla trimestrale ma sui conti dell’anno appena trascorso.

Il consensus degli esperti, però, è stato pubblicato in un momento particolarmente delicato per l’istituto di Sewing: le voci su una possibile fusione Deutsche Bank-Commerzbank hanno avuto un impatto dirompente sulle azioni societarie, che hanno perso più del 4% in Borsa.

L’istituto tedesco ha archiviato gli ultimi 3 mesi dell’anno con un rosso di 409 milioni di euro che ha deluso ancora una volta le attese del mercato. Discorso simile per i ricavi netti che tra ottobre e dicembre si sono attestati su quota 5,5 miliardi di euro.

Anche i ricavi netti a 25 miliardi di euro hanno, seppur di poco, mancato le previsioni de consensus. La banca ha confermato che proporrà un dividendo di 11 centesimi per azione.

Previsioni?

Stando alle stime del consensus la quarta trimestrale 2018 di Deutsche Bank avrebbe dovuto chiudersi con un rosso di 301 milioni di euro. A pesare sul dato in maniera decisa tutti gli accantonamenti derivanti dalle vicende legali che hanno colpito l’istituto di credito negli ultimi mesi.

Meno drastiche le previsioni sull’intero 2018: secondo gli esperti l’esercizio sarebbe stato archiviato finalmente in utile. Il tutto dopo le perdite registrate sia nel 2017 (-735 milioni) che nel 2016 (-1,4 miliardi).

Formazione triangolo discendente, quale potrebbe preannunciare minimi drammatici , su una fascia prezzo di 6.5/6 € per azione.

Comments are closed.