Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

RUMORS E NEWS DEL 17 APRILE

ENAV

Secondo i dati pubblicati da Eurocontrol, il traffico di rotta in Italia (73% del fatturato   – che riguarda il sorvolo dello spazio aereo italiano con o senza scalo – ha registrato una buona crescita anche a marzo (+5.6%), seppur con una velocità leggermente più lenta rispetto ai primi 2 mesi del 2019 (gennaio +8.3%, febbraio +8.6%), anche per un confronto più sfidante (marzo 2018 +7.9% vs. +7.6%/+7.2% a gennaio-febbraio 2018). Marzo vale il 7% circa del traffico annuo. Il traffico di rotta nel 1Q19 chiude con un +7.4%, rispetto ad una nostra stima FY19 di +3%. Il confronto nei prossimi mesi diventerà progressivamente sempre più sfidante. Il dato di traffico è superiore rispetto a quanto registrato dal settore nel suo complesso (+3.7% a marzo e +4.7% YTD), e rispetto ai principali paesi EU (GER +2.6%, FR +2%, UK +4.6%). Ai prezzi attuali, il titolo offre un dividend yield 2019-20E del 4.3-4.5%.

BANCHE

Le piccole popolari del Sud aprono al progetto di una holding unica e puntano agli incentivi fiscali che il governo potrebbe mettere presto a disposizione per favorire le aggregazioni bancarie. Secondo quanto risulta a Mf, nelle ultime settimane diversi istituti avrebbero iniziato a studiare il progetto che attraverso una forma di scorporo o di scissione porterebbe alla nascita di una holding con funzioni di governo e coordinamento. 

PIL CINESE

L’economia cinese cresce sopra le attese secondo i dati pubblicati dall’Ufficio Nazionale di Statistica di Pechino. 
Nel primo trimestre del 2019 il Pil cinese e’ cresciuto del 6,4% su base annua, in linea con il dato del quarto trimestre 2018 e leggermente al di sopra delle aspettative degli analisti (+6,3%).

TENARIS

-Svolta nel caso notebook in Argentina, la tempesta che si era abbattuta a fine novembre su Tenaris e sul presidente e ceo Paolo Rocca. La Corte d”Appello argentina, scrive MF, ha ribaltato la decisione preliminare dello scorso 27 novembre del giudice di prima istanza titolare delle indagini sul Rocca nell”ambito dell”indagine su presunti pagamenti effettuati dal gruppo Techint, controllata di Tenaris , nel 2008 a funzionari del governo argentino. Secondo quanto comunicato da Tenaris in una nota, la Corte di Appello ha revocato il rinvio a giudizio per assenza di prove necessarie e sufficienti per includere il numero uno nel procedimento legale. “Anche sulla base di questa decisione, siamo certi che il prosieguo delle indagini permettera” di chiarire l”estraneita” di Paolo Rocca ai fatti oggetto dell”indagine” hanno sottolineato da Techint. Una notizia accolta positivamente dal mercato, che ha premiato il titolo Tenaris a piazza Affari con acquisti che hanno fatto segnare un rialzo del 3,54% a 13,02 euro per azione, ma anche dagli analisti. Per Equita Sim “la notizia e” positiva in quanto rimuove nel breve un elemento di incertezza sul titolo”. 

PRYSMIAN

PRYSMIAN  Riunione del Cda per rivedere il bilancio 2018 alla luce delle richieste di risarcimento danni legate alla vicenda del cavo sottomarino WesternLink.

CERVED

La società distribuirà dividendi complessivi pari a 59,6 milioni, +13% rispetto al 2018. Il dividendo ammonta a 0,305 per azione, di cui 0,295 da distribuzione utili e 0,01 da riserva sovrapprezzo azioni. Lo Yield (rendimento del dividendo) è pari al 3,4%. Approvato anche il bilancio d’esercizio 2018 (già pubblicato il 5 marzo in occasione della delibera del consiglio di amministrazione), che presenta un utile d’esercizio pari a 58.311.740 euro. Cerved ha avviato un programma di acquisto di azioni proprie (Buy Back), per una percentuale massima pari al 5% delle azioni della società. 
Il fine del Buy Back è quello di dotarsi di un “magazzino azioni proprie” da utilizzare nell’ambito di operazioni straordinarie. Il prezzo di acquisto di ciascuna azione non sarà né inferiore al mimino, né superiore al massimo del 10% rispetto al prezzo registrato dal titolo nella seduta precedente l’operazione di acquisto. 
Le azioni proprie saranno acquistate utilizzando gli utili  distribuibili e le riserve disponibili risultanti dall’ultimo bilancio. 

BANCO BPM

BANCO BPM – Ha accettato un’offerta vincolante da Illimity  per la cessione di un portafoglio di crediti in sofferenza del valore nominale di 650 milioni di euro.L’operazione dovrebbe essere completamente finalizzata la metà del 2020, portando il ratio NPE lordo di Banco Bpm al 10,3% pro-forma dal 10,8% 

ATLANTIA

Secondo quanto riportato dai quotidiani, e dopo il primo ricorso intentato da Atlantia, anche altre concessionarie austostradali (incluse Autobrennero, Autovie Venete e alcune società di Gavio) avrebbero presentato ricorsi al Tar contro la delibera dell`autorità (ART) sulle modifiche ai meccanismi di remunerazione delle concessionarie. La delibera prevede un unico sistema per tutte le concessionarie, con meccanismo di remunerazione a RAB e un price cap per introdurre efficienze nella gestione. 
Tuttavia, la modifica dei contratti rappresenta un atto unilaterale, con caratteristiche di incostituzionalità sia Italiana che Europea e per questo impugnato dalla concessionarie. 
Riteniamo che eventuali modifiche dei contratti avverranno solo su base bilaterale, con accordi tra il Governo e gli operatori di settore e con schemi che (anche nell`ipotesi di un nuovo sistema tariffario) non porteranno a sostanziali modifiche dei rendimenti complessivi.

WIT

WIIT , operatore attivo nel mercato dei servizi Cloud computing e quotato sul segmento STAR, potrebbe mettersi in luce in Borsa, dopo la conclusione con l’Agenzia delle Entrate dell’accordo relativo al Pantent Box.Si tratta di un regime fiscale agevolato che viene concesso alle imprese che producono redditi attraverso l’utilizzo, diretto e indiretto, delle opere d’ingegno, di brevetti, software e altre attività immateriali. Tale beneficio, che può essere rinnovato, sarà incluso nei risultati del 2019. Si stima che l’ammontare del reddito agevolabile per il primo periodo 2015-2018 sia di circa 7,7 milioni di euro.Per il 2015 l’agevolazione è determinata escludendo dalla base imponibile il 30% del reddito collegato ai beni immateriali agevolabili, per il 2016 la percentuale è pari al 40%, mentre per il triennio 2017-2019 al 50%. 

INFRASTRUTTURE

Il Cda di FS Italiane ha deliberato l’ emissione di nuovi prestiti obbligazionari per un importo complessivo massimo di 1 miliardo e 750 milioni. 
Le emissioni, a valere sul Programma EMTN quotato presso la Borsa valori di Dublino, sono riservate agli investitori istituzionali. 
I proventi raccolti sul mercato dei capitali di debito saranno destinati all’ acquisto di nuovi treni per il trasporto regionale e per quello a media e lunga percorrenza, di nuove locomotive per il trasporto merci e per il completamento dell’ infrastruttura ferroviaria Alta Velocita’/Alta Capacita’, andando a finanziare i fabbisogni per gli investimenti previsti dal Gruppo FS Italiane. 
Nell’ ambito delle nuove emissioni obbligazionarie, FS Italiane prospetta anche nuovi green bond, che finanzieranno prevalentemente l’ acquisto di nuovi treni destinati al trasporto regionale.

MONCLEAR

MONCLER- L’andamento del primo trimestre di Moncler é stato positivo, in linea con le aspettative della società, nonostante il difficile confronto con l’anno scorso. Lo ha detto il presidente e Ceo Remo Ruffini.

JUVENTUS

Allo Stadium, la squadra di Allegri cede per 2-1 dopo essere passata in vantaggio grazie al colpo di testa di Ronaldo (28′). Gli olandesi sono bravi a pareggiare subito con Van De Beek (34′) e nella ripresa completano la rimonta con il colpo di testa di De Ligt (67′). Gli uomini di Ten Hag volano in semifinale.Negli  ultimi 12 mesi il titolo è salito del +172%, una delle migliori performance a piazza affari.

ALITALIA

-L”obiettivo e” di guadagnare tempo per evitare che il salvataggio di Alitalia finisca in un vortice fatale. La missione del premier Giuseppe Conte, che ad ore convochera” un vertice ad hoc, e” quasi impossibile. Lo scrive Il Messaggero aggiungendo che da un lato deve convincere Atlantia a rientrate nella partita, offrendo garanzie industriali sull”operazione: dall”altro deve superare le perplessita”, anzi l”ostilita”, dei 5Stelle che ben sapendo che la societa” del gruppo Benetton e” l”ultima carta spendibile, non cederanno facilmente. Anche perche” negli ultimi mesi, pur con toni sempre piu” deboli, hanno continuato a minacciare di voler togliere la concessione autostradale, facendo cosi” pagare a caro prezzo il crollo del Ponte Morandi. Al momento il premier puo” contare quindi solo sulla sponda della Lega, che pero” ha gia” fatto capire che Atlantia, in assenza di alternative valide, sarebbe ben accetta. Se non altro perche” Cdp e le altre societa” che sono articolazioni della Cassa fino ad oggi hanno fatto muro. Cosi” come Poste, Leonardo e Fincantieri: tutte scomparse dai radar non appena il dossier e” diventato pubblico. Proprio l”appoggio di Matteo Salvini, che ieri ha sfidato nuovamente l”alleato Luigi Di Maio a trovare una soluzione dopo mesi di impasse, puo” risultare pero” un pericoloso boomerang per il premier. Da qui la necessita” di un vertice per trovare la quadra o quanto meno provare a mettere in fila le questioni da risolvere: dal prestito ponte da 900 milioni del Tesoro che va restituito a giugno, al faro acceso dall”Europa sui presunti aiuti concessi, ai dubbi legittimi di Ponzano Veneto che non vede – e lo ha detto ufficialmente – l”utilita” di andare avanti su questa strada. All”origine del no secco di Atlanta ci sono non solo ragioni di tipo industriale, ma anche aspetti legati alla possibile futura governance. Fs e Atlantia avrebbero infatti ciascuna il 35%, mentre Delta e Mef il 15%. Gli interrogativi da sciogliere sono tanti: da chi pilotera” la compagnia a chi scegliera” strategie e manager. Per non parlare del piano industriale che le Fs stanno mettendo punto senza aver consultato i potenziali partner. E senza affrontare l”aspetto piu” politico della questione, ovvero gli ostacoli eretti dai grillini.

TOSCANA AEROPORTI

Toscana Aeroporti ha comunicato la conclusione positiva del procedimento del Masterplan 2014-2029 dell’Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze che prevede la realizzazione di una nuova pista da 2.400 metri e un nuovo terminal. 
Ieri il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha infatti firmato il decreto che sancisce la conclusione dell’iter autorizzativo dell’opera, avviato nel 2015. 
Ricordiamo che il 28 dicembre 2017 era stato ottenuto il giudizio favorevole di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), mentre il 6 febbraio erano stati conclusi i lavori della Conferenza dei Servizi. 
Il provvedimento sara’ ora trasmesso dal Ministero a Enac per i successivi adempimenti di competenza. 


Comments are closed.