Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rumors e News del 18 novembre

MEDIASET

ha offerto a Vivendi 2,77 euro ad azione per convincere il gruppo francese a ridurre la sua quota e a chiudere il contenzioso, secondo quanto riportato dal Corriere e dal Sole 24 Ore sabato. Tra le due società non è stato trovato un accordo, secondo i quotidiani. Il fondo Peninsula potrebbe assorbire parte della quota di Mediaset che sarebbe ceduta da Vivendi, riportava Il Sole 24 Ore, aggiungendo che anche il magnate ceco Daniel Kretinsky sarebbe interessato a Mediaset.

UNICREDIT

-UniCredit, attraverso UniCredit Bulbank (Bulgaria), ha concluso un accordo con APS e Balbec Capital per la cessione pro-soluto di un portafoglio di crediti garantiti/chirografari in sofferenza derivanti da contratti di credito concessi dalla sussidiaria UniCredit Bulbank a clienti appartenenti al segmento PMI ed imprese. Il portafoglio, si legge in una nota, e” costituito interamente da prestiti regolati dal diritto bulgaro per un ammontare di circa 50 milioni di Euro. La cessione del portafoglio costituisce parte dell”attuale strategia di UniCredit di riduzione delle esposizioni deteriorate. L”impatto verra” recepito nel bilancio UniCredit del quarto trimestre 2019.

MAIL UP

MailUp, operante nel settore delle marketing technologies, ha conferito l’incarico di Nominated Adviser a BPER Banca, con decorrenza dal 16 dicembre 2019, previo rilascio della dichiarazione a Borsa Italiana prevista dall’ art. 17 del Regolamento Nominated Adviser.
BPER Banca subentra a EnVent Capital Markets, che pertanto ricoprira’ il ruolo di Nominated Adviser sino al giorno 15 dicembre 2019.
LEONARDO 

e Falcon Aviation Services presentano al salone di Dubai un nuovo concept di terminal per elicotteri e convertiplani che sarà costruito a Dubai vicino all’area dell’Expo 2020 e che sarà replicabile in Europa, nel sud-est asiatico e in America Latina.

TELECOM ITALIA

Ha invitato i fondi infrastrutturali a presentare delle offerte non vincolanti contenenti una valutazione complessiva di Open Fiber e della porzione fiber-to-home (FTTH) della sua rete in fibra, secondo quanto riferiscono due fonti a conoscenza della situazione.
UNICREDIT, FINECOBANK

– Unicredit userà una cartolarizzazione di prestiti corporate da 7,75 miliardi per sostituire i titoli di Stato che si è impegnata a fornire a Fineco come collaterale a seguito della sua uscita dal gruppo.

ITALGAS

-La Grecia, complice il programma di privatizzazione delineato dal governo, e” sempre piu” centrale nelle strategie di crescita dei big italiani del gas. Dopo l”ingresso di Snam in Desfa, infatti, ora potrebbe essere la volta di Italgas. Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, pare che siano stati intavolati dei dialoghi tra il gruppo della distribuzione gas guidato dal ceo Paolo Gallo ed Eni Luce e Gas per il trasferimento del 49% detenuto dal Cane a sei zampe nel distributore del gas greco Eda Thess. Quest”ultimo e” controllato per il 51% da Depa, la compagnia statale del gas. Il controvalore dell”operazione potrebbe aggirarsi intorno ai 50 milioni, alla luce dei 57 milioni sborsati nel maggio 2018 dalla controllata del gruppo guidato da Claudio Descalzi per impadronirsi dell”asset. A ben vedere, se le voci dovessero trovare riscontro, il deal avrebbe un senso strategico per entrambi i player. Da un lato, infatti, Eni Gas & Luce, in quanto operatore retail, non e” orientata all”attivita” di distribuzione del gas e quello in Grecia e” l”unico asset di questo tipo. Mentre per Italgas , l”eventuale operazione, oltre a essere la prima fuori dai confini nazionali, permetterebbe al gruppo di entrare in un mercato redditizio. Inoltre, secondo quanto potuto apprendere da MF-Milano Finanza, pare che l”interesse possa essere associato alla pianificazione strategica per il pieno controllo delle reti di trasporto del gas in Grecia. L”opportunita” arriverebbe infatti perche” il 51% di Eda Thess detenuto da Depa sara” trasferito in Depa Infrastructure, una delle due societa” nascera” dopo la scissione di Depa. Il Governo privatizzera” il 65% di Depa Infrastructure e, dato il possibile interesse di Italgas nel processo, la quota in Eda Thess faciliterebbe tutto.
red/fch

IREN 

I comuni di Torino, Genova e Reggio Emilia — azionisti di Iren — sono pronti a sostenere la società sulle acquisizioni, in particolare per quanto riguarda il possibile acquisto di Sorgenia e Compagnia Valdostana delle Acque (CVA).
Lo riportava Il Sole 24 Ore domenica citando un comunicato dei comuni.
CATTOLICA 

-Spunta il nome di Raffaele Agrusti nella partita che ruota intorno a Cattolica Assicurazioni. Il manager, secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, sarebbe stato contattato dai veronesi subito dopo la defenestrazione di Alberto Minali. Un primo contatto per ora che potrebbe aprire nuovi scenari per la compagnia, se ci sara” un seguito. Per Agrusti, ex amministratore delegato di Generali Italia e cfo di Rai e oggi al comando della mutua trentina Itas, Cattolica potrebbe essere l”occasione giusta per tornare al timone di un gruppo quotato. Mentre per il presidente della compagnia, Paolo Bedoni, il manager potrebbe essere l”uomo giusto per dare di nuovo un segnale forte al mercato che Cattolica vuole crescere. Si vedra”. Intanto a gestire la delicata fase di passaggio dopo l”uscita di Minali c”e” il direttore generale Carlo Ferraresi, che in questi anni si e” fatto conoscere e apprezzare. Per lui ci sara” subito una partita da sbrogliare la prossima settimana con un volo gia” prenotato Verona-New York. Dall”altra parte dell”Oceano, ad aspettare il vertice di Cattolica Assicurazioni , ci sara” Ajit Jain, che per conto della Berkshine Hataway di Warren Buffett, di cui e” vicepresidente, segue le operazioni assicurative. E” l”uomo che nell”ottobre 2017, convinto dell”accelerazione che sarebbe stata impressa alla compagnia di Verona da Minali, suggeri” di rilevare il 9% del capitale. Il tumultuoso ritiro delle deleghe a Minali dello scorso 31 ottobre non e” stato quindi evidentemente gradito e probabilmente neppure compreso, visto che il manager ex Generali , arrivato al timone della compagnia a giugno 2017, ha consentito a Cattolica di chiudere il miglior bilancio degli ultimi dieci anni e i risultati dei primi nove mesi 2019 hanno confermato l”efficacia del lavoro svolto, con raccolta complessiva a 5 miliardi di euro (+16,5 per cento) e utile netto in crescita del 15,8% a 84 milioni. Numeri eccellenti, che pero”, evidentemente, non sono bastati. Lo scontro si e” acceso sulla governance e ora Ferraresi dovra” convincere l”Oracolo di Omaha (il soprannome di Buffett sui mercati) che le promesse saranno rispettate nonostante l”uscita di Minali. L”incontro avverra” all”interno di un road show di Borsa Italiana negli Stati Uniti. Gia” nei giorni scorsi Ferraresi ha avuto del resto un ruolo di garante di fronte ai mercati, ai dipendenti e all”autorita”. Ai primi due ha promesso che il piano industriale 2018-2020 che era stato messo a punto dall”ex ad sara” rispettato. Ma nei giorni scorsi Ferraresi Paolo Bedoni hanno avuto anche un incontro con l”Ivass, l”autorita” di controllo del settore, per spiegare le motivazioni che hanno portato il consiglio a dare il benservito all”amministratore delegato nonostante i buoni risultati industriali. Non questioni legate alle performance, appunto, ma una divergenza di visione su piu” fronti, dall”organizzazione societaria agli scenari strategici. Un”uscita che sembra aver colto di sorpresa la stessa autorita” di controllo che ha avuto la notizia del cambio della guardia al vertice di Cattolica solo a cose fatte.

TREVI FINANZIARIA

Brutta tegola per il faticoso rilancio in corso. La società ha reso noto che il Tribunale di Forlì ha rigettato l’omologazione dell’accordo di ristrutturazione raggiunto con i creditori ai sensi dell’art. 182-bis della legge fallimentare presentato dalla Società e dalle controllate Trevi spa e Soilmec spa. La società ritiene del tutto errato, nei presupposti di fatto e diritto, il provvedimento del Tribunale di Forlì e proporrà tempestivamente reclamo alla Corte di Appello di Bologna.
Da oggi, 18 novembre 2019, sarà effettivo il raggruppamento delle n. 164.783.200 azioni ordinarie, prive dell’indicazione del valore nominale, nel rapporto di n. 1 nuova azione ordinaria, priva di indicazione del valore nominale, (codice ISIN IT0005390965), godimento regolare, cedola n.1 ogni n. 100 (cento) esistenti azioni ordinarie, prive di indicazione del valore nominale (codice ISIN IT0001351383), godimento regolare, cedola n. 17.
Ad esito del raggruppamento, il capitale sociale complessivo della Società resterà invariato e pari a 82.391.632,50  euro e risulterà suddiviso in n. 1.647.832 azioni ordinarie prive di indicazione del valore nominale.
Il 30 settembre 2019 l’indebitamento finanziario netto di gruppo ammontava a 749,5 milioni, in aumento rispetto ai 736,2 milioni rilevato lo scorso 30 giugno.
UBI Banca 

Fitch ha confermato i rating dell’istituto con outlook negativo.

RECORDATI 

l comitato per i medicinali per uso umano dell’EMA (CHMP) ha emesso un’opinione positiva all’autorizzazione per l’immissione in commercio per il farmaco Isturisa, indicato per il trattamento della sindrome di Cushing endogena negli adulti.
ITALIAN EXHIBITION GROUP

– Arezzo Fiere e Congressi ha accettato la proposta di anticipare il periodo di esercizio attualmente previsto per l’opzione di acquisto delle manifestazioni fieristiche orafe aretine ‘OroArezzo’ e ‘GoldItaly’.

MITTEL

Mittel prosegue nella propria strategia di investimento in societa” espressione dell”eccellenza italiana finalizzando l”acquisizione del 90% di Sport Fashion Service (brand Ciesse Piumini) societa” che opera nel mercato dell”abbigliamento informale ed in particolare nei segmenti urban/lifestyle e outdoor. Ciesse Piumini, spiega una nota, e” un brand icona di elevata notorieta” che ha esteso nel tempo l”esperienza maturata sui prodotti tecnico-sportivi, destinati anche alle spedizioni estreme, ai capi adatti alla moda urbana, coniugando eccellenza produttiva, comfort e stile. Nell”esercizio 2019 la societa” prevede di realizzare oltre 25 milioni di euro di fatturato con un Ebitda margin di circa il 20%. La strategia di sviluppo di Ciesse Piumini prevede la realizzazione di un modello distributivo omnichannel, attraverso la forte crescita del brand nei canali di vendita e comunicazione digitali, l”ulteriore rafforzamento nei canali distributivi tradizionali e lo sviluppo selettivo nei mercati internazionali. Nel contesto dell”operazione Fabio Primerano e” stato nominato presidente esecutivo di Ciesse Piumini. Primerano vanta una significativa esperienza nella gestione e direzione di societa” internazionali e nello sviluppo del business anche attraverso l”utilizzo dei canali digitali, a conferma della sempre maggiore centralita” di tale dimensione all”interno del settore abbigliamento. “L”operazione”, ha commentato Marco Colacicco, presidente del Comitato Esecutivo di Mittel “e” coerente con il nostro piano strategico e con il progetto di creazione di valore incentrato su una strategia di investimenti diversificati in settori di eccellenza del Made in Italy. L”acquisizione di Ciesse Piumini si inserisce infatti nel portafoglio di Mittel che ad oggi conta partecipazioni nei settori dell”Arredobagno di alta gamma, delle Residenza Sanitarie Assistenziali e Automotive. Per le nostre societa” vogliamo essere un motore di sviluppo svolgendo un ruolo che va al di la” del solo supporto finanziario in un”ottica di partnership industriali di medio lungo termine. Per Ciesse Piumini puntiamo, grazie anche al rafforzamento del team manageriale, ad un forte aumento del fatturato consolidando i margini reddituali gia” oggi espressi dalla societa””. L”investimento complessivo di Mittel per l”acquisizione del 90% del capitale di Sport Fashion Service, interamente finanziato con mezzi propri, e” stato pari a complessivi 11,3 milioni di euro oltre a 4,1 milioni relativi al subentro nel finanziamento soci in essere alla data del closing. In funzione dei risultati di Ciesse Piumini nei prossimi esercizi, gli accordi sottoscritti prevedono un potenziale earn out a favore del venditore stimato ad oggi in massimi 3,9 milioni. Mittel e” stata assistita nell”operazione dallo Studio Legale Pavia e Ansaldo, quale advisor legale, da EY per la due diligence finanziaria e fiscale e da Long Term Partners per la business due diligence.
GAROFALO 

Ha chiuso i risultati dei primi nove mesi con un Ebitda operativo adjusted di 26 milioni, in crescita del 17,3% rispetto allo stesso periodo del 2018.

SALINI

“Bisogna dichiarare lo stato di emergenza nazionale e muoversi con quelle leggi che proprio in virtu” dell”emergenza, consentono di snellire le procedure per i lavori pubblici, in totale trasparenza. L”Italia ha bisogno di pianificare e fare le infrastrutture essenziali per la crescita, come stiamo facendo nella ricostruzione del viadotto sul fiume Polvecera a Genova. La”, nel giro di pochi mesi abbiamo fatto partire i lavori, che stanno andando avanti giorno e notte e finiranno in tempo. Abbiamo in Italia delle competenze uniche nel settore accumulate in decenni di esperienza”. Lo afferma Pietro Salini, amministratore delegato di Salini-Impregilo, in un”intervista a Repubblica aggiungendo che “per far ripartire il Pil in Italia bisogna far ripartire le grandi infrastrutture che il Paese ha abbandonato, per creare occupazione e crescita, e dare lavoro ai giovani cui manca un futuro, applicando anche in Italia quella tecnologia che stiamo utilizzando in tutto il mondo per consegnare alle comunita” le infrastrutture di cui hanno bisogno nella vita di tutti i giorni. Il nostro Progetto Italia e” proprio questo: riuscire a rimettere in piedi un settore e farlo diventare trainante per il Paese. Solo negli ultimi cinque anni, tra edilizia e grandi opere, abbiamo perso 600.000 posti di lavoro. Negli anni ”60 l”Italia e” riuscita a costruire l”Autostrada del Sole in cinque anni, oggi per fare un tombino ce ne vogliono sei. Nel Sud Italia non ci sono prospettive di lavoro per nessuno. Ecco perche” bisogna muoversi”. “Venezia e” sommersa dall”acqua, i ponti delle autostrade crollano, l”Italia e” in ginocchio dal punto di vista delle infrastrutture, abbiamo un lungo elenco di opere importantissime bloccate. E non perche” manchino i fondi, ma perche” si sono impantanate nella palude della burocrazia che ha paura di fare, e il Pil non riparte. Che altro deve succedere? Saro” brutale, ma la situazione e” questa e se non la si cambia il Paese affonda”. Per Venezia, “mi pare che il progetto Mose sia commissariato da tempo. Non mi sembra che questa soluzione stia dando risultati”, continua Salini senza candidarsi alla a farlo perche” “abbiamo gia” molto da fare”. “A Genova sono in vigore le stesse leggi che valgono nel resto d”Italia. Ma la differenza e” che la” tutti – dal governo alle amministrazioni locali, dalla magistratura all”autorita” per l”ambiente – sono uniti nel voler fare il nuovo ponte. Serve questa volonta” comune, che deve partire dal fatto che le infrastrutture sono un fattore essenziale di sviluppo. necessario, ad esempio, modificare il modo in cui sono fatti i contratti, che oggi addossano ai costruttori tutti i rischi, compresi quelli assolutamente fuori dal loro controllo, come i cambiamenti di norme che avvengono successivamente. La normativa deve cioe” essere fatta per fare le infrastrutture non per bloccarle”, conclude il top manager.
APPUNTAMENTI
FTSE MIB
Stacco cedola dividendo: Banca Mediolanum (acconto), Danieli, Mediobanca, Recordati (acconto), Poste Italiane (acconto), Terna (acconto).

DATI MACROECONOMICI
USA
Flussi netti investimenti settembre (22,00).

BANCHE CENTRALI
EUROPA
Svezia, riunione board esecutivo Riksbank (9,00).

Zona euro, vicepresidente BCE de Guindos apre conferenza a Francoforte (10,00).

Zona euro, governatore Banca di Spagna de Cos a Madrid (13,30).

Zona euro, intervento capo economista BCE Lane a Francoforte (14,00).

USA
College Park, intervento presidente Fed Cleveland Loretta Mester (18,00).

APPUNTAMENTI
ITALIA
Roma, CDP inaugura celebrazioni 170° anniversario con Mattarella, Gualtieri, presidente ACRI Francesco Profumo, presidente CDP Gorno Tempini, AD CDP Palermo (11,00).

Milano, inizia “Insurance Summit, il futuro delle assicurazioni tra nuovi rischi e Digital Transformation” (14,30); termina il 19 novembre. Oggi intervengono presidente ANIA e Poste Italiane Farina (videointervento), segretario generale IVASS De Polis, presidente Generali Galateri di Genola, videointervista CEO Unipol Cimbri; tavola rotonda con AD e DG Allianz SpA Campora, CEO Gruppo Zurich Italia Castellano, CEO AXA Italia Cohen, DG UnipolSai Laterza.

Firenze, convegno “Il futuro del lavoro” con DG ABI Sabatini (9,30).

EUROPA
Bruxelles, incontro segretario generale NATO Stoltenberg con presidente estone Kaljulaid; segue conferenza stampa (10,00).

Parigi, Macron riceve premier danese Frederiksen (13,00).

Comments are closed.