Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rumors e News del 18 settembre

ATLANTIA 

-Giovanni Castellucci ha rassegnato le dimissioni da ceo di Atlantia. E” quanto comunica la societa” in una nota diffusa ieri al termine del Cda. Le dimissioni sono state accolte dal Consiglio di Amministrazione, definendo una risoluzione consensuale con lo stesso. Fino alla nomina di un nuovo a.d., il Consiglio ha deliberato di trasferire in via temporanea le deleghe esecutive ad un Comitato composto da Fabio Cerchiai, Carlo Bertazzo, Anna Chiara Invernizzi, Gioia Ghezzi e Carlo Malacarne ed ha provveduto a nominare il Giancarlo Guenzi, gia” Chief Financial Officer, quale d.g. della Societa”. Inoltre Tiziano Ceccarani assume la carica di Chief Financial Officer e di Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari. In base agli accordi Castellucci avra” un incentivo all”esodo pari a 13.095.675 euro lordi oltre alle competenze di fine rapporto. Il pagamento della somma avverra” in 4 rate di cui la prima contestualmente alla sottoscrizione dell”accordo, la seconda il 2 gennaio 2020, la terza il 2 gennaio 2021 e la quarta il 2 gennaio 2022. La Societa” si riserva il diritto di non procedere, in tutto o in parte, al pagamento delle rate non corrisposte, nonche” il diritto di richiedere la restituzione in tutto o in parte delle rate corrisposte, qualora successivamente alla sottoscrizione dell”accordo dovessero emergere condotte dolose comprovate e accertate, attualmente non note, poste in essere a danno della Societa” o del Gruppo. A questo incentivo si aggiunge la somma lorda di 30.000 euro, che verra” corrisposta entro 30 giorni dalla sottoscrizione dell”accordo, a fronte della rinuncia da parte di Castellucci nei confronti di Atlantia e di ogni altra societa” del Gruppo a ogni domanda o diritto comunque connessi o occasionati dagli intercorsi rapporti di lavoro e di amministrazione e dalla loro cessazione. Castellucci si e” impegnato a rassegnare le dimissioni da tutte le altre cariche ricoperte in societa” controllate o partecipate del Gruppo. L”ex numero uno di Atlantia conservera” oltre ai diritti gia” maturati nell”ambito dei Piani di Incentivazione a lungo termine, i diritti assegnati nell”ambito del Piano di incentivazione “Phantom Stock Grant 2017″ – 1 ciclo, nell”ambito del Piano di incentivazione “Phantom Stock Option” – 1 ciclo e del “Piano Addizionale di Incentivazione 2017 – Phantom Stock Option”. La societa” si impegna a mantenere efficace e operativa la copertura assicurativa D&O, nonche” a mantenere per Castellucci per 12 mesi auto aziendale, housing e le ulteriori coperture assicurative in essere sino a scadenza. Per qualsiasi giudizio civile, penale o amministrativo che dovesse coinvolgere Castellucci, anche dopo la cessazione dei rapporti, in relazione all”attivita” resa in esecuzione dei medesimi ogni onere relativo, anche per indennizzi e risarcimenti, ed anche per spese legali e peritali, sara” a carico della Societa”, salvo dovessero emergere condotte dolose comprovate ed accertate. La nota ricorda infine che l”ex a.d. e” titolare di 340.388 azioni di Atlantia.

GO INTERNET

Volume d’affari di 30 miliardi di dollari entro il 2025, tasso annuo di crescita composto 2020-25 del 49,1%. Sono queste le stime prospettate sul mercato 5G da Market Research Future, che ha intervistato manager e opinion market del settore in tutto il mondo. La crescita sarà particolarmente sostenuta negli Usa e in Cina, ma anche Gran Bretagna e Germania avranno un incremento molto importante. Negli Stati Uniti, il tasso annuo di crescita composto del 5G è atteso al 71%, in Asia al 74,6%. Go Internet detiene le frequenze in banda 3.5 gigahertz, prorogate fino al 2029, su cui viaggerà il 5G. Grazie all’alleanza con Linkem, la società sta trasformando la propria rete in una rete 5G ready. 

GOVERNO

Scudo del governo su Borsa Italiana e Mts. Dopo la tentata scalata, per ora respinta, della Borsa di Honk Kong sul London Stock Exchange Group, che controlla il mercato azionario e dei titoli di Stato italiani, l”esecutivo M5S-Pd blinda gli asset tricolore con un decreto legge atteso al prossimo Consiglio dei ministri. Nella bozza, che e” stata visionata da MF-Milano Finanza, si prevede l”ennesima modifica alla disciplina sul golden power per rendere l”arma dei poteri speciali immediatamente operativa. Sebbene le infrastrutture finanziarie strategiche (tra le quali certamente ricadono quelle di Piazza Affari) siano state inserite tra quelle coperte dal golden power gia” nel 2017, infatti, quel provvedimento prevedeva un regolamento ad hoc per l”individuazione dei singoli asset da proteggere. Regolamento che non e” poi mai stato emanato, per cui nel momento in cui il pericolo si e” materializzato con l”offerta cinese per la borsa di Londra ci si e” resi conto che i nostri mercati, compreso il delicatissimo Mts, non erano in effetti protetti da un”eventuale passaggio di proprieta” della controllante. Per questo si e” deciso di correre ai ripari inserendo nel primo provvedimento utile, ossia il decreto sulla cybersicurezza, una norma per rendere immediatamente operativo lo scudo. In pratica, l”articolo 4 della bozza di decreto prevede che fino a che i regolamenti per individuare i singoli asset coperti dai poteri speciali non saranno entrati in vigore, comunque sia soggetto a notifica preventiva “l”acquisto a qualsiasi titolo, da parte di un soggetto esterno all”Unione Europea, di partecipazioni in societa” che detengono attivita” rilevanti ai sensi dell”articolo 4″ del Regolamento del Parlamento Ue sul controllo degli investimenti diretti esteri nell”Unione Europea, approvato nello scorso marzo. Tra i settori protetti , in base alle norme Ue cui si rimanda, ci sono appunto anche le “infrastrutture critiche, siano esse fisiche o virtuali” di una lunga serie di comparti, tra cui quello finanziario. L”altra importante novita” e” l”ampliamento dei comparti che finiranno sotto l”ombrello del golden power. Il decreto legge preparato dai tecnici del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, infatti, amplia significativamente il novero dei comparti potenzialmente protetti, nell”ambito di un”eventuale minaccia alla sicurezza e all”ordine pubblico. Nello specifico, si prevede possano rientrare nella tutela dello Stato tutti i comparti previsti dall”articolo 4 del Regolamento Ue sugli investimenti esteri, che sono, oltre alle infrastrutture (fisiche ma anche virtuali) nel campo dell”energia, dei trasporti, delle comunicazioni (gia” coperte dal golden power, come quelle della difesa), anche l”acqua, la salute, i media, il trattamento o l”archiviazione di dati, le infrastrutture aerospaziali, quelle elettorali e addirittura “gli investimenti in terreni e immobili fondamentali per l”utilizzo di tali infrastrutture”.

MEDIOBANCA , GENERALI 

– Delfin Sarl, la holding di Leonardo Del Vecchio, detiene una partecipazione del 6,94% in Mediobanca. E’ quanto si legge in una nota della società.Delfin, la holding di Leonardo Del Vecchio patron di Luxottica, detiene una partecipazione del 6,94% in Mediobanca. E’ quanto si legge in una nota della società.”L’investimento rappresenta per Delfin un’ottima opportunità per la qualità, la storia e le potenzialità di crescita di Mediobanca in Italia e all’estero”, spiega Leonardo Del Vecchio. “Siamo un azionista di lungo periodo e daremo il nostro sostegno per accelerare la creazione di valore a vantaggio di tutti gli stakeholder”.Delfin detiene anche una partecipazione di 4,86% di Generali, dove Mediobanca è il primo azionista con il 13%.
Il consenso Bloomberg registra 5 Buy su 13 raccomandazioni, target medio 10,40 euro.

MPS

Mps ha concluso con successo il collocamento di un’ emissione obbligazionaria unsecured di tipo senior preferred a tasso fisso con scadenza quinquennale, destinata ad investitori istituzionali, per un ammontare pari a 500 milioni.
La transazione ha ottenuto un ottimo riscontro da parte del mercato, con ordini finali per
circa 900 milioni da parte di circa 100 investitori.
Grazie alla forte domanda, il rendimento indicato inizialmente, pari al 3,875%, e’ stato portato ad un livello finale pari del 3,625 per cento.
Il titolo e’ stato distribuito a diverse tipologie di investitori istituzionali quali asset manager
(67%), banche/private bank (21%), fondi hedge (5%) e altri (7%).
La ripartizione geografica e’ stata la seguente: Italia (47%), Regno Unito e Irlanda (33%), Scandinavia (6%), Germania (6%), altri Paesi (8%).
L’obbligazione, emessa a valere sul programma Debt Issuance Programme di Mps e che sara’ quotata presso la Borsa di Lussemburgo, ha un rating atteso di ‘Caa1’ da parte di Moody’s, di ‘B’ da parte di Fitch e di ‘B (high)’ da parte di Dbrs.

FCA

Il gruppo ha immatricolato in agosto 54.100 vetture nell’Europa dei 28 piu’ Efta, con un calo del 26,5% rispetto allo stesso mese del 2018. La quota si ridimensiona al 5% da 5,7%. Negli otto mesi le vendite complessive di Fca sono 671.300, in calo del 12,1% sull’analogo periodo dell’anno scorso. La quota è del 6,2% in calo da 6,8%.In particolare, FCA ha immatricolato in Italia 20.817 auto pari a una quota di mercato del 23,35%. 
Nel dettaglio, Alfa Romeo 1.131 veicoli rispetto alle 3.610 unità di un anno fa, -68,67%. Chrysler, Jeep e Dodge 4.134 per una quota del 4,65% rispetto alle 5.666 auto immatricolate nell”agosto 2018 (quota mercato 6,17%), per una variazione complessiva del -27,04%. Le vetture vendute da Fiat sono invece pari a 13.000 per una quota di mercato del 14,62% rispetto alle 14.188 dell”agosto precedente (15,46% la quota di mercato) per una variazione negativa dell”8,37%. Lancia, 2.502, la quota di mercato si attesta al 2,81% rispetto a 1.278 dell”agosto 2018 (1,39% quota mercato) per un progresso tendenziale del 95,77%.  Maserati 50 auto con una quota di mercato dello 0,06% a fronte di 112 (0,12% quota mercato) dell”agosto dello scorso anno, per una flessione complessiva del 55,36%.

SOSTRAVEL

Sostravel.com dopo gli opportuni controlli, ha assegnato gratuitamente agli aventi diritto bonus share per complessive 47.225 azioni, cosi’ come illustrato nel Documento di Ammissione.
In conseguenza dell’emissione il capitale sociale dell’ operatore digitale del mercato dei servizi di assistenza per i passeggeri del trasporto aereo e’ suddiviso in 5.981.225 azioni ordinarie senza indicazione del valore nominale ed ammontera’ complessivamente a 598.122,50 euro.

VISIBILIA EDITORE

Visibilia Editore comunica di aver ricevuto da Negma Group richiesta di conversione di 3 obbligazioni da 10 mila euro l’ una della quarta tranche del prestito obbligazionario convertibile relativo all’ accordo siglato il 10 ottobre 2017 e prorogato per ulteriori 12 mesi fino al 7 maggio 2020.
Successivamente alla conversione, nell’ ambito di suddetta tranche, non risulteranno dunque da convertire ulteriori obbligazioni.
Secondo quanto previsto dall’ accordo, il prezzo e’ pari a 0,54 euro per azione e pertanto le obbligazioni oggetto di conversione danno diritto a sottoscrivere 55.555 azioni di nuova emissione, pari al 4,33% del capitale sociale post aumento.
Il capitale sociale si incrementera’ cosi’ di circa 30.000 euro.

MONCLER 

Le proteste anti-governative in corso ad Hong Kong da oltre tre mesi potrebbero avere un impatto sullo scenario di crescita del gruppo Moncler per il 2019. Lo ha detto il presidente e AD Remo Ruffini. “E’ un momento non facile. Hong Kong è in una situazione non ottimale e lo è anche tutto il sud asiatico compresi Macao e Taiwan”, ha spiegato.

ALITALIA

Alitalia perde uno dei pilastri della trattativa no-stop per il salvataggio e il rilancio. Con l”addio di Giovanni Castellucci ad Atlantia, scrive Repubblica, quel dossier rischia di arenarsi perdendo il punto di riferimento incarnato dall”ingegnere, che fino all”ultimo minuto ha cercato di ottenere da Delta il massimo sul fronte dei ricavi e del posizionamento di Alitalia all”interno di Blue Skies. La nuova alleanza sui voli transatlantici vede l”ex compagnia di bandiera relegata al ruolo di “partner associato”. Una posizione che manda su tutte le furie i piloti, che vedono sfumare le chance di salvezza affidate al ricco mercato dei voli verso le metropoli Usa in una alleanza molto (troppo) spostata sugli interessi di Delta. Castellucci, sottolinea il giornale, lascia la partita Alitalia nel momento peggiore. E il suo successore, se i Benetton avranno voglia di caricarsi sulle spalle questo fardello, dovra” faticare per superare i niet americani ricostruendo il rapporto con l”altro alleato forte, Ferrovie dello Stato. Lo scontro tra soci in pectore negli ultimi giorni era ormai giunto a livelli di guardia, come testimoniano alcune idee messe sul tavolo dall”ingegnere marchigiano. Alle chiusure di Delta, Castellucci era pronto a un colpo clamoroso: un piano B. E cioe” un”Alitalia in fuga solitaria, senza il supporto di una grande compagnia alle spalle. Il nodo della salvezza, a questo punto, ruota forzatamente attorno a Delta e Fs: la compagnia Usa vuole partecipare (e comandare) con una percentuale minima e che non superi il 10%, ovvero 100 milioni di euro: troppo poco. Non solo, aggiunge il quotidiano. Delta ha anche anticipato di non voler essere coinvolta ad eventuali ricapitalizzazioni. Restano alle spalle i negoziati con gli americani. “Agosto lo passeremo a lavorare”, aveva confidato ai suoi Castellucci prima di affrontare il tour de force su Alitalia che avrebbe incrociato una data orribile per il nostro Paese, il 14 agosto, primo anniversario della tragedia di Ponte Morandi. Uno snodo cruciale per le sorti delle concessioni autostradali e in qualche modo per il dossier salvataggio della compagnia.

Sciuker Frames

Il consiglio di amministrazione della societa’ ha esaminato ieri i dati preliminari relativi ai ricavi e alle vendite del primo semestre 2019.
Nei primi sei mesi dell’ esercizio, il fatturato e’ cresciuto del 51% rispetto al primo semestre 2018, grazie a una strategia di brand positioning vincente che consolida Sciuker Frames tra i principali player sul mercato dei serramenti.
‘ Il 2019 rappresenta il principio di un trend positivo in linea con le nostre aspettative di crescita e che ci fara’ ottenere entro la fine dell’ anno risultati importanti’ ha commentato il Presidente e Amministratore delegato di Sciuker Frames, Marco Cipriano.

Comments are closed.