Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rumors e news del 20 giugno

MEDIASET

-La famiglia Berlusconi non vuole mollare Mediaset . Anche nel caso di future aggregazioni all”interno del progetto di creazione di un polo pan-europeo della tv generalista free e della nascita di un operatore che possa provare a contrastare il colosso Comcast-Sky e gli OTT quali Netflix. L”intenzione di Fininvest di mantenere il controllo del network la certificano le novita” introdotte nello statuto della newco Mediaset Investment (o DutchCo), ovvero MediaForeurope, il veicolo di diritto olandese che dall”autunno diventera” la holding di controllo e gestira” i business delle emittenti in Italia e Spagna. Il tutto, spiega MF, in vista di possibili aggregazioni e ampliamenti dell”azionariato, guardando sempre con particolare attenzione alla public company tedesca ProsiebenSat.1 e, in caso, alla francese Tf1 (controllata dal gruppo Bouygues). Faranno da spartiacque le assemblee straordinarie del 4 settembre del Biscione e della controllata Mediaset Espana che dovranno approvare l”intera operazione transfrontaliera. Il tutto in vista del debutto in borsa (Italia e Spagna) a inizio dicembre. I passaggi piu” significativi del nuovo statuto della holding olandese sono quelli relativi alla governance (sara” adottato il sistema monistico, con il cda ma senza collegio sindacale, sostituito da un comitato di controllo interno) e sull”assetto proprietario. Fininvest deterra” una quota del 35,43% del capitale (quota che salira” oltre il 50% dei diritti di voto) di MediaForEurope (Mfe), il veicolo Simon Fiduciaria avra” il 15,39% e la francese Vivendi il 7,71%.

GENERALI

Generali Italia, controllata di Generali, e Google hanno siglato un accordo strategico basato sul cloud per trasformare, innovare e personalizzare prodotti e servizi rivolti a clienti retail di Generali in Italia e corporate a livello globale. 
La partnership parte dall’ Italia, per poi estendersi a livello globale a beneficio di tutto il gruppo triestino. 
Un nuovo laboratorio Generali- Google, con sede all’ Innovation Park del Leone di Mogliano Veneto, unira’ le competenze e la tecnologia delle due aziende, attraverso l’ incontro di esperti e un intenso programma di formazione sulle nuove tecnologie e competenze del futuro, come intelligenza artificiale e machine Learning. 
Nel prossimo triennio, la compagnia prevede l’ aumento del 30% in formazione su 
questi ambiti. 
Tra le priorita’ dell’ accordo, la gestione dei servizi di mobilita’ connessi a supporto della piattaforma paneuropea della mobilita’ del gruppo Generali che parte dall’ Italia.

TELECOM

Tra Elliott e Vivendi subentra l”armistizio su Tim dopo la tregua armata siglata all”assemblea del 29 marzo, preceduta da dichiarazioni e minacce. Lo scrive Il Messaggero spiegando che il fondo attivista che ha il 9,7% e il gruppo francese (23,9%) sarebbero pronti a trovare un accordo sulla governance e sul percorso che portera” alla creazione di una rete unica. Le due vicende sono legate, ma la soluzione sul governo societario dovrebbe essere la prima a essere definita e passerebbe attraverso il ricambio di alcuni consiglieri, fra cui il presidente Fulvio Conti e l”ex ad Amos Genish, con esponenti di alto livello dell”economia e della finanza graditi a tutti i grandi soci, fra cui Cdp (9,9%) che al momento non entra in cda. Obiettivo dichiarato di Cassa e” quello della rete unica: le opzioni strategiche allo studio in questo momento si sarebbero ridotte a due. La prima prevederebbe la fusione fra Open Fiber, partecipata pariteticamente da Cdp ed Enel,e Flash Fiber, la joint venture fra Tim (80%) e Fastweb per il cablaggio con tecnologia Ftth (fibra fino a casa) di 29 citta”. Proprio la tecnologia, comune a quella di Open Fiber, sarebbe l”elemento che potrebbe convincere Enel, per quanto il ruolo di Cdp in questa versione dell”operazione sarebbe piu” diluito rispetto alla seconda opzione che prevederebbe un aumento di capitale di Tim riservato a Cdp, da sottoscrivere mediante il conferimento/vendita del 50% di Open Fiber. Enel rimarrebbe in un primo momento investita in OF, salvo cedere la sua quota dopo. Il principale nodo di questa seconda opzione e” la valutazione di OF, che spazia dai 2 miliardi proposti da Tim ai 7 miliardi avanzati da Enel, con un punto di equilibrio che potrebbe essere trovato attorno a 3,5 miliardi. Da questo dipenderebbe ovviamente la quota finale di Cdp in Tim, che potrebbe quindi superareampiamenteil20%. La seconda opzione, dovendo necessariamente passare per un”assemblea di Tim, necessita di un assenso di Vivendi che puo” bloccare con facilita” un aumento di capitale. Da qui l”accelerazione delle trattative per una pace “tombale” che, secondo alcuni operatori potrebbe coinvolgere anche un”operazione sulle azioni di risparmio in grado di ridurre significativamente il debito.

CARIGE

Resta Apollo la pista principale per il salvataggio di Carige ma deve migliorare la proposta. Ieri a Francoforte, secondo quanto risulta al Messaggero, ci sarebbe stato il colloquio fra i top manager del fondo americano e la struttura tecnica della Vigilanza Bce guidata da Ramon Quintana, direttore generale della divisione 2 . Difronte alla bozza presentata – aumento di capitale di 450-500 milioni nel quale lo Schema Volontario dovrebbe convertire il bond da 318 milioni, Apollo verserebbe 120-130 milioni e i soci attuali circa 40 milioni – la Vigilanza Bce ha ritenuto debole il piano anche perche” lascia sotto il livello minimo l”indice Srep. Da quel poco che trapela da fonti vicine all”investitore che e” assistito da Equita sim, i manager di Apollo hanno promesso che per la prossima settimana la proposta verra” migliorata con una dimensione complessiva che dovrebbe avvicinarsi alla manovra dei commissari: 630 milioni. E nella nuova proposta Bce, Quintana si sarebbe raccomandato di considerare la posizione dei Malacalza, primo socio con il 27,8% che possono condizionare l”assemblea. Francoforte da” quindi ancora un po” di tempo per costruire un piano credibile su Carige che possa soddisfare gli altri soggetti coinvolti a cominciare dallo Schema Volontario. 

ELES

Eles, che ha debuttato ieri sull”Aim, ha chiuso in rialzo del 99,47% rispetto al prezzo di collocamento di 1,90 euro, registrando un prezzo di chiusura pari a Euro 3,79, raggiungendo una capitalizzazione di circa 40 milioni. Nel corso della seduta, spiega una nota, sono state scambiate sul mercato complessive 672.000 Azioni Ordinarie pari a un controvalore di circa 2.300.000 euro. La richiesta delle azioni e” stata superiore di 5,1 volte rispetto al quantitativo offerto. Il prezzo di collocamento delle azioni era stato fissato in 1,90 euro per azione ordinaria, estremo massimo del price range, con una capitalizzazione della Societa” prevista alla data di inizio delle negoziazioni pari a circa 20 milioni. Alle azioni sono assegnati warrant gratuitamente. Il flottante della societa” post quotazione sara” pari a circa il 47% del capitale sociale ammesso a negoziazione, assumendo l”integrale esercizio dell”opzione greenshoe. L”operazione ha altresi” previsto l”ammissione di 5.578.500 “Warrant Eles 2019- 2024″ da assegnare gratuitamente a tutti gli azionisti della Societa” alla data di inizio delle negoziazioni in ragione di 1 warrant ogni 2 azioni. Questo warrant sara” emesso e assegnato gratuitamente e iniziera” ad essere negoziato contestualmente alle Azioni Ordinarie in data 19 giugno 2019. Nomad, Global Coordinator, Sole Bookrunner e Specialist dell”operazione e” Bper Banca. Deal counsel e” lo Studio Legale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners; business consulting e” MeA Consulting; advisors fiscale sono lo Studio Simonelli e Associati e lo Studio Paolantoni; lo Studio Starclex e” consulente per la governance; BDO Italia agisce in qualita” di consulente indipendente per le attivita” propedeutiche all”attivita” di quotazione. La societa” di revisione e” Kpmg. “Operiamo in un mercato con un grande potenziale di sviluppo e conseguenti tassi di crescita, grazie alla capacita” di innovazione che di certo ad Eles non manca. La quotazione ci conferisce visibilita” e mezzi per costruire il nostro grande progetto: offrire con Rete, al mercato dei chip e delle Electronic Control Unit, le soluzioni necessarie per la voluta affidabilita” e competitivita”. L”offerta Rete e” anticiclica, in quanto costituita da sistemi e servizi specializzati e per questo, Eles riuscira” a raggiungere i suoi obiettivi. Per garantire la massima trasparenza e un migliore svolgimento delle negoziazioni, abbiamo deciso di presentarci al mercato seguendo tutti i canoni richiesti dalla best practice: dall”ampio flottante, ad una valutazione del capitale economico che tenga conto anche delle nostre dimensioni e della nostra struttura, ad un consiglio di amministrazione composto per la maggioranza da amministratori indipendenti, ad un impegno di lock-up di 3 anni sul 100% dei tutti nostri Strumenti Finanziari quotati. Per ora il mercato, tenendo conto anche dell”ingresso nel nostro capitale di primari investitori esteri tra cui un fondo sovrano, sembra premiarci. Continueremo a garantire tutto il nostro impegno per la crescita, puntando sulla innovazione e sulla creazione di valore per tutti i nostri azionisti e da oggi anche per i nuovi Soci”, ha detto Antonio Zaffarami, Presidente di Eles.

MAPS

Il Gruppo KOS, primario operatore sanitario italiano attivo nell’ assistenza socio-sanitaria, ha affidato ad Artexe, societa’ del gruppo Maps, l’ implementazione di un sistema informativo automatizzato che ha come obiettivo la gestione dell’accoglienza multimediale dei pazienti. 
Il Gruppo KOS e’ presente in 11 regioni italiane e due stati esteri, per un totale di oltre 8157 posti letto. Kos gestisce 86 strutture in Italia e 24 centri ambulatoriali di riabilitazione e diagnostica e 33 sedi di service per diagnostica e terapia (di cui 15 in Italia, 15 in India e 3 in UK). 
Artexe sviluppera’, nell’ arco dei cinque anni, specifiche soluzioni per la gestione multicanale in ingresso attraverso totem intelligenti e l’attivazione di una piattaforma software per la gestione di prenotazioni, pagamenti e download di documentazione clinica e amministrativa via web integrata con il sistema contabile del Gruppo KOS. 
L’ accordo riguarda la gestione delle strutture di Civitanova Marche e il polo diagnostico di Porto Potenza Picena e prevede la possibilita’ di estendere i servizi forniti ad altre strutture dal Gruppo KOS, con un conseguente aumento potenziale del valore del contratto.

ASTALDI

Si stringono i tempi per il salvataggio di Astaldi da parte di Salini Impregilo. Ieri Astaldi, sotto la guida del chief restructuring officer Paolo Amato, scrive MF, ha presentato al Tribunale di Roma un aggiornamento del piano di concordato. Da quest”ultimo emergono in particolare due novita”. La piu” importante riguarda i maggiori dettagli circa le operazioni che condurranno alla sottoscrizione dell”aumento di capitale di Astaldi . Ma soprattutto e” arrivata la conferma formale dell”intenzione di Salini Impregilo a proseguire l”operazione di rafforzamento patrimoniale, finanziario ed economico nel piu” ampio contesto di Porgetto Italia, il piano per creare un polo italiano delle grandi opere. Il gruppo guidato da Pietro Salini quindi porecedera” all”aumento di capitale da 225 milioni di euro in seguito al quale si trovera” a possedere il 65% del capitale sociale di Astaldi. C”e” poi un altro aggiornamento del piano concordatario che riguarda la soddisfazione dei creditori chirografari. La societa” ha infatti fornito ulteriori dettagli in merito ad alcuni passaggi tecnici relativi alle modalita” di seregazione del patrimonio destinato a soddisfare i creditori chirografari. 

ALGEBRIS

Davide Serra continua ad allargare la galassia Algebris. Nei giorni scorsi, rivelano i documenti consultati da MF-Milano Finanza, davanti al notaio Ma tre Edouard Delosch e” stata costituita in Lussemburgo la societa” Algebris Npl Partnership III GP che sara” dedicata alla gestione del terzo fondo di npl in fase di costituzione. Cosi” come le precedenti due societa”, anche questa volta la dotazione iniziale e” di 12 mila euro, cui potra” seguire un aumento di capitale da 1 milione di euro.

WIIT

La società ha approvato il progetto di fusione per incorporazione della controllata Foster, della quale già detiene l’intero capitale. 
A seguito dell’operazione, Witt subentrerà in tutti i rapporti giuridici facenti capo a Foster. Il consiglio di amministrazione ha inoltre approvato il Piano Incentivante, destinato ai dirigenti con responsabilità strategiche, che prevede un incentivo per il raggiungimento di determinati obiettivi. Il Piano dovrà essere approvato dall’assemblea degli azionisti.

PORTALE SARDEGNA

Portale Sardegna  agenzia di viaggi online specializzata nel segmento incoming turistico per la Sardegna, potrebbe muoversi in Borsa. 
Secondo i dati del motore di ricerca Yandex, le ricerche su internet del termine “Sardegna” in russo sono cresciute sensibilmente fra il 2017 e il 2018. Lo riporta il sito Unione Sarda.it
Nel 2017, le ricerche sono state pari a 83.454, mentre nel 2018 sono balzate a 112.743. Questo significa che la popolarità dell’isola in Russia è aumentata, soprattutto fra turisti di fascia alta, che non si concentrano solo sull’attività balneare. Si tratta infatti anche di viaggiatori d’affari e professionisti, amanti dello shopping e del lusso, che scelgono hotel a 4 o 5 stelle, e che Altri dati sono riportati dal Mitt di Mosca. I soggiorni all’estero dei russi sono cresciuti del 34% circa, e del 67% in Italia. Dati positivi per Portale Sardegna, che, per venire incontro a queste richieste, ha acquisito Royal Travel Jet, società focalizzata proprio sul turismo di lusso rivolto agli stranieri. Il consiglio di amministrazione ha inoltre approvato il Piano Incentivante, destinato ai dirigenti con responsabilità strategiche, che prevede un incentivo per il raggiungimento di determinati obiettivi. Il Piano dovrà essere approvato dall’assemblea degli azionisti.

ALITALIA

Nulla da fare. Il tentato blitz del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per sciogliere il nodo Alitalia, chiamando a bordo Atlantia a fianco di Fs, non e” riuscito. Lo scrive Il Messaggero aggiungendo che il vertice con il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio e il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli convocato ieri, e” stato annullato in extremis. Un segnale che i 5Stelle non sono ancora pronti ad aprire al gruppo che fa capo alla famiglia Benetton. Eppure in mattinata le voci di un accordo a tutto campo si erano fatte concrete. Perche”, al di a” delle posizioni ideologiche, il tempo per chiudere il dossier e” davvero poco. 

Comments are closed.