Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rumors e news del 21 maggio

TELECOM

Negli ultimi 12 mesi il titolo ha perso il 48%.

I risultati del primo trimestre 2019, comunicati ieri sera dopo la chiusura, sono stati in linea con la guidance e registrano una generazione di cassa in miglioramento oltre che una contrazione del debito di 190 milioni di euro su trimestre e di 457 milioni su anno.Risultati organici sulla base degli standard contabili IFRS 9 e 15, pre IFRS 16:
Operating free cash flow: 0,5 miliardi di euro, con un incremento di 558 milioni di euro YoY
Equity free cash flow: 0,2 miliardi di euro, con un incremento di 550 milioni di euro YoY
Indebitamento Finanziario Netto: 25,1 miliardi di euro, in riduzione di 190 milioni di euro rispetto a fine 2018 e di 457 milioni YoY
Indebitamento Finanziario Netto After Lease: 23,1 miliardi di euro 
Ricavi: 4,5 miliardi di euro, -2,9% YoY
EBITDA: 1,8 miliardi, invariato YoY in termini reported, -2,1% in termini organici
EBITDA reported – CAPEX: 1,2 miliardi di euro, +4,6% YoY
Avanzamento delle iniziative strategiche in linea con il piano
Riassetto manageriale sostanzialmente completato
Confermato mandato all’Amministratore Delegato per la finalizzazione della vendita di Persidera
Sul titolo il consenso Bloomberg registra 13 suggerimenti di acquisto su 26 pareri raccolti. Target medio 0,62 euro.

TIM

\Tim e Open Fiber si studiano, non solo da competitor di mercato, ma anche da possibili sposi industriali. Anche se Enel non e” al momento favorevole, mentre Cdp, azionista di entrambe le societa”, e” proattiva sul dossier. Ma le aziende sono anche avversarie, o lo sono state, per quel che attiene le gare Infratel per la copertura delle aree bianche. Un dossier, si legge su MF, sul quale da anni lavora l”Antitrust che ha chiuso l”istruttoria per presunte condotte anticoncorrenziali per abuso di posizione dominante poste in essere da Telecom nell”ambito delle procedure di gara in corso per l”infrastruttura in banda ultralarga delle aree bianche del territorio. Proprio in questi giorni sono state comunicate ai soggetti coinvolti (oltre a Tim , Enel , Open Fiber, Vodafone e Fastweb) le risultanze dell”istruttoria che, secondo piu” fonti finanziarie interpellate da MF-Milano Finanza potrebbero prevedere la contestazione dell”abuso di posizione dominante e comportamenti anti-concorrenziali da parte dell”incumbent tlc, che all”epoca della gestione targata Flavio Cattaneo (strategia poi portata avanti anche dal successore Amos Genish) aveva creato la societa” ad hoc Cassiopea, per fare concorrenza diretta a Open Fiber, nello sviluppo della banda ultralarga. 

Saes Getters

S.G.G. Holding, controllante di Saes Getters, aderirà all’Opa volontaria parziale promossa dalla società sulle azioni proprie. S.G.G apporterà 150mila azioni e, prima della chiusura dell’Opa, potrà apportare ulteriori azioni, con il fine di cedere e veder ritirate, al termine dell’offerta, 400mila azioni. Si ricorda che l’Opa, al prezzo di 23 euro per azione, terminerà il 24 maggio.

ALITALIA

A meno di un mese dalla scadenza fissata per la presentazione dell”offerta vincolante da parte della cordata a guida Ferrovie, il gruppo Toto rompe gli indugi e fa la sua mossa. Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, una lettera sarebbe stata inviata direttamente a FS manifestando l”interesse a partecipare all”operazione di salvataggio e rilancio della compagnia. Toto, affiancato dall”advisor Natixis, sarebbe disponibile a mettere sul piatto una cifra tra 300 e 400 milioni di euro, circa 200 dei quali derivanti dall”operazione conclusa negli Stati Uniti tra la controllata US Wind ed Edf renewables North America per la cessione dei diritti di concessione e costruzione del piu” grande parco eolico offshore al mondo (2.500 Mw). Il gruppo punta cosi” ad assicurarsi una quota del 30% nel capitale della nuova Alitalia. Se l”interesse appena manifestato prendesse corpo, si completerebbe la compagine azionaria necessaria a FS per portare avanti l”offerta vincolante per la compagnia, con il vettore statunitense Delta e il ministero del Tesoro. Toto, va ricordato, non e” solo il gruppo di costruzioni e concessionario autostradale cui fa capo l”autostrada dei Parchi e che si e” progressivamente allargato alle energie rinnovabili, ma ha al suo attivo anche la creazione di Airone, primo vettore a fare concorrenza ad Alitalia sulla Roma-Milano, e poi ceduto nel 2008 alla cordata dei cosiddetti capitani coraggiosi.

FERRETTI

-Prima di approdare a Piazza Affari, il gruppo nautico Ferretti deve chiudere la partita finanziaria aperta da anni con l”azionista di controllo, ovvero il colosso cinese Weichai (86,8%). La societa” guidata dall”amministratore delegato Alberto Galassi, secondo piu” fonti finanziarie e industriali contattate da MF-Milano Finanza, affiancata dalle banche Barclays, Bnp Paribas e Ubs (saranno coinvolte nella quotazione assieme agli studi legali Dentons e King & Wood Mallesons), ha intenzione di ripagare integralmente il finanziamento da 211,7 milioni (dato relativo al bilancio 2017) concesso anni fa dallo stesso socio di riferimento, entrato nel capitale di Ferretti nel 2012. Sul tavolo, si legge su MF, ci sono varie diverse ipotesi allo studio dei vertici della societa”. Tra queste, si sta valutando il lancio di un prestito obbligazionario dell”importo di 250 milioni. In alternativa, si valuta la prospettiva di un aumento di capitale. 

FINCANTIERI

Fincantieri si e’ ritirata dalla gara da circa un miliardo di sterline per la costruzione di due navi di supporto per la Royal Navy britannica. 
Lo scrive il Financial Times, trovando conferma in un portavoce della societa’ che ha pero’ aggiunto come il Ministero della Difesa di Londra abbia chiesto di considerare delle nuove informazioni che verranno fornite nei prossimi giorni. 
Alla base della scelta, secondo quanto scrive il quotidiano, ci sarebbero gli elevati costi anticipati richiesti dalla commessa. 
Oltre a Fincantieri, la gara e’ stata abbandonata anche dal Daewoo Shipbuilding and Marine Engineering. 
Nella short list rimangono ora Navantia, Japan Marine United Corporation e il consorzio Team UK, che pero’ secondo indiscrezioni starebbe a sua volta valutando il ritiro.


TRAWELL CO

Il Cda di Trawell Co, leader mondiale nei servizi di protezione e rintracciamento bagagli per i passeggeri aeroportuali, ha preso atto dei principali dati economici relativi all’ andamento gestionale del Gruppo al 31 marzo 2019. 
I dati del Gruppo, inclusivi delle partecipate acquisite nel corso del 2018 (Pack&Fly Group OU, Wrapping Service LLC e Care4Bag), mostrano un fatturato consolidato pari a 9,8 milioni in crescita del 34,2% rispetto ai primi tre mesi del 2018. 
L’ Ebitda invece si attesta a 0,8 milioni, in linea rispetto allo stesso periodo del 2018 principalmente per la maggiore stagionalita’ delle vendite cui la partecipata russa Wrapping Service e la partecipata greca Care4Bag sono esposte nel primo trimestre dell’ anno. 
I risultati sono di natura gestionale e non assoggettati a revisione contabile.

NET INSURANCE

L’assemblea ordinaria degli azionisti di Net Insurance e’ stata convocata per il giorno 3 giugno 2019 in prima convocazione e il 4 giugno in seconda convocazione. 
I soci dovranno deliberare in merito alla revoca per giusta causa dell’ incarico di revisione legale dei conti e sul conferimento dell’ incarico di revisione legale dei conti per gli esercizi 2017-2025.

OAKTREE

-Il business dell”intrattenimento e dei parchi tematici finisce nel mirino di Oaktree. Il fondo di private equity internazionali, presente sul mercato nazionale nei settori finanziari (Banca Progetto), immobiliare (la catena di hotel gia” di proprieta” di Castello sgr e, in fase di definizione, i centri commerciali messi in vendita da Covivio ), moda (Maglital-Cruciani e Cariaggi) e la viticoltura (Azienda agricola Caprai), ha deciso di accelerare il passo sul dossier Costa Edutainment. In particolare, secondo quanto appreso da MF-Milano Finanza da fonti finanziarie, Oaktree e” in trattative avanzate con Vei Capital, uno dei fondi d”investimento promossi e gestiti dalla holding Palladio Finanziaria, guidata dal ceo Giorgio Drago, per rilevare la partecipazione di minoranza, pari al 16,45%, detenuta dal dicembre del 2015 nel capitale della societa” genovese specializzata nella gestione dei parchi acquatici e tematici in Italia.

ALFIO BORDOLLA

Appuntamento importante in casa Alfio Bardolla Training Group, che oggi aprira’ le 
porte dei nuovi uffici dell’headquarter a Milano per l’ ‘ ”Investor Day”. 
Un evento dove saranno presentati l’ azienda, le attivita’ e gli obiettivi a tutti coloro che credono nel progetto della societa’, attiva nel settore della formazione del personale. 
Federica Parigi, Coo di Alfio Bardolla Training Group, ha cosi’ commentato: “Dato il successo della prima edizione avvenuta il 9 novembre 2018, abbiamo deciso di replicare l’ evento”. 
E ha aggiunto: “E’ un evento che siamo certi dara’ un aggiornamento chiaro sugli avvenimenti che piu’ hanno influenzato il percorso della nostra azienda fin dal nostro debutto in borsa”. 

Comments are closed.