Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rumors e news del 24 settembre

MPS

Il Tesoro sta studiando scenari di consolidamento per l’istituto in vista del suo programma di uscita dal capitale della banca entro fine anno. Lo ha detto il DG del Tesoro Alessandro Rivera. 
ENI La Nigeria rivendica il pagamento di “colossali” somme di denaro da parte delle major petrolifere estere che operano nel paese sulla base di normative che consentono al governo nigeriano di rivedere i meccanismo di compartecipazione alle vendite di petrolio se i prezzi del greggio superano i 20 dollari al barile. Lo ha detto il procuratore generale Abubakar Malami spiegando che diverse cause sono già in corso in Tribunale.

BPM

Subito dopo la pausa estiva i vertici di Banco Bpm si sono messi al lavoro su una fitta agenda di impegni. Da un lato, scrive MF, il management sta ultimando il nuovo piano industriale che sara” presentato presumibilmente tra la seconda meta” di novembre e la fine dell”anno. Dall”altro l”amministratore delegato Giuseppe Castagna sta focalizzando l”attenzione sull”assemblea che nella prossima primavera dovra” rinnovare l”intero Cda. Un appuntamento che una public company con una foltissima compagine di azionisti non puo” permettersi di trascurare. Ecco perche” il Ceo sta predisponendo un fitto calendario di incontri con gli investitori istituzionali, a partire da quelli che negli ultimi anni hanno assunto posizioni rilevanti nel capitale. I meeting sarebbero partiti subito dopo la pausa estiva e si infittiranno nei prossimi mesi.

MONCLEAR

Da quanto segnalato dagli Internal Dealing, Robert Philippe Eggs, Executive Director di Moncler, ha comprato 43.373 azioni della società (ca. 1,4 milioni di euro) tra il 18 e il 19 Settembre a un prezzo medio di 32,5572 euro.
A Hong Kong si è giunti al sedicesimo week end consecutivo di dure proteste antigovernative e di scontri tra attivisti pro-democrazia e polizia. 
Il presidente e AD di Moncler, Remo Ruffini, ha segnalato la scorsa settimana che le proteste anti-governative potrebbero avere un impatto sullo scenario di crescita del gruppo Moncler per il 2019,”è un momento non facile. Hong Kong è in una situazione non ottimale e lo è anche tutto il sud asiatico compresi Macao e Taiwan”, ha spiegato. Il mercato di Hong Kong pesa per il 6-7% dei ricavi totali di Moncler.
Il consenso aggiornato di Bloomberg è ancora molto ottimista sul titolo e sembra non scontare la novità negativa di ieri: 18 Buy, 6 Neutral, 1 Sell. Target medio 41,20 euro.  

ATLANTIA

L’Antitrust ha avviato un procedimento nei riguardi di Telepass, controllata Atlantia , per possibile discriminazione verso i consumatori.In una nota l’Autorità spiega che il procedimento riguarda la presunta violazione delle norme comunitarie che vietano di applicare condizioni diverse a consumatori che utlizzano conti correnti esteri per pagare i servizi.”Dalle informazioni raccolt sembra che non sia possibile attivare il servizio Telepass se il consumatore intende pagare attraverso un conto corrente estero”, si legge nella nota.

TARGET ITALIA

Il governo annuncerà per il 2020 un obiettivo di crescita a circa +0,6% nel nuovo quadro macroeconomico e di finanza pubblica, secondo quanto hanno riferito ieri a Reuters tre fonti a conoscenza del dossier.Il target precedente è stato fissato ad aprile e indicava una crescita di +0,8%.Il 2019 è visto ora chiudersi a +0,1% a fronte del precedente 0,2%, dicono le fonti.In termini tendenziali, senza cioè considerare gli effetti espansivi della legge di Bilancio, il ministero dell’Economia stima che il Pil cresca di +0,4% l’anno prossimo.I nuovi obiettivi saranno ufficializzati entro il 27 settembre tramite la Nadef, la Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza.L’obiettivo di deficit dovrebbe essere fissato a quota 2,2% del pil a fronte di un tendenziale di 1,6 o 1,5%, dicono le fonti.I target di indebitamento non sono ancora definitivi e potrebbero cambiare in funzione del negoziato in corso con la Commissione europea.Il deficit 2019, indicato al 2,04% lo scorso luglio, dovrebbe rivelarsi migliore delle attese secondo le fonti.Una delle fonti riferisce che Bruxelles è disponibile a concedere margini in bilancio, purché il deficit strutturale resti invariato nel 2020 rispetto al 2019.


MEDIASET

Vivendi ha avviato un procedimento giudiziario in Spagna contestando la delibera dell”assemblea straordinaria dei soci di Mediaset Espana Comunicacion del 4 settembre relativa alla fusione transfrontaliera della societa” con Mediaset e Mediaset Investment Nv, la cui prima udienza avra” luogo il 2 ottobre 2019. E” partita quindi, come anticipato da MF-Dowjones, la pioggia di cause da parte della societa” francese contro il Biscione. Vivendi, infatti, ha avviato, parallelamente, un procedimento giudiziario preliminare in Olanda chiedendo al giudice, tra l”altro, di vietare a Mediaset Investment Nv l”introduzione delle disposizioni previste degli articoli 13 (Disposizioni relative alle azioni di voto speciali), 42 (Obblighi degli azionisti) e/o 43 (Richiesta di offerta obbligatoria) nello statuto sociale previsto dal piano di fusione. L”udienza e” stata fissata per il 16 ottobre 2019. Mediaset ricorda poi che martedi” 8 ottobre si terra” la prima udienza della causa di appello promossa da Dailymotion, controllata da Vivendi, che ha impugnato la sentenza emessa dal Tribunale di Roma il 15 luglio 2019. Con tale sentenza Dailymotion e” stata condannata a pagare 5,5 milioni di euro per l”utilizzo illecito di 995 video Mediaset coperti da diritto d”autore. Tale sentenza ha concluso il primo grado della prima di sette diverse cause contro Dailymotion i cui esiti si attendono a breve e che, considerando i criteri economici riconosciuti nella prima sentenza, potrebbero dare luogo a un risarcimento complessivo superiore ai 200 milioni di euro.

CINA

La Banca Popolare della Cina aveva negato le voci di un imminente rilascio di una propria valuta digitale: voci a tal riguardo erano  circolate per tutta la giornata. L’autorità monetaria ha affermato che si tratta di notizie in parte false ed in parte inaccurate. Nel comunicato, viene anche negato che Alibaba e Tencent saranno le prime aziende ad utilizzare il nuovo sistema di pagamento. La banca centrale non ha smentito di essere al lavoro su questo tema, anche perché ci sono stati segnali dell’impegno su questo fronte: a inizio mese, l’alto dirigente Mu Changchun è stato nominato a capo della divisione cripto valute. A guidare il team è stato scelta la persona che in passato si era dichiarata più aperta all’introduzione della criptovaluta.


GENERALI

Generali ha completato con successo il riacquisto dei suoi titoli subordinati e il collocamento del suo primo green bond, riducendo il suo debito per circa 250 milioni di euro. 

FALCK RENEWABLE

La società ha siglato un contratto per la vendita a Shell Energy Europe della totalità dell’energia prodotta dall’impianto eolico di Kilbraur nel Regno Unito.Il contratto, che è stato sottoscritto dalla controllata Kilbraur Wind Energy, entrerà in vigora nel mese di ottobre 2019. Il parco eolico di Kilbraur, in attività dal 2008 e di proprietà della controllata, comprende 27 turbine, per una capacità totale pari a 67,5 megawatt e una produzione annuale di energia pulita che copre il consumo di circa 37.400 famiglie.L’accordo prevede la vendita dell’energia e dei benefit ad essa associati, quali ROCs, ROC Recycle e REGOs – prodotta dall’impianto situato nei pressi di Golspie, Scozia.


ITALGAS 

Ha rinnovato il programma EMTN aumentando al contempo l’importo massimo a 5 miliardi di euro nominali dagli attuali 3,5 miliardiIl Consiglio di amministrazione di Italgas, riunitosi oggi sotto la presidenza di Alberto Dell”Acqua, ha deliberato il rinnovo del Programma Emtn, avviato nel 2016 e successivamente rinnovato nel 2017 e nel 2018, aumentandone, contestualmente, l”importo massimo dagli attuali nominali 3,5 mld di euro a nominali 5 mld. Ad oggi, informa una nota, sono stati emessi prestiti obbligazionari per nominali 3,5 mld nell”ambito dell”attuale Programma Emtn, che risulta pertanto interamente utilizzato. Il board ha inoltre autorizzato l”emissione, da eseguirsi entro il termine di un anno dalla data di rinnovo del Programma, di uno o piu” prestiti obbligazionari, da collocare esclusivamente presso investitori istituzionali. L”ammontare complessivo di titoli obbligazionari in circolazione non potra” eccedere il suddetto importo massimo ed i titoli di nuova emissione potranno essere quotati presso mercati regolamentati..

DRAGHI

Mario Draghi, nel corso della sua audizione al Parlamento Europeo, ha affermato che la Banca Centrale Europea dovrebbe prendere in considerazione nuove idee, teorie monetarie innovative capaci di incanalare meglio la liquidità dove è necessaria e dove viene impiegata nel modo più efficiente. Interpellato sull’argomento da un parlamentare, Draghi ha citato un recente report al quale ha collaborato l’ex vice presidente della Fed, Stanley Fisher, nel quale si consiglia alle banche centrali di mettere direttamente i soldi nelle tasche di chi li spende, pubblici o privati che siano. Fisher è stato uno correlatori della tesi di dottorato di Draghi. Il governatore della BCE ha però chiarito che sono principalmente i governi a doversi occupare di ridistribuzione della ricchezza.

TAMBURI

Interpump Group, società ricompresa nel portafoglio Tamburi e operante nel settore dell’oleodinamica, ha sottoscritto un accordo per l’acquisto di Reggiana Riduttori.Per la totalità di Reggiana Riduttori, Interpump cederà 3.800.000 azioni ordinarie, prelevate dal portafoglio di azioni proprie, al prezzo di 28,74 euro, oltre ad un conguaglio da calcolarsi in base all’enterprise value di 125 milioni di euro.Reggiana Riduttori è uno dei leader mondiali nella progettazione e costruzione di sistemi per la trasmissione di potenza.L’operazione permetterà un radicale ampliamento delle attività del settore trasmissione di Interpump, già leader mondiale nella produzione di prese di forza per l’oleodinamica mobile.Il perfezionamento dell’operazione è previsto entro la fine del 2019 ed è subordinato all’esito positivo delle procedure di due diligence. 


ALERION CLEAN POWER

Ha avviato le attività propedeutiche all’emissione di un bond non convertibile e non subordinato di importo complessivo tra 150 e 200 milioni di euro. Il Cda ha inoltre deciso di non esercitare la delega per un aumento di capitale fino a 50 milioni di euro entro la scadenza di fine anno.
SOCIETÀ
ITALIA

Italmobiliare, inizio negoziazioni al segmento STAR.

ESTERO
Risultati trim1 2020 Nike.

Risultati trim3 2019 His Markit.

Comments are closed.