Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rumors e news del 3 giugno

ENEL

Il grupp ha perfezionato la vendita del 100% di tre impianti rinnovabili in esercizio in Brasile per circa 660 milioni di euro. Il consenso è molto ottimista sul titolo. Su 31 analisti censiti da Bloomberg, ben 26 consigliano di comprare. Target medio 5,87 euro.

GO INTERNET

L’operatore telefonico britannico EE ha lanciato la propria rete 5G (tecnologia che vede l’Italia al secondo posto in Europa per diffusione, mentre la Svizzera detiene il primato mondiale) in alcune delle principali città del Regno Unito, tra cui Londra. Per inaugurare il servizio, la BBC ha colto l’opportunità di sfruttare la rete per trasmettere la prima diretta televisiva effettuata con il 5G, direttamente da Covent Garden.
Gli operatori infatti hanno collegato la propria videocamera con un modem 5G, e così il reporter Rory Cellan-Jones è potuto andare in onda sul servizio pubblico nazionale inglese grazie alla nuova rete. Stando a quanto riferito dalla BBC, per questa prima assoluta sono stati testati diversi formati di compressione, poi inviati alla New Broadcasting House per la distribuzione.
Se con le connessioni 4G si poteva ottenere lo stesso risultato ma era consigliabile avere a disposizione più connessioni per far funzionare la trasmissione, con il 5G una sola connessione è stata sufficiente. I vantaggi delle reti 5G sono stati evidenziati da Matthew Postgate della BBC:
“Il 5G è un’area veramente interessante da esplorare per noi, poiché ha il potenziale di ridurre i costi e la complessità delle trasmissioni in esterna, e rende molto più semplice raggiungere il pubblico in tempo reale. Internet giocherà un ruolo sempre più grande nelle trasmissioni e noi stiamo sperimentando le tecniche, gli standard e le modalità di lavoro per trarne il massimo vantaggio.Un contesto interessante per GO internet che detiene le frequenze in banda 3.5 – 3.6 gigahertz , prorogate fino al 2029, su cui viaggerà il 5G. Grazie a un’alleanza con Linkem la società sta trasformando la propria rete in una rete 5G ready.

CROWDFONDME

Secondo i dati dell’Osservatorio del Politecnico di Milano, gli investimenti nelle società promosse da CrowdFundMe hanno generato un ritorno economico complessivo superiore alla media nazionale del settore. Lo attesta il confronto con l’Italian Equity Crowdfunding Index, che calcola la rivalutazione del valore di startup e PMI con alle spalle campagne di successo. Il valore di questo indice, a maggio, si è attestato a 110,66, mentre il dato relativo a CrowdFundMe ha raggiunto 131,71, superandolo di oltre 20 punti. La piattaforma, oltre ad aiutare le imprese nel percorso di crescita attraverso la raccolta di capitali, le accompagna anche durante il percorso verso la quotazione.È il caso di CleanBnb, una società che gestisce gli affitti di breve durata, che sbarcherà sul segmento AIM Italia. I primi investitori, che sono diventati soci attraverso CrowdFundMe, hanno acquistato quote per un valore di 500mila euro, e ora, grazie alla quotazione, hanno visto crescere il valore delle proprie azioni sino all’attuale capitalizzazione di 12 milioni di euro circa. 

FCA

Fonti vicine alla vicenda dicono che Fiat Chrysler sta discutendo la possibilità di offrire un dividendo speciale agli azionisti di Renault e maggiori garanzie occupazionali per convincere il governo francese a sostenere la sua proposta di fusione.
Martedì 4 giugno 2019 potrebbe rivelarsi un giorno storico per le due società. Il cda di Renault si esprimerà sulla fusione FCA-Renault, operazione che potrebbe dar vita al terzo colosso automobilistico mondiale, con circa 8,7 milioni di auto prodotte, un valore di mercato di oltre 30 miliardi di euro e quotazioni alle borse di New York, Parigi e Milano.
L’operazione ha già ricevuto il via libera dalla Francia, “è una grande opportunità per Renault”, ha detto il ministro francese dell’economia e delle finanze Bruno Le Maire in una recente intervista radiofonica riportata da Bloomberg. Lo Stato, ha precisato il ministro, manterrà il 7,5% della nuova entità post fusione e vigilerà sugli interessi nazionali. 
In seguito all’annuncio è migliorato il consenso degli analisti raccolto da Bloomberg. Ora sono 12 gli analisti che raccomandano l’acquisto su 27 pareri raccolti. Target medio 16,1 euro.

MAPS

La società è salita al 100% di Roialty, una startup attiva nel Loyalty Management, attività che studia e promuove programmi per rafforzare la fedeltà del cliente. Maps già deteneva il 46% del capitale Secondo l’Osservatorio della Loyalty in Italia, il mercato passera dai 1,9 miliardi del 2017 a 6,96 miliardi nel 2025, con un tasso annuo di crescita composto del 19,54%. I prodotti offerti da Roialty sono utilizzati per migliorare le campagne pubblicitarie, promozionali e di fidelizzazione delle aziende operanti nei settori finanziario, utilities, beni di consumo, moda, retail, automotive. 

PRISMI

Prismi ha comunicato che nel primo periodo di esercizio dei “Warrant Prismi 2018-2020”, sono stati esercitati 3.846.836 warrant, a fronte dei quali verranno emesse 1.923.418 azioni di compendio nel rapporto di 1 nuova azione ogni 2 warrant esercitati per un controvalore complessivo di 2.385.038,32 euro. 
Il capitale sociale di Prismi risultera’ di conseguenza pari a 12.490.957 euro e suddiviso in 12.420.957 azioni ordinarie senza espressione del valore nominale. 
La scieta’ ha reso inoltre noto che i 10.205.903 warrant rimasti in circolazione potranno essere esercitati nel secondo periodo di esercizio, compreso tra il 4 e il 29 maggio 2020, nel rapporto di 1:2 ad uno strike price di 1,36 euro per ciascuna azione. 
Infine, Prismi ha informato che i dirigenti Alessandro Firpo e Matteo Rocco sono i destinatari della prima tranche del Piano di Stock Grant per complessivi 50.000 diritti. Si segnala che l’assegnazione delle Stock Grant avverra’ subordinatamente al raggiungimento degli obiettivi strategici fissati dal Cda.

INDEL B

La società ha nominato il nuovo direttore finanziario nella figura di Mirco Manganello, che è entrato in carico dal 1 giugno, al posto di Anna Grazia Bartolini. Mirco Manganello, classe 1971, ha rivestito la carica di controller e direttore finanziario in diverse società italiane ed internazionali. Si è laureato in economia e commercio presso l’Università degli Studi di Perugia, e ha conseguito un Exexutive MBA presso la Alma Graduate School di Bologna.

PORTALE DI SARDEGNA

L’assemblea ha approvato il bilancio al 31 dicembre 2018. Si tratta del primo bilancio consolidato, pertanto di dati non sono confrontabili con i risultati 2017. Il valore della produzione ammonta a 11 milioni di euro, rispetto ai 5,8 milioni di euro di Portale Sardegna stand alone nel 2017. Il transato, ovvero il controvalore totale dei servizi turistici venduti ai clienti, è pari a 12,5 milioni di euro, e si presenta in crescita anche grazie all’acquisizione di Royal Travel Jet Sardegna. L’Ebitda è pari a 0,66 milioni di euro (0,32 milioni la cifra generata da Portale Sardegna stand alone nel 2017). L’Ebit, dopo ammortamenti e svalutazioni pari a 0,6 milioni, ammonta a 0,06 milioni. Il risultato ante imposte è pari a -0,26 milioni. Il risultato netto ammonta a -0,07 milioni. Il valore è stato influenzato soprattutto dalle perdite straordinarie su crediti per 0,07 milioni della controllata Royal Traver Jet Sardegna e dell’ammortamento pari a 0,1 milioni. La posizione finanziaria netta è pari a 1,68 milioni. Non è possibile confrontare il risultato con la relazione consolidata al 30 giugno 2018, perché il perimetro della società è differente.Il patrimonio netto ammonta a 2,1 milioni.  



Comments are closed.