Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rumors e News del 3 marzo

ATLANTIA

Moody’s ha declassato Atlantia e Autostrade a Ba3 con prospettive negative. Il declassamento riflette l’aumento della pressione politica e dei rischi al ribasso dopo un decreto che modifica retroattivamente e unilateralmente i termini e le condizioni delle concessioni delle strade a pedaggio. Riflette anche la mancanza di progressi nelle discussioni legate al futuro della concessione di Autostrade. Le lunghe battaglie legali potrebbero aumentare l’incertezza.

INTESA

Carlo Messina tira dritto, l”offerta di scambio di Intesa Sanpaolo su Ubi B. non cambia, nonostante il coronavirus stia penalizzando i listini e, ai valori di ieri, gli azionisti della banca bergamasca avrebbero azioni dell”offerente con un premio proporzionalmente piu” basso. Ieri, secondo quanto risulta al Messaggero, Messina avrebbe riunito in Ca” de Sass il team dei suoi piu” stretti collaboratori (il chief governance officer Paolo Grandi, il chief lending officer Raffaello Ruggieri, l”a.d. di Banca Imi Mauro Micillo) e il capo dell”investment banking di Mediobanca, advisor dell”operazione, Francesco Canzonieri, per fare il punto della situazione, soprattutto alla luce dell”andamento di Piazza Affari. Considerando che l”offerta e” stata lanciata con un concambio di 17 a 10, la quotazione attuale delle azioni Intesa Sanpaolo valorizza i titoli Ubi a 3,62 euro. Questo significa che i titoli della banca di Bergamo sono valorizzate il 13,8% in meno e l”intera operazione, che valeva 4,8 miliardi, ai prezzi di ieri vale 680 milioni in meno.

A un passo dal 30% con l”obiettivo di far sentire la propria voce e, nel limite del possibile, mettere i bastoni fra le ruote all”operazione targata Intesa Sanpaolo. questa al momento, scrive Il Sole 24 ore, la strategia che gli azionisti di Ubi, salvo rare eccezioni, e coagulati nei tre differenti patti, avrebbero intenzione di attuare per provare a evitare che la banca scompaia sotto l”egida di Ca” de Sass. Fino a ieri Car, patto dei Mille e azionisti bresciani non avevano avuto grandi motivi per muoversi all”unisono. Anzi, spesso si sono trovati su posizioni distanti. Ora, pero”, l”Ops di Intesa Sanpaolo avrebbe messo tutti, o quasi, d”accordo: niente appoggio all”offerta. Il Car, con il 18,76%, e” ormai a un passo dal 20%: superare questa asticella e” possibile, a patto di tenere lontana la soglia del 25% dell”Opa, anche se potrebbe essere necessario un passaggio con la Banca centrale europea che ha l”ultima parola sulle partecipazioni rilevanti. Se a questa quota si somma circa l”1,6% del patto dei Mille, che ha apertamente dichiarato di non gradire i termini della proposta, e il peso dei bresciani (oltre l”8,6%) il fronte del “no” arriverebbe a un passo dal 30%. Certo, i bresciani, dove spicca peraltro la famiglia del presidente emerito di Intesa Giovanni Bazoli, registrano ancora alcune divisioni interne, affrontate peraltro in una riunione recente. Tuttavia, anche per ragioni tattiche, una significativa componente del sindacato, sebbene in via informale, caldeggerebbe una secca opposizione alla proposta di Ca” de Sass. L”arrocco dei soci storici, sottolinea il giornale, potrebbe puntare a far rivedere i termini dell”offerta, magari aggiungendo una componente cash. Qualcuno ipotizza che Intesa nel predisporre la proposta si sia lasciata qualche margine di manovra anche se il ceo Messina ha escluso la possibilita” che l”Ops venga rivista.

APPUNTAMENTI MACRO

Ore 10:00 Italia: Tasso disoccupazione, gennaio preliminare

BORSE USA ED ASIA

Ieri sera a Wall Street il Dow Jones +5,1% e l’S&P500 del 4,6%. Con il +4,5% di ieri, il Nasdaq ha già azzerato le perdite da inizio anno.

Stamattina in Asia, Hang Seng di Hong Kong 0,1%, Shanghai Composite +0,44%, Kospi di Seul +0,4%. S&P ASX200 di Sidney +0,68%.
Il Nikkei di Tokyo -1,22%, dopo un avvio di seduta in rialzo, in quanto la prospettiva di un ribasso dei tassi negli Stati Uniti, già a marzo e forse di 50 punti base, sta rafforzando la valuta locale, con danno per le esportazioni.
Il cross dollaro yuan, è in lieve recupero a 6,97, dopo tre giorni consecutivi di ribasso.

Il dollaro si indebolisce nei confronti di quasi tutte le valute del pianeta, come da auspici e richieste di Donald Trump, in vista delle prossime mosse della Federal Reserve, la prima, tra le grandi banche centrali, a farsi sentire, con la promessa di aiuto.
Hanno risposto quasi subito all’appello alla mobilitazione, le banche centrali del Giappone e dell’Inghilterra, così come due grandi istituzioni finanziarie globali, il Fondo monetario internazionale e la Banca Mondiale. Tra le Sistematically Important Central Banks (SIFI), la BCE è arrivata per ultima, ieri sera, tardi, con un comunicato di Christine Lagarde. Se a Francoforte ci hanno messo di più, a dire sì, ci stiamo, è forse perché in Europa il processo decisionale è più lento, o forse perché c’è stato da superare la contrarietà di qualche paese leader: venerdì il tedesco Jens Weidmann si era espresso contro un intervento di emergenza”.

Va aggiunto che la BCE, non ha molte munizioni per il bazooka, per cui, in caso di azione, vanno usate in modo prudente. Tra gli interventi possibili, c’è un nuovo taglio del tasso di deposito, da portare a -0,6%, dall’attuale -0,5%, in occasione della riunione del comitato esecutivo del 12 marzo.
La macchina dei soccorsi ai mercati si è messa in azione in tutto il mondo: oggi c’è una conferenza telefonica dei ministri delle finanze dei paesi del G7, alla quale è stato invitato anche Jerome Powell della Fed, la banca centrale che in questo momento ha il maggiore spazio di manovra per impedire la caduta del mondo nella recessione.  Senza interventi d’emergenza, la via del declino è segnata: stanotte Goldman Sachs ha tagliato le stime sul Pil USA del primo trimestre 2019 a +0,9%, nel secondo la crescita sarà zero.
Un ulteriore assestamento ai mercati, potrebbe arrivare giovedì dal meeting di Vienna dell’Opec +: la Russia sembra pronta ad accettare le richieste di un drastico taglio alla produzione arrivate nei giorni scorsi dall’Arabia Saudita. Inizialmente Mosca aveva detto no ad un taglio di 500.000 barili al giorno, ma ora potrebbe dover dire di sì ad una richiesta di riduzione doppia.

PIRELLI

La performance negativa da inizio 2020 si è estesa a -20%.
Il Cda di Pirelli & C. S.p.A. ha approvato i risultati consolidati al 31 dicembre 2019:
Ricavi: 5.323,1 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto al 2018 (=5.300 milioni il target 2019);
Ebit adjusted: 917,3 milioni di euro con un margine al 17,2% (>17%/17,5% il target 2019);
Flusso di cassa netto ante dividendi e impatto IFRS16: 332,9 milioni (330/350 milioni di euro il target 2019). Flusso di cassa ante dividendi dopo impatto IFRS16 pari a 344,1 milioni di euro;
Posizione Finanziaria Netta: 3.024,1 milioni di euro (3.507,2 includendo i debiti per lease pari a 483,1 milioni di euro a seguito dell’applicazione del principio contabile IFRS 16) in riduzione rispetto a 3.180,1 milioni al 31 dicembre 2018. Rapporto fra posizione finanziaria netta ed Ebitda Adjusted ante costi di start up pari a 2,42x, 2,59x includendo l’impatto IFRS16 (2,42x/2,36x il target, 2,59x/2,53x includendo l’impatto IFRS16);
Spese in Ricerca & Sviluppo: 232,5 milioni di euro nel 2019, di cui 215,7 milioni destinati alle attività High Value (6,1% dei ricavi del segmento);
Il Cda proporrà all’assemblea degli azionisti, convocata il 18 giugno, la distribuzione di un dividendo di 0,183 Euro per azione (0,177 Euro per l’esercizio 2018) per un totale complessivo di 183 milioni.
Il consenso Bloomberg aggiornato registra su Pirelli 7 Buy, 12 Neutral, 1 Sell. Target medio 5,40 euro.

DIGITAL BROS

Death Stranding, il videogioco in versione personal computer, uscirà il 2 giugno 2020, in anticipo rispetto ai piani, che prevedevano il lancio in estate.  Digital Bros possiede, attraverso la controllata 505  Games, i diritti di pubblicazione in esclusiva mondiale di  Death Stranding nella versione  per  personal computer.
La società conferma  le  proprie  attese  di fatturato  prospettico  di  oltre  50  milioni  di  euro  dal videogioco. Raffaele Galante, co-CEO del Gruppo, ha dichiarato: “L’uscita della versione per personal computer di  Death Stranding all’inizio di giugno rafforza le previsioni di crescita in termini di fatturato e margini per l’esercizio. È difficile stimare l’impatto puntale di questo lancio anticipato sul fatturato e sui  margini  dell’esercizio, ma possiamo comunque aspettarci  ricavi già  significativi nelle  prime settimane dopo il lancio, come avviene solitamente per le uscite digitali sul mercato”.

FCA 

Il gruppo ha registrato nel mese di febbraio un calo delle immatricolazioni di autovetture in Italia del 6,7% a fronte di un ribasso dell’8,8% di tutto il mercato. La quota di mercato è del 25,4%, sostanzialmente stabile rispetto al mese precedente.

CORONAVIRUS

Sono oltre 2.000 i casi di contagio in Italia, con 52 morti e 149 persone guarite.
Il governo chiederà al Parlamento l’autorizzazione ad alzare il deficit/Pil per il 2020 al 2,4%.
Per il commissario Ue agli Affari economici Paolo Gentiloni Bruxelles valuterà la richiesta di flessibilità sulle regole di bilancio avanzata dall’Italia.
Dovrebbe tenersi oggi una conference call tra i ministri delle Finanze del G7 sulle misure per contrastare gli effetti dell’epidemia,
ma nella bozza di comunicato — atteso oggi o domani — non ci sono appelli ai governi per una maggiore spesa o per tagli dei tassi coordinati, secondo un’esclusiva Reuters.
Il virus si sta diffondendo molto più rapidamente al di fuori della Cina che all’interno del Paese, da cui l’epidemia è partita, e si intensificano i controlli negli aeroporti.
– Mentre il governo mette a punto il decreto da 3,6 miliardi di euro con misure a sostegno dell’economia colpita dal coronavirus, in un’intervista al Sole 24 Ore il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli dice che tra le altre cose si valutano il potenziamento dell’ecobonus anche con detrazioni del 100% per l’efficienza energetica, una nuova rottamazione nel settore automotive, interventi per incentivare le infrastrutture necessarie alla diffusione delle auto elettriche, il potenziamento di Transizione 4.0, riduzione Ires e taglio del costo del lavoro agendo sugli oneri previdenziali. Secondo dati Cerved, nello scenario peggiore il 10% circa delle imprese italiane è a rischio default.

LVENTURE

LVenture è fra le mille aziende a più alta crescita di fatturato in Europa nel triennio 2015-18. Lo riferisce il Financial Times nella sua classifica annuale.
Il gruppo guidato da Luigi Capello è stato incluso nella lista per il secondo anno consecutivo, e si trova al 622 posto. I requisiti di inclusione quest’anno sono stati più selettivi, precisa il quotidiano, perché sono state selezionate le società con un tasso di crescita minino del 38,4%, rispetto alla percentuale dello scorso anno di 37,7%. Nel triennio, il tasso annuo di crescita composto del fatturato della società romana è stato pari al 54,7%.
Si ricorda che LVenture ha archiviato i primi nove mesi del 2019 con ricavi pari a 3 milioni di euro, in crescita del 30% rispetto ai 2,3 milioni maturati nello stesso periodo del 2018. Hanno contribuito alla crescita soprattutto i servizi di coworking e quelli erogati alle imprese.

BANCO BPM

Annuncia il nuovo piano strategico al 2023.

LA DORIA

Dal 24 febbraio allo 1 marzo 2020, ha acquisto 50mila azioni ordinarie, pari allo 0,161% del capitale sociale, al prezzo medio unitario di 8,29 euro per azione. Il controvalore totale dell’operazione ammonta a 414.913 euro.
A seguito degli acquisti sinora effettuati, la società detiene 141.800 azioni proprie, pari allo 0,457% del capitale sociale.

RENO DEI MEDICI

La produzione di cartoncino nello stabilimento di Villa Santa Lucia è ripresa dal primo marzo grazie alla sentenza di revoca, da parte del Tribunale del riesame di Frosinone, del sequestro del depuratore acque di proprietà del consorzio Cosilam.

APPUNTAMENTI
SOCIETÀ
ITALIA
FTSE MIB
FCA, conferenza stampa telefonica CEO Mike Manley, sostitutiva di appuntamento stampa a Salone Ginevra (12,30-13,00).

Banco BPM, Cda di approvazione nuovo piano strategico; segue presentazione [video-webcast] (11,30).

ALTRE QUOTATE
ESTERO
Mediaset Espana, termina possibilità di revocare recesso su operazione MFE (iniziato il 19 febbraio).

Risultati Hewlett Packard.

DATI MACROECONOMICI
ITALIA
Istat, stima occupati e disoccupati gennaio (10,00) – attesa 9,8%.

ZONA EURO
Stima prezzi al consumo febbraio (11,00) – attesa dato armonizzato 1,2% a/a.

Prezzi produzione gennaio (11,00) – attesa 0,5% m/m; -0,5% a/a.

Tasso disoccupazione gennaio (11,00) – attesa 7,4%.

USA
Scorte settimanali prodotti petroliferi API (22,30).

ASTE DI TITOLI DI STATO
EUROPA
Spagna, Tesoro offre titoli di Stato a 6 e 12 mesi.

Germania, Tesoro offre titoli di Stato indicizzati all’inflazione.

BANCHE CENTRALI
EUROPA
Gran Bretagna, audizione governatore Carney davanti commissione del Tesoro della Camera dei Comuni (10,30).

Svezia, intervento vice governatore Riksbank Breman (12,00).

Norvegia, intervento governatore Olsen all’Università di Oslo (14,00).

Zona euro, intervento vice presidente BCE de Guindos a Francoforte (9,00).

Zona euro, intervento membro board BCE Jochnick a Bruxelles (11,00).

Zona euro, intervento membro board BCE Schnabel a Francoforte (14,30).

USA
Washington, intervento membro board FEd Bownamm (15,20).

Londra, intervento presidente FED Cleveland Mester (20,50).

APPUNTAMENTI
ITALIA
Roma, convegno “Laudata economia” con Sottosegretario Presidenza del Consiglio Fraccaro, Segretario Generale FIM CISL Bentivogli (9,30); segue conversazione con Gualtieri.

Roma, presentazione “Piano Straordinario 2020 per la Promozione del Made in Italy”, introduce ministro Affari Esteri Di Maio (14,30); intervengono Gualtieri, ministro Industria Patuanelli, ministra Agricoltura Bellanova, ministra Infrastrutture e Trasporti De Micheli, ministro Università e Ricerca Manfredi, ministra Innovazione Pisano.

Roma, convegno “Il futuro delle Smart City” con sottosegretario MiSE Liuzzi (10,45).

Roma, convegno “Autoconsumo collettivo e comunità energetiche: una nuova democrazia dell’energia” con ministro Industria Patuanelli.

EUROPA
Atene, premier greco Mitsotakis e capo del Consiglio Europeo Michel in visita a Evros e confini con la Turchia.

Bruxelles, Presidente Commissione UE von der Leyen riceve premier norvegese Solberg (10,00).

Comments are closed.