Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

RUMORS E NEWS DEL 30 APRILE

INTESA

Sara” una svolta all”insegna della continuita” quella che oggi Intesa Sanpaolo sottoporra” al voto dei soci. L”assemblea della banca, scrive MF, si riunira” infatti a Torino per approvare il bilancio e soprattutto per eleggere il nuovo consiglio di amministrazione. Un rinnovo che pero” confermera” le figure chiave, cioe” Gian Maria Gros-Pietro come presidente e Carlo Messina come amministratore delegato. All”insegna della continuita” dovrebbe muoversi anche il nuovo vertice. Subito dopo l”insediamento del board ci si attende infatti che Giovanni Bazoli venga confermato nel ruolo di presidente emerito. La carica, conferita nel 2016, ha durata triennale ma, data la rilevanza assunta dalle attivita” culturali della banca, e” diffusa l”attesa che l”impegno di Bazoli possa proseguire. Una scelta su cui c”e” perfetta sintonia tra top management e azionisti. “Il professor Bazoli e” un punto di forza indiscutibile per la banca. Secondo me deve continuare ad essere coinvolto nella vita futura di Intesa Sanpaolo”, aveva dichiarato qualche settimana fa lo stesso Messina, a cui il numero uno di Cariplo Giuseppe Guzzetti ha fatto eco: “La carica di presidente emerito Bazoli se la merita. sempre molto importante che l”esperienza maturata in questi anni venga mantenuta, addirittura con una norma dello statuto”. 

SALINI

La Polonia ha sciolto due contratti sottoscritti con la società italiana per la costruzione di strade a causa dell’incapacità dell’azienda di portare a termine il lavoro. Lo riporta l’agenzia di Stato Pap, citando un portavoce dell’autorità stradale. Il direttorato generale per le strade nazionali e le autostrade ha cancellato i contratti per la realizzazione della tangenziale di Czestochowa, una parte dell’autostrada A1 nel sud del Paese e una parte della S3 nei pressi di Polkowice, ha spiegato il portavoce Jan Krynicki. A febbraio la GDDKiA aveva comunicato che Salini Impregilo ha richiesto altri 449 milioni di zloty per il completamento dei lavori. Secondo Krynicki tutti i subappaltatori sarebbero protetti e per tutelarli la GDDKiA utilizzerà garanzie bancarie di Salini. L’azienda italiana non ha commentato.

FCA

-Fca riorganizza la sua struttura in Cina, mercato storicamente non facile per il Lingotto e in cui la casa italo-statunitense ha da tempo bisogno di rafforzarsi. La societa” guidata dal ceo Mike Manley ha nominato ieri Massimiliano Trantini presidente di Guangzhou Automobile Group (Gac) Fiat Chrysler Automobiles Sales, la societa” di distribuzione di Fca con il partner locale Gac in Cina. Oltre a questo incarico, scrive MF, Trantini assumera” anche il ruolo ad interim di numero uno di Fca per il mercato cinese, mentre il resto della cosiddetta area Asia-Pacific restera” sotto la responsabilita” dello statunitense Paul Alcala. Trantini, che ha conseguito una laurea in ingegneria a Bologna e un master all”Universita” di Oxford, porta nel suo ruolo una vasta esperienza nel settore, con precedenti posizioni che comprendono quella di ceo di Getrag Jiangxi Transmissions, ceo della joint venture nel settore delle trasmissioni tra Fca e Gac, e piu” recentemente quella di direttore of China Business per Fca . La nomina ha effetto immediato tanto che Daphne Zheng, attuale presidente della societa” di distribuzione e coo di Fca per la Cina ha gia” lasciato il gruppo controllato dalla holding Exor di casa Agnelli. Come si diceva la Cina e l”Asia in general rappresentano da sempre uno dei principali talloni d”Achille per il Lingotto. Basti pensare che nel 2018 su un totale dei ricavi di oltre 115 miliardi soltanto 2,7 miliardi sono arrivati dall”area Asia-Pacific. E la cosa e” tanto piu” significativa considerando che secondo la maggior parte degli osservatori l”Estremo Oriente e” la zona del mondo destinata a crescere maggiormente nel comparto. Oltre al fatto che la Cina e” gia” da anni il maggior mercato del pianeta per il settore delle quattro ruote. 

TREVI

-Ci sara” tempo fino al 16 agosto per presentare la proposta di concordato preventivo o l”omologa degli accordi di ristrutturazione dei debiti per Trevi Holding Se. Il Tribunale di Forli”, scrive MF, ha accettato infatti la richiesta di concordato preventivo presentata lo scorso 22 aprile dalla holding con cui la famiglia Trevisani controlla il 32,7% di Trevifin, gruppo presieduto da Davide Trevisani cui fanno capo tutte le attivita” della societa” attiva nelle fondazioni per opere industriali e commerciali. Una mossa giudiziaria importante perche”, come si legge nel documento del Tribunale, “non possono essere effettuati pagamenti di crediti anteriori per nessun motivo”, bloccando dunque eventuali azioni di rivalsa da parte dei creditori nei confronti della societa”. Ma accanto a questa prescrizione vi e” poi quella che proibisce il compimento, “fino alla scadenza del termine, di atti di straordinaria amministrazione, se non previa autorizzazione del Tribunale”. Un punto che sostanzialmente allontana ancora di piu” le possibilita” della famiglia Trevisani di portare avanti nella prossima assemblea (data da destinarsi) la battaglia per evitare l”estromissione da Trevifin in seguito al piano di ripatrimonializzazione da 440 milioni proposto dal chief restructuring officer Sergio Iasi e che nell”ultimo periodo pareva non andare piu” bene alla famigia. 

SAFE BAG


Safe Bag cambia nome. L’assemblea dei soci, in sede straordinaria, ha deciso di modificare il nome della società, che assumerà la denominazione di TraWell Co. L’assemblea ha inoltre approvato il bilancio d’esercizio, che ha visto risultati in crescita. In particolare, l’utile netto si è attestato a 3,8 milioni,+61% rispetto all’esercizio precedente (2,4 milioni nel 2017). 
I ricavi sono arrivati a 43,1 milioni, in crescita del 41,2% su base annua. 
L’Ebitda rettificato si è attesto a 7,2 milioni di euro, in crescita del 39% anno su anno (5,2 milioni nel 2017). In crescita anche l’Ebit, che passa a 5 milioni da 3,9 milioni, +28% su base annua. 
La posizione finanziaria netta passa da -1,9 milioni di euro del  2017 a +1,8 milioni di euro del 31 dicembre 2018 per effetto, principalmente, delle operazioni straordinarie effettuate. 
E’ stato inoltre deliberata la distribuzione ai soci di un dividendo mediante assegnazione delle azioni della controllate SoS Travel, con un valore contabile pari 1,27 milioni di euro (pari a 8,2 centesimi di euro per ogni azione Safe Bag) e un valore di mercato di 13 milioni di euro circa (pari a 84 centesimi per azione Safe Bag), come proposto dal consiglio di amministrazione.

CIRCLE

La società ha reso noto di avere iniziato il Piano di Buy Back (acquisto azioni proprie) comprando 1.200 titoli per un controvalore complessivo di 4.400 euro.
Ricordiamo che pochi giorni fa la società ha ottenuto del Ministero dello Sviluppo Economico il beneficio fiscale per i costi di consulenza sostenuti nella fase di ammissione alla quotazione in Borsa (IPO). 
Nel caso di Circle, l’agevolazione è pari al 50% delle spese di consulenza sostenute. 

ENASARCO

Il mandato per un esposto alla Procura della Repubblica del Tribunale di Roma, direttamente contro il presidente Valter Mainetti, e” stato affidato da Enasarco allo studio legale Severino penalisti associati dell”ex ministro Paola Severino. Si apre cosi” una nuova puntata della guerra legare tra l”ente previdenziale degli agenti di commercio e Sorgente, anche dopo che la sgr del gruppo, lo scorso dicembre, e” stata commissariata da Banca d”Italia e affidata alla guida dell”amministratore straordinario Elisabetta Spitz (ex numero di Invimit sgr). L”oggetto del contendere, scrive MF, sono sempre i fondi immobiliari Megas e Michelangelo Due (ribattezzato Fenice), controllati in maggioranza da Enasarco, che erano in precedenza gestiti da Sorgente sgr e che l”ente, a giugno dello scorso anno, ha affidato a nuovi gestori, ovvero a Prelios e Dea Capital . Un atto considerato illegittimo da Sorgente che in questi mesi non ha risparmiato azioni legali nei confronti dell”ente, affidandosi a sua volta a legali di primissimo piano, visto che a coordinare la difesa del gruppo immobiliare sarebbe il professor Guido Alpa. 

PIL FRANCIA

La crescita economica francese è stabile nel primo trimestre dell’anno, in linea con le attese Reuters.La seconda economia del blocco è cresciuta infatti dello 0,3% nei primi tre mesi dell’anno, nel terzo trimestre di fila allo stesso ritmo, come emerso dai dati preliminari diffusi da Insee.La spesa delle famiglie è cresciuta dello 0,5%. Analoga la crescita degli investimenti delle aziende.L’export ha messo a segno un +0,1% e l’import un +0,9%.

HEALTH

Health Italia ha comunicato che e’ stato stipulato l’ atto relativo alla fusione per incorporazione della controllata al 100% Hi Welfare nella societa’ stessa, annunciata lo scorso 25 gennaio. 
Health Italia ricorda che l’operazione consentira’ di concentrare le attivita’ relative al welfare aziendale in capo ad un unico soggetto, garantendo cosi’ una ottimizzazione della gestione delle risorse e dei flussi economico-finanziari derivanti delle attivita’ attualmente frazionate in capo alle due societa’, oltre che una maggiore flessibilita’ operativa e un contenimento dei costi di struttura.

SOGEFI

La società del gruppo Cir ha pubblicato conti dei primi tre mesi 2019 sotto le attese.Utile netto pari a 1,6 milioni di euro, in contrazione dell’85,7% rispetto a quello registrato nello stesso periodo dell’anno scorso. 
Ricavi pari a 389,9 milioni di euro, in calo del 4%.
Ebitda a 41,3 milioni da 48,8 milioni. La flessione della redditività, spiega la nota, “riflette i minori volumi e l’erosione dei margini intervenuta nel corso dell’esercizio 2018, nella filtrazione e nelle sospensioni, a causa principalmente dell’incremento dei prezzi delle materie prime”.L’indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2019 era pari a 328,9 milioni.Quanto alle prospettive, Sogefi prevede una riduzione delle vendite inferiore rispetto a quella del mercato. In termini di redditività, l’Ebit del secondo trimestre è previsto in miglioramento rispetto al primo trimestre.

COIMA RES

Venerdì 29 marzo, dopo 85 rilanci, si è conclusa l’asta relativa al Pirellino, l’immobile direzionale situato in Via Pirelli a Milano, alla cifra di 175 milioni di euro. A vincere l’asta è stata Coima, la società che ha dato impulso al rinnovamento della zona strategica di Porta Nuova, e che ora avvierà un progetto per la ristrutturazione dell’immobile.  
Non meno di 5 anni fa, quell’immobile era stato dato in offerta dal Comune, che però non aveva travato acquirenti disponibili. 
Il successo dell’ultima asta dimostra quanto sia cresciuto il valore di quella zona di Milano, città dove Coima concentra i suoi investimenti, grazie ai recenti interventi di riqualificazione.

FINLOGIC

L’assemblea dei soci ha approvato il bilancio consolidato del gruppo, che termina il 2018 con ricavi pari a 28,3 milioni di euro, in crescita del 33% su base annua (21,40 milioni nel 2017). 
L’Ebitda si è attestato a 4,21 milioni, e presenta un incremento del 30% anno su anno (3,24 milioni nel 2017). 
L’Ebitda margin è arrivato al 14,2%, in linea con le previsioni del gruppo. 
L’Ebit ha raggiunto la cifra di 3,05 milioni di euro, in aumento del 24% rispetto all’esercizio precedente (2,4 milioni nel 2017). Gli ammortamenti e le svalutazioni sono arrivati a 1,16 milioni di euro, +49% rispetto al 2017 a causa delle quote di ammortamento dell’avviamento. 
Il risultato ante imposte ha raggiunto i 3,01 milioni (2,42 milioni nel 2017). Su tale risultato incidono imposte pari a 0,92 milioni di euro (0,70 milioni nel 2017). 
L’utile è stato pari a 2,01 milioni di euro, e presenta un incremento del 20% rispetto al 2017 (1,67 milioni). Il patrimonio netto è arrivato a 13,92 milioni. La posizione finanziaria netta (cassa) è arrivata a -2,74 milioni, rispetto a -4,32 milioni registrati alla fine del 2017, soprattutto per effetto della crescita del capitale investito, pari a 3,67 milioni. E’ stato inoltre approvata la distribuzione di un dividendo pari a 0,1437 per azione. Lo yield si attesta al 2,4%. Infine, l’assemblea ha autorizzato l’acquisto di azioni proprie, da effettuarsi nell’arco di 18 mesi e fino al massimo del 2% del capitale. Il buy back ha il fine di sostenere la liquidità e di costituire un magazzino titoli da impiegare nell’ambito di operazioni straordinarie.

Comments are closed.